La Superlega non s'ha da fare, ma i problemi economici dei club che l'avevano caldeggiata rimangono eccome. In casa Juventus, il tonfo in Borsa per il secondo giorno consecutivo (-13,7% ieri a Piazza Affari), dopo il +18% all’apertura dei mercati lunedì mattina, è un ulteriore tassello che disegna una situazione finanziaria non certo idilliaca. Ecco allora che dalle pagine del Corriere dello Sport torna di modo la news di un possibile ingresso di un fondo di private equity come socio di minoranza nella Juventus.
In ambienti finanziari si parla di un pacchetto azionario di circa il 10-20% che potrebbe portare liquidità e far respirare il bilancio, con Exor che ovviamente manterrebbe il controllo del club.

Perez: "Superlega? Milan e Juve dentro. Avanti col progetto"

Serie A
Juventus, Ronaldo salta il Berlusconi, out anche Dybala
6 ORE FA

Agnelli non si dimette

Intanto proprio Exor smentisce in modo categorico le voci sempre più insistenti di un addio di Andrea Agnelli alla presidenza bianconera: "Ora mi concentrerò solo sulla Juve" rilancia lui. Per la sua eventuale sostituzione a capo della società bianconera la figura di Alessandro Nasi, cugino di Andrea e John, oltre che compagno di Alena Seredova ex moglie di Gigi Buffon, resta quella più accreditata.

Superlega: cronistoria di un progetto naufragato in 48 ore

Calciomercato 2020-2021
Ufficiale: Frabotta lascia la Juve e va in prestito al Verona
6 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
Inter più vicina a Bellerin, Liverpool su Locatelli
8 ORE FA