200 milioni di dollari tondi tondi: è questa la cifra che secondo il Financial Times servirebbe all'Inter per rispettare le scadenze di stipendi, interessi dei bond e calciomercato. Tanti soldi e poco tempo: una fotografia non proprio rosea in tempo di covid. Il gruppo Suning ha chiuso i rubinetti, per cui bisogna muoversi in fretta.
Intanto, secondo quello che riporta il CorSport, BC Partners ha lanciato la prima offensiva al colosso cinese. Dopo la tensione di lunedì, Stathopoulos e i suoi collaboratori hanno messo sul piatto 750 milioni (cifra non precisa, come riporta il Sole 24 Ore, ma molto vicina al vero). Ora la palla passa in mano a Suning che - con un'esposizione da oltre 400 milioni - incasserebbe una cifra vicino ai 350 milioni di euro. Una cifra molto bassa rispetto a tutti gli investimenti fatti per il club. Seguiranno giorni di trattative.
Serie A
BC Partners, ecco l'offerta per l'Inter: ora tocca a Zhang
04/02/2021 A 08:27

Accettare o non accettare: questo è il dilemma

Ora Suning deve prendersi del tempo per riflettere (ma non troppo). Le scadenze del 2021 parlano di 200 milioni di dollari (167mln di euro) che vanno versati in fretta. Se entro il 31 marzo, come riporta il CorSport, non ci sarà la liquidità necessaria (non tutti i 200mln ma una parte) l'Inter rischia l'esclusione dalle coppe europee. Ad oggi, ci sono circa 40 giorni di tempo.

Conte: "Società? Voci interessano ma non devono influenzarci"

Serie A
Interspac vuole l'Inter, Cottarelli: "Il modello è il Bayern"
03/02/2021 A 09:09
Calciomercato 2020-2021
Lautaro: "Sono stato molto vicino al Barcellona"
4 ORE FA