Ogni post giornata, analizziamo tutto quello che è successo nel turno di Serie A e proviamo a stilare un Pagellone della partite appena andate in archivio. Chi è stato il protagonista principale? Quale squadra si è confermata con un trend positivo? E chi invece ha tradito qualche difficoltà e ha deluso le aspettative? Oppure chi l'ha combinata grossa, mettendo in difficoltà la propria squadra? Ecco il meglio e il peggio di ciò che ha prodotto la 17esima giornata di campionato.

Voto 10...a Danilo, che ha zittito gli scettici ed è diventato una colonna della Juventus

L'uomo in copertina della formazione bianconera è lui. Una Juventus che fatica contro l'organizzatissimo Sassuolo, che va in vantaggio grazie al suo siluro, che viene rimontata, ma che alla fine trova i gol di Ramsey e Ronaldo per vincere la partita. Pirlo lo ha sistemato come terzo di difesa, libero di alzarsi e impostare quando cambia l'assetto in fase offensiva. E soprattutto gli ha dato fiducia. Lui si sente importante, ha ritrovato sicurezza (vedasi lancio per il 3-1 di Ronaldo) e non sbaglia un colpo. Dopo la vittoria con il Milan, ecco per i bianconeri la continuità di risultato con il Sassuolo. Ora l'Inter, in un match che si preannuncia scoppiettante.
Serie A
Roma-Inter, 5 verità: male i cambi di Conte, Villar-Hakimi show
11/01/2021 A 08:26
Juve-Sassuolo 3-1, pagelle: Kulusevski top, Ramsey c'è

Danilo, Bonucci - Juventus-Sassuolo - Serie A 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Voto 9...all'Atalanta, tornata a giocare in Paradiso

Terza vittoria di fila, settimo risultato utile consecutivo. Stavolta in casa di una delle formazioni più in forma del campionato. L'Atalanta di Gasperini è tornata ad essere l'Atalanta di Gasperini. Guidata dal pittore Ilicic, la Dea adesso è quinta, a soli tre punti dalla Roma terza (che ha giocato una gara in più). Insomma, per conquistare un ennesimo posto in Champions i bergamaschi sono ancora belli vivi e combattivi. Ora Genoa, recupero con l'Udinese e Milan: con tre vittorie in che posizione l'Atalanta si troverebbe a fine girone d'andata?
Benevento-Atalanta 1-4, le pagelle: questo Ilicic è uno spettacolo

Voto 8...al Milan, bravo a reagire e a stendere il Torino

La sconfitta con la Juventus è già dimenticata. E con diverse assenze, dopo un ko in un big match, era importante ritrovarsi subito per il Milan. La reazione è giunta puntuale, da grande squadra, senza soffrire. Torino battuto 2-0, meritatamente, nonostante un paio di episodi discussi. Il rientro a tempo pieno di Ibrahimovic darà ancora più convinzione ai rossoneri, quelli attesi di Rebic, Bennacer e Saelemarkers alzeranno di nuovo la qualità. La squadra di Pioli vuole laurearsi campione d'inverno e ora ha due soli ultimi ostacoli, Cagliari e Atalanta, per riuscirci.
Milan-Torino 2-0, pagelle: Diaz decisivo, Leao c'è

Kessié - Milan-Torino - Serie A 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Voto 7...a una Roma che non teme nessuno

Non ha fatto "la stupida", ma anzi è stata in grado di mettere in difficoltà l'Inter e di rimontare uno risultato che a metà ripresa sembrava compromesso. Il 2-2 dell'Olimpico sorride più alla squadra di Fonseca che a quella di Conte. Per il modo, per la consapevolezza, per il morale. Adesso c'è il derby, che sarà seguito dalla sfida allo Spezia. La vetta dista sei punti, i sogni rimangono intatti, questa Roma non deve temere nessuno. Nota di merito per Villar-Veretout, una delle mediane più sorprendenti, complete e promettenti di tutta la Serie A.
Roma-Inter, pagelle: Hakimi e Villar top, male Conte

Voto 6...alla zampata della Fiorentina (e di Vlahovic)

Assist di Callejon, spaccata del numero 9. Tanto è bastato alla Fiorentina di Prandelli per scacciare i brutti pensieri e allontanarsi dalle zone paludose della classifica. I viola, che devono ringraziare anche Dragowski e il suo rigore parato a Joao Pedro, mettono punti importanti nel serbatoio e si issano a +6 sul terz'ultimo posto. Il gioco non è fluido, ci sono tante cose da migliorare, ma vincere partite del genere permette di lavorare serenamente e di ritrovare morale e stimoli.
Le pagelle di Fiorentina-Cagliari 1-0: Dragowski monumentale

Voto 5... al Bologna, che non vince da novembre

Cinque pareggi e tre sconfitte nelle ultime otto giornate. Il Bologna di Mihajlovic affonda anche a Genova e rimanda ancora l'appuntamento con la vittoria. Giuste le lamentele per le condizioni del terreno di gioco del Ferraris (voto 3), ma giuste anche le critiche ad una squadra giovane e immatura, che concede troppo e spreca troppo. Un ko che pesa e che non può lasciare tranquilli, visto anche il calendario: Verona e Juventus nelle ultime due del girone d'andata, si salvi chi può.
Genoa-Bologna 2-0, pagelle: Shomurodov va, Destro uomo in più

Conte: "Cambi? Volevo mettere fisicità"

Voto 4...ai cambi di Antonio Conte

Minuto 77. Punteggio di 2-1 per l'Inter. Si alza la lavagnetta luminosa: fuori Lautaro e dentro Perisic. Minuto 82. Punteggio di 2-1 per l'Inter. Si rialza la lavagnetta: fuori Vidal e Hakimi (il migliore in campo), dentro Gagliardini e Kolarov. Minuto 86: pareggio di Mancini. 2-2. Ogni allenatore ha i suoi metodi, le sue idee e le sue convinzioni, ma se diciamo che nella domenica dell'Olimpico Antonio Conte ha completamente sbagliato i cambi, non offendiamo nessuno. Scelte incompresibili e conservative, che poi sono pesate sul risultato finale.
Conte: "Cambi? Volevo mettere fisicità"

Voto 3...al recidivo Pedro Obiang, così si rischia di fare danni

A dicembre lo aveva fatto con Lorenzo Pellegrini all'Olimpico. Graziato, nonostante il centrocampista fosse stato costretto al cambio. Ieri ci è ricascato con Chiesa: altra entrata folle, stavolta sanzionata con il cartellino rosso grazie al Var. Pedro Obiang è recidivo e va punito. Interventi del genere non c'entrano nulla con lo sport e sono atti solamente a fare male. La prossima volta potrebbero esserci danni seri, si dia una calmata.
Juve-Sassuolo 3-1, moviola: Obiang espulso col VAR, rosso giusto

Obiang si vede sventolare il rosso da Massa - Juventus-Sassuolo - Serie A 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Voto 2...a Rrahmani e al suo disastroso esordio da titolare

Qua siamo nel thriller-horror, considerando l'alone di mistero. Prima da titolare con la maglia del Napoli, dopo alcune polemiche e dopo che Gattuso lo aveva ignorato nei primi quattro mesi di stagione. Amir Rrahmani, in condizioni fisiche precarie, ha disputato un primo tempo disastroso, ha regalato il momentaneo pareggio a Lasagna, ha sbagliato passaggi e tempi di intervento, e durante l'intervallo si è fermato negli spogliatoi. Sostituito da Mario Rui, con Hysaj spostato centrale. Forse, per uno dei migliori difensori dello scorso campionato, è il caso di cercare fiducia altrove.
Le pagelle di Udinese-Napoli 1-2: Bakayoko jolly, bene i portieri

Voto 1...al Parma, battuto da un'ottima Lazio e ancora in crisi

Via Liverani, dentro D'Aversa. Il risultato per ora non cambia. Nessuno ha la bacchetta magica e in pochi giorni non si cambiano le cose, ma il Parma anche contro la Lazio (voto 7) ha palesato i suoi limiti. Una squadra che difensivamente concede troppo e che resta appesa solo ai guizzi solitari di Gervinho. Il mercato potrebbe dare una mano, ma la situazione resta molto intricata. Non sarà facile salvarsi.
Parma-Lazio 0-2, pagelle: disastro Bruno Alves, brilla Lazzari

Voto 0...al Cagliari di Di Francesco, che ora rischia

Ahi, ahi, ahi. La panchina scricchiola. Quarta sconfitta di fila, successo ancora rimandato, stavolta non è arrivato nemmeno il gol. Il Cagliari è ormai risucchiato nei bassifondi della classifica (solo +2 sulla zona retrocessione) e ora dovrà vedersela con Milan (capolista) e Genoa (scontro diretto) per non chiudere il girone d'andata in uno degli ultimi tre posti. La squadra non pare seguire i diktat di Di Francesco, i sardi non sono riusciti a rilanciarsi nemmeno con il ritorno di Nainggolan. Dicembre e inizio gennaio nerissimi.

Nainggolan Cagliari

Credit Foto Getty Images

Fonseca: "Villar? Mi piace perché gioca con coraggio"

Serie A
Juve, McKennie e Dybala ko col Sassuolo: ci saranno con l'Inter?
10/01/2021 A 21:28
Serie A
Verona-Inter, la moviola del match: Lautaro chiede un rigore
27/08/2021 A 20:25