A meno di una settimana dalle sofferte dimissioni da allenatore della Fiorentina, Cesare Prandelli torna a parlare. Questa volta per togliersi qualche sassolino dalla scarpa dopo l'ondata di odio social e fake news scatenata dalle sue parole. Ecco il contenuto del comunicato affidato all'Ansa dal tecnico di Orzinuovi:
"Sono passati pochi giorni da una mia decisione sofferta, molto dolorosa, e mi accorgo che probabilmente qualcuno non ha capito il vero senso del mio gesto. Sicuramente una minoranza ma non per questo meno importante, sta riempiendo i canali social di nefandezze, ricostruzioni inventate di fatti mai esistiti. Bisognerebbe stigmatizzare e non dare risalto alla pochezza di spirito dei cosiddetti “odiatori da tastiera” ma c’è un limite e questo limite è stato oltrepassato. Lo devo alla mia famiglia, al club ma soprattutto ai miei calciatori che mai, dico mai, mi hanno mancato di rispetto o hanno avuto comportamenti offensivi nei miei confronti. Mi appello alla responsabilità di tutti: credete alle verità e non correte dietro a fenomeni senza moralità e etica del vivere civile".
Tra le ricostruzioni c'è chi sostiene che Prandelli abbia voluto smentire le tanti voci che parlano di profondi dissidi con alcuni giocatori e di litigi che sono sfociati in confronti molti duri.
Serie A
Sette società chiedono le dimissioni del presidente Dal Pino
14 ORE FA

Prandelli: "Lo stadio? Una sconfitta per il calcio italiano"

Serie A
Ibra: “Io al ristorante? Non ero a pranzo ma a un meeting”
IERI A 21:44
Serie A
Lukaku: "Scudetto? Abbiamo fame, lavoriamo duro per arrivarci"
IERI A 19:39