C'è Hakimi che taglia la rete della porta sotto la curva Nord e se ne porta a casa un pezzo per ricordo. C'è Lukaku che si lascia andare a un lungo pianto. E soprattutto ci sono le famiglie dei giocatori in campo, per un barlume di normalità dopo un lungo periodo di buio e sofferenza. Per l'Inter è finalmente arrivato il momento della festa: i nerazzurri dopo, il successo per 5-1 a San Siro nell'ultima partita della stagione contro l'Udinese, hanno alzato al cielo il trofeo dello Scudetto festeggiando così la conquista del 19esimo titolo della loro storia.

Antonio Conte e Gabriele Oriali con il trofeo dello Scudetto - Inter-Udinese Serie A 2020-21

Credit Foto Getty Images

Zhang: "La svolta? La vittoria con la Juve all'andata"

Serie A
Marotta: "Il futuro di Conte? Faremo gli interessi dell'Inter"
23/05/2021 A 13:47
Il presidente dell'Inter Steven Zhang a DAZN: "È un momento speciale per tutto il lavoro fatto in questi cinque anni, da quando abbiamo abbracciato il progetto Inter come Suning. È una gioia che vogliamo condividere con tutti i nostri tifosi nel mondo, è meravigliosa questa sensazione. Fin dal primo allenamento ho parlato con la squadra pensando che avremmo potuto raggiungere qualcosa di grande. Ma il momento decisivo è stata la vittoria contro la Juventus: lì secondo me si è capito il percorso di crescita della squadra".

Achraf Hakimi con un pezzo di rete di una porta di San Siro - Inter-Udinese Serie A 2020-21

Credit Foto Getty Images

Handanovic: "Su Chiesa la parata della stagione"

Ai microfoni di DAZN ha parlato Samir Handanovic: "C'è grande emozione, gioia, felicità. Questo momento lo abbiamo aspettato tanto, oggi è il giorno in cui siamo premiati. Ce la godiamo, deve essere un punto di partenza. La parata della stagione? Su Chiesa all'andata contro la Juve".

Lautaro Martinez alza il trofeo dello Scudetto avvolto dalla bandiera argentina - Inter-Udinese Serie A 2020-21

Credit Foto Getty Images

Lukaku: "Spero sia l'inizio di un ciclo"

Romelu Lukaku ai microfoni di DAZN: "La mia commozione? Ho pensato a quanto è stato bello quest'anno. Abbiamo lavorato tanto per vincere questo Scudetto, lo scorso anno ci eravamo andati davvero vicini. Abbiamo fatto un grande step in avanti in questa stagione, sono orgoglioso di indossare questi colori. L'immagine sulla mia maglietta è dei miei nonni, ho pensato a loro: quando nel 2005 mio nonno è mancato gli ho promesso che avrei vinto qualcosa e l'ho fatto. Ne sono fiero. Se può essere l'inizio di un ciclo? Lo spero davvero. Adesso testa all'Europeo, poi dovremo essere ancora più forti di quest'anno, dobbiamo continuare a crescere".

Romelu Lukaku con il trofeo dello Scudetto dopo Inter-Udinese Serie A 2020-21

Credit Foto Getty Images

Ranocchia: "Questo Scudetto mi ripaga di tutto"

Andrea Ranocchia ai microfoni di DAZN: "Questo scudetto mi ripaga di tutto, sono contentissimo, quasi ancora non ci credo. Lo spogliatoio è stato fondamentale, abbiamo creato un gruppo forte e unito anche quando le cose andavano un po' meno bene. Se è stata la mia ultima partita qui all'Inter? Non lo so, ora penso solo a godermi il presente".

Andrea Ranocchia festeggia lo Scudetto 2020-21 dell'Inter

Credit Foto Getty Images

Inter, la festa dei tifosi nerazzurri fuori da San Siro

Serie A
Inter, è l’ora della festa: piegato l’Udinese 5-1
23/05/2021 A 12:48
Calciomercato 2020-2021
Inter-De Paul, l'Udinese non abbassa le pretese: 40 milioni
23/05/2021 A 07:58