La positività al Covid-19 di Samir Handanovic regala la grande occasione a Ionut Radu. Il 23enne portiere romeno del resto pare avere l'Inter e il Sassuolo nel proprio destino. Sabato sera contro gli emiliani difenderà la porta della capolista dopo aver raccolto proprio contro i neroverdi, ma 5 anni prima, l'unica presenza in nerazzurro. Coincidenza per coincidenza, Radu non gioca dal 20 dicembre 2019, quando era ancora al Genoa e l'avversario era la 'sua' Inter.
Dopo essere cresciuto nelle giovanili di tre club romeni - Vitorul Bucarest, Steaua e Dinamo - Ionut Radu nel gennaio 2013 si trasferisce in Italia, alla Pergolettese. In estate passa all'Inter, vincendo scudetto e Supercoppa con gli Allievi, poi Torneo di Viareggio e Coppa Italia nel 2015 con la Primavera. Grazie a Roberto Mancini, esordisce appunto in A il 14 maggio 2016, subentrando a Carrizo che a sua volta giocava al posto dello squalificato Handanovic.

Ionut Radu, portiere Inter

Credit Foto Getty Images

Serie A
Milan-Sassuolo 1-2, pagelle: Leao non c'è, Raspadori show
15 ORE FA
Nel luglio 2017 passa in prestito con opzione e contro opzione di riscatto all'Avellino, in B. Mette insieme 24 presenze, ma gli irpini non lo riscattano. Nell'estate 2018 passa al Genoa in prestito con obbligo di riscatto a 8 milioni di euro. L'Inter però si riserva il diritto di riacquisto, che esercita 12 mesi dopo, lasciandolo comunque in prestito al Grifone. Radu oggi è un portiere di esperienza con 50 gare disputate in A con il Genoa tra il 2018 e il gennaio 2020, prima di andare sei mesi al Parma senza però giocare, chiuso da Sepe e Colombi. Da lì, in ritorno all’Inter come vice di Handanovic.
Adesso la sua chance, da titolare, di nuovo, sabato sera, quando entrerà in campo a San Siro per difendere i pali dell’Inter. E in un certo senso non sarà solo. Come ha raccontato la Gazzetta dello Sport, infatti, Radu ha il suo angelo custode personale: la sorella Ema, deceduta nel 2006 a soli 14 anni. E’ a lei che Ionut dedica ogni suo traguardo. Di certo, contro il Sassuolo, Radu, anche questa volta, dedicherà un pensiero a lei.

Conte: “Ora favoriti? Nella mia carriera ho sempre giocato per vincere”

Serie A
Pioli: "Non abbiamo il fiato corto e non abbiamo paura"
15 ORE FA
Serie A
Spezia-Inter 1-1, le pagelle: Hakimi show, male Handanovic
13 ORE FA