Il 28esimo compleanno di Romelu Lukaku si tinge di giallo. Come informano i Carabinieri della Compagnia Milano Duomo e del Nucleo Radiomobile sono intervenuti, alle 3:00 di questa notte, in un Hotel del centro dove, all’interno di una sala eventi, si stava festeggiando il compleanno dell’attaccante belga nerazzurro.
Nella circostanza, oltre al citato Lukaku, sono state identificate altre 23 persone, tra cui alcuni altri giocatori dell’Inter e il direttore del ristorante dell’Hotel che ha organizzato l’evento. Il Corriere della Sera evidenzia nomi di tre calciatori nerazzurri Ashley Young, Ivan Perisic e Achraf Hakimi. Il direttore e gli ospiti saranno, sanzionati per aver violato la normativa sul contenimento del Covid-19.
Serie A
Inter-Roma 3-1, pagelle: Lukaku c'è, Darboe con personalità
12/05/2021 A 21:13

La ricostruzione e le possibili sanzioni

Secondo quanto ricostruiscono Corriere.it e Gazzetta.it, dopo il 3-1 contro la Roma i quattro calciatori nerazzurri – molto legati anche fuori dal campo – si sono trasferiti con alcuni amici al "The Square Milano Duomo", in via Federico Albricci, e verso le 3:00 di notte sono stati pizzicati dai Carabinieri. Ad avanzare la segnalazione ai carabinieri sarebbe stata un’influencer, un volto televisivo presente al ritrovo, e accostata, nelle ultime settimane, come fiamma di un calciatore. Non è escluso che alla base dell’iniziativa ci sia chi ha voluto speculare e approfittare dell’inevitabile polverone che ne conseguirà.
Una vicenda che, a mesi di distanza, ricorda la violazione del coprifuoco degli juventini McKennie, Dybala e Arthur nell’abitazione del centrocampista americano e che furono multati ed esclusi dalla successiva partita di campionato contro il Torino. La società nerazzurra, che non ha ancora commentato la vicenda, è improbabile che fosse a conoscenza dell’iniziativa di Lukaku e compagni e che soprattutto abbia avallato quello che rimane un incontro clandestino, a tre giorni dal Derby d’Italia contro la Juventus, partita ininfluente ai fini della classifica dei neo campioni d’Italia ma match estremamente sentito da tifosi, squadra, allenatore ed ambiente.

Ibra-Lukaku: voodoo, asino e cosa si sono realmente detti

Serie A
Romelu Lukaku: il centro di gravità dell'Inter di Conte
03/05/2021 A 13:03
Serie A
Milan, Giroud: "Non sono un'alternativa. Posso giocare con Ibra"
IERI A 13:26