Giorni caldissimi in casa Inter. Dopo la convincente vittoria di Firenze che ha permesso alla truppa di Conte di rimanere al secondo posto, è subito tempo di Coppa Italia. Martedì sera c'è la Juve di Andrea Pirlo, per la decisiva semifinale di ritorno. E mentre il campo segue imperterrito il suo destino, la società prova a cambiare il proprio. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, BC Partners, il fondo di private equity favorito per rilevare l'Inter da Suning, potrebbe presto alzare l'iniziale offerta da 750 milioni di euro. Il colosso cinese prende tempo e rasserena l'ambiente in merito alle scadenze. Così ne parla il CorSera.

"In settimana potrebbero pure esserci sviluppi sulle trattative tra Suning e Bc Partners, con un innalzamento della prima offerta di 750 milioni. La proprietà nerazzurra ribadisce che onorerà gli impegni per tutto il 2021 e l’intenzione è cercare un socio di minoranza. Anche il fondo americano Ares resta in corsa per entrare nel club".

Serie A
Inter, BC Partners e la nuova strategia per rilevare il 51%
28/01/2021 A 12:46

Ares, un nuovo player

​Come scrive Calcio e Finanza, Ares è nato nel 1997 e dopo essere diventata una società indipendente nel 2002, l’azienda ha raccolto i suoi primi fondi di private equity e private debt rispettivamente nel 2003 e nel 2004. Alla fine di marzo 2020 la società poteva vantare asset in gestione per 149 miliardi di dollari. Circa il 76% degli asset (112,5 miliardi di dollari) fa parte del settore del credito, il 12% (22 miliardi) del private equity e il 9% (14,1 miliardi) fa parte del settore immobiliare.

Conte: "Sanchez? Numeri impietosi, deve essere più cinico"

Serie A
Inter e BC Partners: ecco le mosse in "stile Milan"
27/01/2021 A 09:34
Calciomercato 2020-2021
Inter, idea Wijnaldum a parametro zero
13 ORE FA