Il giorno dopo la repentina risoluzione del contratto di Antonio Conte, il tifo nerazzurro si ritrova sballottato e un po’ incredulo riguardo al futuro. C’è grande riconoscenza nei confronti del lavoro del tecnico leccese, che ha riportato l’Inter sul trono d’Italia dopo 11 anni, ma anche curiosità e un pizzico di timore per come si ripartirà dopo il suo addio. Se nella giornata di mercoledì, sotto la sede di Via della Liberazione, erano apparsi striscioni contro il presidente Steven Zhang e a favore della necessità di confermare in toto tecnico, staff e squadra, nella giornata odierna - attraverso un comunicato pubblicato sulla propria pagina Facebook - la Curva Nord ammorbidisce i toni confermando piena fiducia nel lavoro dell’amministratore delegato Beppe Marotta e del ds Piero Ausilio.

"Grazie Conte, ma per il bene del club sono necessari sacrifici"

"Ringraziamo prima di tutto Antonio Conte per il grandissimo lavoro svolto alla guida di una squadra che rimarrà per sempre nel Cuore di tutti gli interisti. Il suo compito è stato chiaro sin da subito: farci tornare a vincere. E così è stato. Obiettivo raggiunto. Capiamo le sue scelte ma non possiamo rimanere ciechi a fronte delle ragioni a noi esposte. Come da più parti trapelato infatti, una rappresentanza della Curva ha avuto un incontro chiarificatore con l'attuale dirigenza. Ne è saltato fuori quello che tutti già sanno. Nessuna novità. Bisogna fare dei sacrifici ma non si smantella niente. Il virus che ha travolto il mondo inevitabilmente ha dovuto rimodulare anche le prospettive delle società di calcio".
Calciomercato 2020-2021
Conte, addio all'Inter: nell'accordo la clausola anti-Juve
26/05/2021 A 21:39
"Fino a quando Marotta e Ausilio saranno in sella, ambizioni Inter rimarranno alte”.
"Diamo quindi piena fiducia alla dirigenza dell'Inter, composta da persone competenti e qualificate, per poter far sì che l'Inter si ripresenti ai nastri di partenza per la stagione a venire con tutte le carte in regola per poter ambire alla seconda stella e a far bene in Europa. Non abbiamo parlato con la proprietà ma altresì siamo certi che, fino a quando Marotta e Ausilio saranno in pista, le ambizioni dell'Inter rimarranno immutate. Quindi chiediamo a tutti i tifosi di non cadere in isterismi (ammettiamo noi stessi di essere stati tra i primi a vivere momenti emotivamente complicati) e di rimanere fiduciosi. Qualora poi le azioni della proprietà si discostassero da quanto 'pattuito', ci comporteremo di conseguenza. Pretendiamo e pretenderemo sempre rispetto verso la tifoseria e la storia del club. Ieri è già il passato, il futuro è sempre da conquistare. Non si vive di rendita e non faremo sconti a nessuno. L’Inter siamo noi tifosi".

Inter: ecco gli striscioni di contestazione davanti alla sede

Calciomercato 2020-2021
Conte-Inter, è finita davvero: l'addio è ufficiale
26/05/2021 A 16:32
Serie A
Eder: "Dopo Jiangsu ecco l'Inter, a Suning del calcio frega zero"
26/05/2021 A 15:51