Inter-Napoli, match della dodicesima giornata della Serie A 2020-2021 andato in scena a San Siro, si è concluso col punteggio di 1-0. Gara arbitrata da Massa, l'Inter di Antonio Conte in virtù di questo si porta a quota 27 punti, a -1 dal Milan. Il Napoli di Gattuso resta fermo a quota 23. A decidere la sfida il rigore trasformato da Lukaku, con gli azzurri restati in dieci per espulsione di Insigne ma pericolosi nel finale: Handanovic decisivo e palo colpito da Petagna. Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match, informazioni utili anche per farvi una prima idea se giocate a qualsiasi Fantacalcio.

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Calciomercato 2020-2021
Calhanoglu, visite mediche e poi sarà Inter
3 ORE FA

Le pagelle dell'Inter

Samir HANDANOVIC 7,5 - Dopo qualche mugugno a seguito di prestazioni non convincenti, lo sloveno torna super: miracoli su Insigne e Politano, grande intervento su Di Lorenzo nel finale. I suoi guantoni sono il segreto dei tre punti sofferti dell'Inter.
Milan SKRINIAR 6 – Prestazione a due facce: compie qualche intervento decisivo per la causa, ma ogni tanto si addormenta. E soprattutto rischia il rosso con un intervento ruvido nel finale dopo essere già stato ammonito.
Stefan DE VRIJ 6,5 – In avvio di partita salva bene su lancio di Insigne, poi è bravo a chiudere su Petagna. Nel finale tiene in piedi la nave che rischiava di affondare.
Alessandro BASTONI 5,5 – Nel primo tempo si immola su conclusione di Lozano, lanciato in contropiede. Ma nella ripresa cala: qualche controllo difettoso e un paio di disattenzioni non da lui.

Andrea Petagna, Alessandro Bastoni, Inter-Napoli, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Matteo DARMIAN 6 – Passa la gran parte del match bloccato dietro a formare una linea a cinque e a compiere diagonali preziose. Ha il merito di subire il fallo da rigore.
Nicolò BARELLA 6,5 – Nel primo tempo prende botte da tutte le parti e non fa una piega, ma soprattutto è decisivo nell’azione del rigore una volta passato a vertice basso del centrocampo con l’uscita dal campo di Brozovic.
Marcelo BROZOVIC 5,5 – Regia essenziale, quasi mai rischiando la giocata. Qualche imprecisione dovuta a troppa sufficienza. Esce per infortunio. (Dal 67’ Stefano SENSI 6,5 – Colleziona l’azione da rigore insieme a Barella: un altro piglio rispetto al croato.)
Roberto GAGLIARDINI 5,5 – Mantiene la posizione ed esegue gli ordini nella partita soprattutto difensiva dei nerazzurri, poco altro.
Ashley YOUNG 5 – Altra prestazione senza riuscire a incidere e senza inventarsi nulla: l'inglese svolge solo il suo compito e lo fa male. L'Inter a sinistra ha un grosso problema. (Dall’86’ Danilo D’AMBROSIO S.V.)
Lautaro MARTINEZ 6,5 – La palla-gol nel primo tempo, con il sinistro spalle alla porta che si perde sul fondo, è un’occasione enorme. Nella ripresa è bravo a sacrificarsi e a tenere su la squadra facendo la guerra con i difensori avversari. (Dal 76’ Achraf HAKIMI S.V.)
Romelu LUKAKU 6 – Nella battaglia corpo a corpo con Koulibaly ha la meglio solo a tratti e praticamente solo nel primo tempo. Nella ripresa viene annullato dalla difesa del Napoli, salvo poi trasformare con la solita freddezza il rigore che regala i tre punti all’Inter.
All. Antonio CONTE 5,5 – La vittoria è di quelle pesanti, ma non può bastare. L’Inter si limita a difendere e ha poche idee con il pallone tra i piedi, il cambio Hakimi-Lautaro dopo il gol di Lukaku rischia di essere la zappa sui piedi per i nerazzurri, che si abbassano impauriti e restano in piedi per miracolo. Serve più coraggio.

Romelu Lukaku esulta, Inter-Napoli, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Le pagelle del Napoli

David OSPINA 5 – Nell’unico episodio in cui viene chiamato in causa, combina la frittata: la sua uscita rovinosa su Darmian, con conseguente rigore, è l’episodio che indirizza la partita.
Giovanni DI LORENZO 6,5 – Grande prova in spinta, dalle prima battute fino al finale di forcing del Napoli: dai suoi piedi partono diverse situazioni pericolose.
Kostas MANOLAS 6 – Il suo è un lavoro “pulito”, anche perché l’Inter raramente riesce a rendersi pericolosa e a insidiarlo.
Kalidou KOULIBALY 6,5 – Perde un pallone sanguinoso da cui nasce la palla-gol di Lautaro nel primo tempo, ma poi cresce in chiusura e tiene a bada Lukaku con carisma e leadership.
Mario RUI 6 – Gioca molto alto, in perenne spinta: i chilometri da percorrere per garantire la copertura sono tanti, ma in qualche modo se la cava. (Dall’84’ Faouzi GHOULAM S.V.)
Tiemoue BAKAYOKO 5,5 – Un po’ troppo compassato e irruento: tanta sostanza, ma a intermittenza. (Dal 74’ Fabian RUIZ S.V.)
Diego DEMME 5,5 – Essenziale ma quasi mai un fattore: in copertura tiene bene la posizione, in impostazione fa quello che deve. Ma al Napoli serve qualcosa in più. (Dall’84’ Eljif ELMAS S.V.)
Hirving LOZANO 6,5 – Gli manca solo il gol, ma la prestazione è ottima: è una spina costante per tutta la difesa dell'Inter e si dimostra uno dei giocatori più in forma del Napoli.
Piotr ZIELINSKI 6,5 – Molto attivo e ispirato, soprattutto nel primo tempo. Cala un po’ in concretezza nella ripresa, ma è comunque sempre pericoloso. (Dal 74’ Matteo POLITANO 6,5 – Entra in partita con un ottimo piglio: Handanovic gli dice di no con un grande intervento).
Lorenzo INSIGNE 6 – L’espulsione pesa come un macigno: ripete spesso di non essere stato lui a pronunciare la frase fatale, non abbiamo gli strumenti per giudicare. Parlando della prova, è stata comunque una prestazione positiva.

Dries Mertens a terra, Inter-Napoli, Serie A 2020-21, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Dries MERTENS S.V. – Esce in lacrime dopo un infortunio alla caviglia: la speranza è che sia solo un grosso spavento. (Dal 16’ Andrea PETAGNA 6,5 – Bravo nei corpo a corpo e fermato solo dal palo nel recupero).
All. Gennaro GATTUSO 6 – L’unica pecca della sua squadra è che si butta via da sola, concedendo il rigore agli avversari nel momento migliore e restando in dieci. Difficile anche parlare di poca concretezza, con un Handanovic così e con il palo a fermare Petagna.

Conte: "Qualsiasi cosa faccio è vista in modo negativo"

Calciomercato 2020-2021
Pazza idea Inter: Papu Gomez per completare l'attacco
5 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
Milan: Zaccagni, Ziyech, Adli i nomi per il post Çalhanoglu
9 ORE FA