Suning ha rispettato tutte le scadenze fissate per la giornata di mercoledì 31 marzo 2021. Il gruppo alla guida del club nerazzurro ha, infatti, emesso il bonifico con il quale ha pagato gli stipendi dei propri dipendenti, versando la prima rata dei 13 milioni di euro di Achraf Hakimi che spettava al Real Madrid. Adesso da qui a fine stagione serviranno circa 150 milioni di euro per recuperare altre quattro mensilità, ma la chiusura in arrivo del prestito da 240 milioni di euro dalla Goldman Sachs potrà addirittura permettere di programmare anche la stagione 2021-22. Stando a quanto riferito questa mattina sulle pagine del Corriere dello Sport, nel futuro a breve termine saranno comunque previsti movimenti importanti che riguardano le quote del club nerazzurro. La famiglia Zhang ha, infatti, intenzione di prelevare il 31,05% di minoranza in mano a LionRock Capital, per poi successivamente vendere le parti delle proprie azioni a un altro socio. Se sarà direttamente la maggioranza dell’Inter, o una minoranza destinata a crescere col passare del tempo, non è ancora chiaro nei piani della società.
Di certo, il passivo stimato intorno ai 130 milioni con cui verrà chiuso questo bilancio andrà calmierato con una cessione da fare entro il 30 giugno. Non semplice con il Covid e con gli Europei che rallenteranno le contrattazioni. Attenzione al mercato inglese. Sarà materia per il presidente Zhang che tornerà a Milano a fine aprile o a inizio maggio. Nonostante le difficoltà economiche, la volontà di Steven Zhang, come ricorda Tuttosport, è quella di rimanere al timone dell'Inter. Il presidente ha risposto con i colori dell'Inter al messaggio di un tifoso che chiedeva al presidente di restare.
Sulla voglia di rimanere di Zhang junior - sempre molto attivo sulla Rete, ma lontano dall'Italia dallo scorso ottobre - non ci sono dubbi. Suning ripete di non voler lasciare l'Inter. Ma le cifre del debito, legato al club nerazzurro, sono schizzate. Con queste premesse, sembrano piuttosto nebulose le prospettive di un prolungamento della gestione nerazzurra di Suning. Goldman Sachs non ripeterebbe un'operazione in stile Elliott al Milan. Non è un hedge fund, ma una banca d'affari. Un aiuto potrebbe arrivare, come dicevamo, dagli investitori americani di LionRock Capital, azionista di minoranza dell'Inter. Il 40% del patrimonio del fondo di Hong Kong appartiene a imprenditori statunitensi. Dopo il fondatore Daniel Tseung, gli azionisti principali sono americani: Ned Sherwood, Jonathan Schiff e Martin Shen. Alle spalle di questi manager ci sono importanti famiglie di immobiliaristi USA. E, particolare non secondario, non è ancora arrivata una risposta ufficiale all'offerta da 800 milioni di BC Partners.
Serie A
Inter, stagione salvata con l'aiuto di Goldman Sachs
31/03/2021 A 13:31

Conte: "Società? Voci interessano ma non devono influenzarci"

Serie A
Inter, svelato il nuovo logo: "Il mio nome è la storia"
30/03/2021 A 09:02
Serie A
L'Inter respira: stipendi saldati e Hakimi pagato
29/03/2021 A 16:03