Potrebbe far registrare sviluppi in tempi più rapidi del previsto la trattativa tra Suning e BC Partners per la cessione della maggioranza dell'Inter. Lo rivela Tuttosport secondo cui i manager del fondo londinese starebbero effettuando la due diligence. Lo scenario sembra delineato: difficilmente ci si limiterà alla vendita della minoranza del club nerazzurro, in ballo al contrario c'è più del 51%.

Serie A
Juventus, Dybala salta l'Inter: 15-20 giorni di stop
11/01/2021 A 15:10

Inter ancora cinese? Sì, ma solo al 31%

Tuttosport precisa inoltre che la componente cinese dell'Inter potrebbe essere rappresentata da una quota non superiore al 31%, ovvero quella della società finanziaria Lion Rock Capital il cui ingresso nella società risale a due anni fa. "Essendo basata tra Hong Kong e Isole Cayman - scrive il quotidiano torinese - avrebbe meno difficoltà a muovere capitali fuori dalla Cina". In questo contesto la posizione di Suning si fa sempre più scomoda al di là delle conseguenze economiche provocate dalla pandemia di Covid-19. L'ultima mossa delle autorità centrali di Pechino è emblematica: alla Federcalcio cinese è stato vietato abbinare il nome della proprietà a quello della squadra, eliminando di fatto l'interesse dei grandi gruppi (come Suning) a operare nel mondo del calcio.

Così i cambi di Conte hanno spento l'Inter a Roma

Serie A
Roma-Inter, 5 verità: male i cambi di Conte, Villar-Hakimi show
11/01/2021 A 08:26
Serie A
La Roma acciuffa l’Inter con Mancini: 2-2, il Milan allunga
10/01/2021 A 13:27