"C'è grande amarezza perché abbiamo giocato una brutta gara. Ma il campionato va avanti, dobbiamo mettere giù la testa e pedalare cercando di capire gli errori commessi. Il futuro di Pirlo? Continuiamo con lui, siamo convinti della nostra scelta e ovviamente dobbiamo analizzare cosa non ha funzionato". Con queste parole il direttore sportivo della Juventus Fabio Paratici commenta ai microfoni di Sky Sport la clamorosa sconfitta dei bianconeri contro il Benevento all'Allianz Stadium. E sulle voci in merito al possibile ritorno di Cristiano Ronaldo al Real Madrid, Paratici ribadisce: "Ronaldo è il miglior calciatore del mondo e ce lo teniamo stretto".

Il presunto fallo da rigore su Chiesa

"Non voglio commentarlo, non ci interessa. Le gare vanno analizzate escludendo gli episodi perché altrimenti ti condizionano nella valutazione. Mi sembrava che il fallo ci fosse, ma non sono qui per parlare di questo".
Serie A
Le pagelle di Juve-Benevento 0-1: disastro Arthur
21/03/2021 A 16:36

Cristiano Ronaldo - Juventus-Benevento Serie A 2020-21

Credit Foto Getty Images

"Partita non alla nostra altezza"

"Credo che si possa stare qui tre giorni per capire perché abbiamo giocato così, ci sarebbero tanti aspetti da analizzare e lo faremo in queste due settimane. Ci sarà tempo per pensare alle cose, resta il fatto che non abbiamo effettuato una prova alla nostra altezza".

"Anno di transione? Alla Juve non esiste"

"Noi non eravamo insoddisfatti degli allenatori precedenti, ci sono state motivazioni precise per cui abbiamo cambiato. Non è una sconfitta o una vittoria a determinare la linea di un club. Se questo è un anno di transizione? La parola transizione alla Juventus non esiste, si gioca per vincere sempre tutte le partite e tutte le competizioni. Alcune stagioni vanno meglio e altre peggio, però la transizione non esiste".

Sul progetto di ringiovanimento

"Siamo qui da 11 anni e abbiamo sempre vinto e cambiato. Vincendo la gente non se ne accorge, ma noi abbiamo cambiato parecchio per vincere, anche attraverso scelte difficili che hanno portato a costruire i progetti successivi. Ho sentito dire che era finito il ciclo dopo l'eliminazione col Galatasaray in Champions, dopo Cardiff, dopo Allegri, di cicli ne abbiamo fatti parecchi e continuato a vincere prendendo rischi. A volte riesci a fare entrambe le cose, altre volte non ci riesci. Quando hai una visione nella testa la porti avanti e cerchi di sostenerla".

Pirlo: "Scudetto? Gli obiettivi restano gli stessi"

Serie A
Clamoroso! Il Benevento batte 1-0 la Juve: Scudetto andato?
21/03/2021 A 15:55
Serie A
Juve-Benevento, moviola: Chiesa-Foulon in area, manca rigore
21/03/2021 A 15:17