"Parlo adesso di quanto successo l'altra sera. I tre giocatori coinvolti non sono convocati per la partita di domani (il derby contro il Torino in programma sabato, ndr) e torneranno a lavorare col tempo, vedremo quando. Non voglio più avere a che fare con questo discorso". Con queste parole, pronunciate in apertura di conferenza stampa alla vigilia di Torino-Juventus, il tecnico bianconero Andrea Pirlo ha ufficializzato la decisione di lasciare a casa i tre giocatori coinvolti nella festa a casa di McKennie, un episodio che tanto sta facendo discutere in queste ore a causa della violazione delle norme anti-Covid e che inevitabilmente ha causato la reazione della società bianconera.

"Dobbiamo voltare pagina"

"Bisogna dire che c'è da ripartire perché bisogna andare avanti, voltare pagina e cercare di migliorare. Tutte le volte che c'è una caduta c'è sempre da ripartire. Ci sarà grande orgoglio perché questa è una squadra di campioni che hanno affrontato già momenti come questo. L'approccio è di vincere tutte le partite, poi si vedrà cosa succede sia davanti che dietro".
Serie A
Festa casa McKennie, Juve furiosa: la ricostruzione della serata
02/04/2021 A 07:31

Pirlo: "I 3 esclusi? Decisione mia. Siamo degli esempi"

"Dopo il Benevento c'è voglia di rivalsa"

"Il Toro è cambiato perché c'è molta differenza con l'allenatore di prima, giocano con moduli diversi. Le squadre di Nicola hanno un’impronta ben precisa, sappiamo bene cosa troveremo. Dovremo affrontare la partita con grande rabbia, dopo il Benevento abbiamo voglia di rivalsa".

"Nessun faccia a faccia con la squadra"

"Non c'è stato nessun confronto, i giocatori sono arrivati solo ieri (giovedì, ndr). Abbiamo parlato con tutti singolarmente. Sappiamo l'importanza della gara e sappiamo cos'è successo nelle settimane precedenti. Parleremo prima della partita e la affronteremo al meglio".

Su Cristiano Ronaldo

"Sta bene. Era giustamente arrabbiato perché nelle qualificazioni ai Mondiali devono esserci VAR e Goal Line Technology. Sono partite importanti".

Sul rapporto con i giocatori

"Alzare la voce fuori dal campo non è giusto, nei limiti e nelle regole possono fare quello che vogliono. Alziamo la voce in campo, al di fuori sono grandi e vaccinati ed è giusto che facciano ciò che vogliono nel rispetto delle regole".

Sulle condizioni dei singoli

"Alex Sandro sta bene, ha recuperato dall'infortunio. Ha avuto modo di allenarsi regolarmente è uno dei pochi che non ha avuto problemi. Danilo è a disposizione, aspettiamo gli ultimi tamponi e vedremo chi avremo a disposizione: è un'opzione sia per la difesa che per il centrocampo. Chiellini sta bene, è rientrato dalla Nazionale perché non poteva giocare la seconda partita e la terza era su un campo sintetico. Ringraziamo anche Mancini per questo".

Pirlo: "Scudetto? Gli obiettivi restano gli stessi"

Serie A
Festa a casa McKennie con Arthur e Dybala. La Joya: "Mi scuso"
01/04/2021 A 11:20
Serie A
Juve: Arthur ancora ko, salta il derby col Torino
01/04/2021 A 10:15