Torino-Spezia, match della 18a giornata della Serie A 2020-2021 andato in scena allo stadio Olimpico Grande Torino si è concluso col punteggio di 0-0. Il Torino di Marco Giampaolo in virtù di questo risultato resta ancora in zona pericolante mentre lo Spezia di mister Vincenzo Italiano infila il terzo risultato utile consecutivo. Nessun marcatore e qualche occasione da una parte e dall’altra. Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match, informazioni utili anche per farvi una prima idea se giocate a qualsiasi Fantacalcio.

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Serie A
E' un Toro triste: 82' con l'uomo in più, ma con lo Spezia è 0-0
16/01/2021 A 16:01

Le pagelle del TORINO

Salvatore SIRIGU 6,5 – Alla fine è il migliore del Toro perché salva sui tiri in porta di Gyasi e Piccoli.
Armando IZZO 6 – Non commette grossi errori in un primo tempo troppo molle però del Torino. Dal 46’ Simone ZAZA 5,5 – Non incide.
Gleison BREMER 6 – Non si macchia di particolari errori in difesa, la sua è una partita attenta.
Alessandro BUONGIORNO 5,5 – Il Toro ha l’uomo in più ma si prende un giallo evitabile a fine primo tempo. E Giampaolo lo cambia. Dal 46’ LYANCO 6 – Ingresso non brillantissimo, ma è prezioso con una chiusura nel finale su Piccoli.
Wilfried SINGO 5,5 – Spinge assai meno del solito, non crea superiorità.
Jacopo SEGRE 5 – Male lì in mezzo: lento e poco creativo.
Sasa LUKIC 5 – Non porta la qualità che dovrebbe. Ritmi bassi, qualche pallone perso di troppo.
Karol LINETTY 5 – Poco preciso, anche lui si nota più che altro per il numero di palloni persi che per altro.
Nicola MURRU 5 – Non spinge, non crea, non salta una volta l’uomo. Brutta partita. Dal 72’ Cristian Daniel ANSALDI 6 – Nel finale rischia di trovare il colpaccio. Lo salva solo questa giocata al 90’.
Simone VERDI 5 – Crea l’unica mezza occasione del Torino con quella giocata dal limite a inizio ripresa. Fine. Niente più. Troppo poco. Dal 76’ Amer GOJAK 6 – Porta un po’ di brio a una squadra totalmente priva di gioia.
Andrea BELOTTI 6 – Combatte, si sbatte. Ma deve anche venire a prendersi il pallone basso. La sua, in questa stagione, è davvero una vitaccia.
All. Marco GIAMPAOLO 4,5 – Lo Spezia è senza dubbio una squadra organizzata, ma questo Toro non può giocare così male. Molle, lento, prevedibile, orizzontale. Con l’uomo in più per 82 minuti tocca aspettare il 90° per un brivido. E’ una bocciatura netta e senza attenuanti. Poco altro da dire.

Le pagelle dello SPEZIA

Ivan PROVEDEL 6 – Il Toro non gli crea quasi mai pericoli.
Luca VIGNALI 4 – Un intervento totalmente privo di senso: pericoloso, a gamba alta e tesa, dopo 6 minuti. Davvero senza senso.
Julian CHABOT 6,5 – Non commette errori in una partita molto ordinata e giocata con l’uomo in meno.
Claudio TERZI 6,5 – Come Chabot è preciso nel contenere un Torino troppo lento e prevedibile.
Riccardo MARCHIZZA 6,5 – Partita attenta e generosa in fascia. Non concede mai la superiorità numerica, ha anche una buona chance sui propri piedi. Dall’81’ Juan RAMOS – sv.
Tommaso POBEGA 6,5 – Un bell’inserimento, poi tanta dedizione – come tutto lo Spazio – per chiudere con ordine. Dall’86’ DEIOLA – sv.
Lucien AGOUME 7 – E’ il migliore lì in mezzo, con due fasi precisissime: preziosissimo in copertura, abile quando c’è stato da far uscire palla con qualche break.
Giulio MAGGIORE 6,5 – E’ uno Spezia promosso in massa lì in mezzo perché con uno schieramento preciso e compiti rispettati da tutti mette in scacco il lento Torino. Dall’86’ ERLIC – sv.
Emmanuel GYASI 6,5 – Un paio di spunti interessanti nonostante sia ovviamente innescato poco da compagni.
Roberto PICCOLI 6,5 – Poco trovato davanti, lavora come tutto il resto della squadra per aiutare. Nel finale ha un guizzo, ma è anticipato da Lyanco. Dall’86’ GALABINOVC – sv.
Diego FARIAS 6 – Venti minuti giusto per il più classico dei voti politici. E’ il sacrificato da Italiano per ridare equilibrio dopo il rosso di Vignali. Dal 20’ Nahuel ESTEVEZ 6,5 – Preciso dietro, come tutto il reparto.
All. Vincenzo ITALIANO 7 – La sua squadra si fa un’ora me mezza con l’uomo in meno – recuperi compresi – e di fatto non va mai in sofferenza se non negli ultimi 5 minuti. Lo Spezia dà la sensazione di saper sempre cosa fare. Significa che il tecnico sta facendo un grande lavoro.
Serie A
Spezia-Juve, ufficiali: c'è de Ligt, Moise Kean con Dybala
3 ORE FA
Serie A
Juric: "Belotti non riesce a correre. Rientro? Non abbiamo date"
3 ORE FA