Milan-Juventus, match della 16esima giornata della Serie A 2020-2021 andato in scena a San Siro si è concluso sul punteggio di 1-3. Gara arbitrata da Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia. Il Milan di Stefano Pioli, in virtù di questo risultato, rimane comunque da solo al comando della classifica a +1 sull'Inter, mentre la Juventus di Andrea Pirlo sale a quota 30 punti, a -7 dalla vetta e con una partita in meno. Chiesa sblocca il risultato, poi sul finire del primo tempo Calabria firma il pari. Nella ripresa ancora Chiesa e McKennie fissano il risultato sul definiivo 3-1 per la Juve. Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match, informazioni utili anche per farvi una prima idea se giocate a qualsiasi Fantacalcio.

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Serie A
Milan-Juve 1-3, moviola: manca un rosso a Bentancur
06/01/2021 A 20:40
Champions League, classifiche e risultati gironi | Europa League, classifiche e risultati gironi

Le pagelle del Milan

Gianluigi DONNARUMMA 6 - Sul gol di Chiesa non può nulla, poi dice di no allo stesso 22 della Juve con una parata a mani aperte. Battuto altre due volte nella ripresa senza particolari responsabilità.
Diogo DALOT 6 - Dalla sua parte c'è Ronaldo, ma il cliente più difficile si rivela Frabotta. Impegna severamente Szczesny a inizio ripresa con un destro potente. Non sfigura.
dall'81' Daniel MALDINI s.v. - Entra nel finale e non è giudicabile.
Simon KJAER 5,5 - Tiene bene fino a metà ripresa. Poi soffre la fisicità di Kulusevski e nel finale concede qualcosa di troppo, in ritardo anche sulla zampata di McKennie.
dall'81' Andrea CONTI s.v. - Gioca una manciata di minuti, non giudicabile.
Alessio ROMAGNOLI 5 - Beffato dal tacco geniale di Dybala (cui concede troppo spazio), si fa superare con troppa facilità da Kulusevski nell'azione dell'1-3. Appannato.
Theo HERNANDEZ 4,5 - Si addormenta sul primo gol di Chiesa ed è in evidente difficoltà in fase difensiva. Troppo passivo anche in occasione del secondo gol dell'esterno juventino. In tante occasioni è stata l'arma in più del Milan, stavolta è l'anello debole.
Davide CALABRIA 6,5 - Gioca in mezzo al campo in un ruolo non suo e non sfigura affatto, anzi. Poi estrae dal cilindro un gol bellissimo con un destro di prima intenzione sotto l'incrocio dei pali, frutto di un inserimento perfetto.
dall'81' Pierre KALULU s.v. - Entra a partita finita, ingiudicabile.
Franck KESSIÉ6 - Gioca tantissimi palloni quasi sempre con ludicità e presenza fisica dando una mano in entrambe le fasi. Nel finale paga dazio alla stanchezza.
Samuel CASTILLEJO 5,5 - Il primo a rendersi pericoloso dei suoi con un sinistro rasoterra un po' troppo telefonato. Si accende a intermittenza, non raggiunge la sufficienza.
dall'87' Lorenzo COLOMBO s.v. - Entra nel finale quando ormai la partita ha poco da dire.
Hakan CALHANOGLU 6,5 - Prende per mano la squadra muovendosi su tutta la trequarti campo, dettando il passaggio e tentando personalmente la conclusione. Altra prestazione di buonissimi livello da parte del turco.
Jens Petter HAUGE 5 - Fatica a entrare in partita e sbaglia qualche pallone di troppo. Gioca con buona dedizione, ma non trova mai la giocata.
dal 67' Brahim DIAZ 6 - Entra nel momento più difficile della partita e per lo meno si fa notare con qualche guizzo.
Rafael LEAO 6,5 - Si muove tantissimo e appena può calcia verso la porta. Sfiora il gol in un paio di occasioni nel primo tempo, poi confeziona un assist perfetto per l'1-1 di Calabria. Quando accelera è difficile da prendere. Primo tempo sontuoso, nella ripresa si vede poco.
All.: Stefano PIOLI 6,5 - La lunga lista di assenze non cambia di una virgola lo spartito: a prescindere da chi gioca, in campo si vede una squadra organizzata, propositiva e mai doma. Alla lunga paga le tante defezioni e una panchina non all'altezza. Ma merita comunque un applauso per il suo lavoro.

Paulo Dybala e Jens Petter Hauge - Milan-Juventus Serie A 2020-21

Credit Foto Getty Images

Le pagelle della Juventus

Wojciech SZCZESNY 7 - Reattivo sulle conclusioni di Castillejo, Leao, Dalot e sul quasi autogol di Ramsey. Sempre sicuro tra i pali, incolpevole sul gol di Calabria.
DANILO5,5 - Non sempre puntuale nelle chiusure e preciso negli appoggi. Soffre la rapidità di Leao soprattutto nel primo tempo, nella ripresa prende le misure.
Leonardo BONUCCI 6 - A conti fatti la sua prestazione è positiva al netto di qualche pallone non gestito nel migliore dei modi nella fase iniziale della gara.
Matthijs DE LIGT 7 - Presenza fisica, senso della posizione e bravo nella lettura di tante situazioni delicate. Uno dei più brillanti.
Gianluca FRABOTTA 6,5 - Avvio di gara di grande personalità, sulla sinistra viaggia che è un piacere e mette in difficoltà Dalot. Garantisce spinta e copertura per tutta la partita.
dall'87' Merih DEMIRAL s.v. - Entra nel finale, non giudicabile.
Federico CHIESA 8 - L'uomo della partita: colpisce subito un palo clamoroso, poi trafigge Donnarumma con un diagonale di precisione chirurgica e concede il bis con un interno sinistro in buca d'angolo dal limite dell'area. Serata magica, doppietta straordinaria.

Come Chiesa ha mandato in tilt Theo Hernández

dal 63' Dejan KULUSEVSKI 7 - Impatto super sulla partita. Manda in tilt la difesa del Milan con la sua fisicità e apparecchia un assist per il 3-1 di McKennie.
Rodrigo BENTANCUR 5 - Pronti, via e perde un brutto pallone al limite regalando una palla gol al Milan. In mezzo al campo soffre il dinamismo di Calhanoglu e la forza di Kessie. In ombra, rischia anche il rosso.
dal 74' ARTHUR s.v. - Gioca il quarto d'ora finale limitandosi a contenere il confuso attacco del Milan.
Adrien RABIOT 6 - Gioca sotto ritmo in mezzo al campo senza riuscire a verticalizzare. Perde il pallone da cui nasce l'1-1 del Milan anche se restano dubbi sulla liceità dell'intervento di Calhanoglu. Sua però la verticalizzazione da cui nasce l'1-3.
Aaron RAMSEY 5 - Né carne né pesce. Non supporta la manovra offensiva, spesso si fa trovare fuori posizione e rischia persino un clamoroso autogol.
dal 74' Federico BERNARDESCHI s.v. - Entra nel quarto d'ora finale, troppo poco per giudicarlo.
Paulo DYBALA 7 - Geniale l'assist di tacco che manda in gol Chiesa, dal suo piede nasce anche l'azione del 2-1. Sulla trequarti danza col pallone, una delle migliori versioni dell'argentino in questa stagione.
dal 64' Weston MCKENNIE 7 - Senza dubbio una delle sorprese più piacevoli di questa Juve targata Pirlo. Entra e lascia subito il segno segnando il gol che chiude i conti: gol facile, è vero, ma lui c'è.
Cristiano RONALDO 5 - Spento, quasi assente dalla partita. Di lui non si ricorda un guizzo degno di nota, senza dubbio una delle prestazioni più incolori da quando indossa la maglia bianconera.
All.: Andrea PIRLO 6,5 - La Juve parte bene, poi cala improvvisamente per riaccendersi nella ripresa. Risolve la partita azzeccando i cambi e sfruttando una panchina ricchissima: azzeccata in particolare la mossa Kulusevski.

Quagliarella alla Juve? Simakan vicino al Milan

Serie A
La Juventus sbanca San Siro: strepitoso Chiesa, Milan ko 1-3
06/01/2021 A 19:08
Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (29/07)
5 ORE FA