Milan-Juventus, sfida valida per la sedicesima giornata della Serie A 2020/21, si giocherà allo stadio Meazza di Milano mercoledì 6 gennaio con fischio d'inizio alle ore 20.45. Andiamo a vedere le probabili formazioni aggiornate in tempo reale, gli indisponibili per Covid, gli infortunati, gli squalificati e i dubbi dei due allenatori alla vigilia di un match che mette in palio punti pesanti per la classifica e le ambizioni delle due squadre.

Probabili formazioni

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Calhanoglu, Kessié; Castillejo, Hauge, Diaz; Leao. All. Pioli
Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (29/07)
11 ORE FA
Squalificati: Tonali
Indisponibili: Bennacer, Gabbia, Ibrahimovic, Saelemaekers, Rebic, Krunic
JUVENTUS (3-4-1-2): Szczesny; Demiral, de Ligt, Bonucci; F.Chiesa, McKennie, Bentancur, Danilo; Ramsey; Dybala, Cristiano Ronaldo. All. Andrea Pirlo
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Alex Sandro, Morata, Cuadrado

Statistiche Opta

Dopo il 4-2 dello scorso luglio, il Milan potrebbe vincere due partite di fila in Serie A contro la Juventus per la prima volta dal 2010, quando sulla panchina rossonera c'era Leonardo.
Milan e Juventus non si affrontano in Serie A con i rossoneri avanti alla Vecchia Signora in classifica dal novembre 2015 - in quell'occasione tuttavia, i bianconeri trovarono il successo per 1-0 grazie alla rete di Paulo Dybala.
L'ultimo pareggio tra Milan e Juventus in Serie A risale al febbraio 2012 (1-1, Nocerino e Matri in gol) - da allora tre vittorie rossonere e 13 piemontesi.
Il Milan ha segnato almeno due gol in 17 partite consecutive di Serie A, nella storia dei cinque maggiori campionati europei solo tre squadre hanno fatto meglio: il Bayern Monaco (20 nel 2014), il Barcellona (18 nel 2013 e nel 2006 e 19 nel 1948) e il Manchester United (22 nel 1959).
Il Milan va a segno da 17 partite interne consecutive di Serie A, record per i rossoneri dal 2010 (19 tra le gestioni Leonardo e Allegri): risale a esattamente un anno fa l'ultima partita interna senza gol per i rossoneri (6 gennaio 2020: 0-0 v Sampdoria).
Dopo il 4-0 al Tardini contro il Parma, la Juventus potrebbe tenere la porta inviolata per due trasferte di fila in Serie A per la prima volta dal settembre 2019, nelle prime due gare esterne di Maurizio Sarri.
Il 41% delle vittorie del Milan negli anni 2000 in Serie A è arrivata con Andrea Pirlo in campo (167 su 407). Inoltre, da ex contro i rossoneri ha ottenuto cinque successi in sette precedenti in Serie A (1N, 1P).
Contro il Benevento, Rafael Leão è diventato il il secondo straniero più giovane a raggiungere 10 gol con il Milan in Serie A (21 anni, 207 giorni) dopo Alexandre Pato (19 anni, 19 giorni) – il portoghese ha preso parte a sette reti in questo campionato in 11 match (quattro centri, tre assist), eguagliando il bottino della scorsa stagione con 20 presenze in meno.
Il 64% dei gol dell’attaccante della Juventus Cristiano Ronaldo in questa Serie A è stato segnato in trasferta (9/14): è la sua percentuale più alta in una singola stagione da quando milita nei cinque maggiori campionati europei.
Paulo Dybala ha segnato sette reti in 11 sfide di Serie A contro il Milan, anche se non ha mai trovato il gol a San Siro contro i rossoneri con la maglia della Juventus.

Fantacalcio: i consigli per la 16a giornata di Serie A

Calciomercato 2020-2021
Locatelli distante dalla Juve; Romero-Barça? La Dea vuole 60 milioni
13 ORE FA
Calcio
Maxi Lopez lascia il calcio a 37 anni: "Un viaggio bellissimo"
13 ORE FA