"Capita di litigare, è un episodio brutto da vedere ma finisce lì. Siamo pronti a difendere in ogni maniera il nostro giocatore se si dovesse tirar fuori il razzismo, non ha niente a che fare con Ibrahimovic". Così, ai microfoni di Sky Sport nel prepartita di Bologna-Milan, il direttore dell'area tecnica dei rossoneri Paolo Maldini commenta la lite furibonda che ha visto protagonisti Ibra e Lukaku nel derby di Coppa Italia vinto 2-1 dall'Inter martedì scorso a San Siro: "Ibra era dispiaciuto per avere lasciato la squadra in dieci - precisa l'ex capitano del Milan -. Lui ha difeso i suoi compagni, aggrediti da Lukaku senza alcun tipo di motivazione. è durata veramente troppo questa disputa".

Sul rinnovo di Donnarumma

"Stiamo parlando. Abbiamo congelato la questione rinnovi anche per il mercato, un mercato che ci ha visto protagonisti. La proprietà ci ha permesso di fare quello che volevamo entro certi paletti economici e dobbiamo essere grati. Abbiamo una squadra in grado di arrivare in fondo alle due competizioni".
Coppa Italia
Lite nel derby: Ibra e Lukaku squalificati per una giornata
29/01/2021 A 11:56

Su Tomori

"Può fare la differenza fisicamente, ha la capacità di aggredire e di difendere in una linea a quattro. Il calcio va verso l'uno contro uno ma non bisogna mai perdere l'idea di compattezza. Lui combina queste due cose molto bene".

Scudetto possibile?

"Se facciamo 43 punti come all'andata. Come rosa siamo più completi, abbiamo più consapevolezza. Se a fine anno non avremo vinto lo Scudetto non sarà un problema, ma non provarci lo sarebbe perché vorrebbe dire che non abbiamo le giuste ambizioni".

Ibra-Lukaku: voodoo, asino e cosa si sono realmente detti

Serie A
Ibra-Lukaku: non mi è piaciuta la 'resa' di Valeri
29/01/2021 A 10:00
Coppa Italia
Ibra vs Lukaku, procura FIGC aprirà inchiesta
28/01/2021 A 09:56