"Zlatan ha sfruttato il minutaggio di giovedì, non sappiamo se avrà i 90 minuti ma la sua presenza è importante, ci darà tanto". In conferenza stampa alla vigilia di Fiorentina-Milan il tecnico rossonero Stefano Pioli annuncia la presenza nell'undici titolare di Ibrahimovic, tornato in campo per uno spezzone di gara nel match perso 1-0 contro il Manchester United nel ritorno degli ottavi di finale di Europa League. E sulle parole dello svedese che, nel post partita con gli inglesi, ha indicato lo Scudetto come obiettivo, Pioli dice: "Le parole di Zlatan mi sono piaciute tantissimo. Non poteva dire altro. Noi dobbiamo puntare al massimo, mancano 11 giornate, siamo lì in piena lotta e dobbiamo provare a vincerle tutte, giocando al massimo ogni gara".

Sul momento di Calhanoglu

"Il Covid e gli infortuni ti impediscono di essere brillante. Lui è un giocatore importante, sta cercando di ritrovare la migliore condizione psicofisica, lo farà presto e tornerà a essere determinante".
Calciomercato 2020-2021
Milan, Vlahovic e Vlasic nel mirino. Haaland: il Barça ci prova
20/03/2021 A 08:35

Çalhanoglu a duello con Fred in Milan-Manchester United - Europa League 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Su Bennacer

"Sta meglio, è la prima settimana in cui ha lavorato a ritmi alti, non penso che con la Fiorentina giocherà dall'inizio ma potrà essere utile. Trequartista? Lo può fare, l'importante è che stia bene perché ha importanti caratteristiche che si sposano col nostro modo di stare in campo".

Sui tanti infortuni

"Sapevamo che questa stagione sarebbe stata impegnativa. Sento che la squadra ha superato il momento delicato, le ultime prestazioni sono state da squadra forte: abbiamo perso per episodi ma non sono mancate convinzione e qualità. Mi aspetto un ottimo finale di campionato. Gli infortuni sono stati troppi. Ci sono delle giustificazioni, anche se in alcuni casi qualcosa ci è sfuggito e non dovrà ricapitare. Anche lo storico di un giocatore è importante, ci stiamo lavorando perché non siamo soddisfatti di questi numeri".

Sulla partita con la Fiorentina

"A Firenze ho vissuto tanto da giocatore e da allenatore. Poi quanto successo con la tragedia di Davide (Astori, ndr) sono cose che ti lasciano il segno, non sarà mai una partita normale. Firenze e la Fiorentina sono più di un avversario, l'anno scorso ho ricevuto un'accoglienza che mi aveva riempito di gioia. Sarà una gara difficile ma abbiamo le qualità per fare bene".

Su Vlahovic

"È cresciuto molto bene, ho sempre apprezzato la sua volontà, è un lavoratore incredibile, quando ti alleni così sei destinato a migliorare. E' un ottimo centravanti ma è giovane e starei attento ai paragoni. Spero continui a fare bene, dalla prossima gara".

Pioli: "Ora serve determinazione per prenderci la Champions"

Europa League
Pioli, insulti a Solskjaer dopo il ko con lo United?
19/03/2021 A 10:33
Europa League
Pioli: "Non meritavamo di uscire. Assenze? Niente alibi"
18/03/2021 A 22:40