L’uscita dal campo in lacrime sulla barella e quell’espressione affranta e veramente dolorante avevano fatto presagire che l’infortunio occorso a Dries Mertens nel primo quarto d’ora di Inter-Napoli, fosse serio e gli esami purtroppo hanno confermato la serietà del trauma occorso all’attaccante belga. Come recita il comunicato pubblicato dal sito ufficiale del club partenopeo, Mertens oggi si è sottoposto, presso la Clinica Pineta Grande, ad accertamenti diagnostici che hanno evidenziato un trauma distorsivo di primo/secondo grado alla caviglia sinistra con interessamento dei legamenti (comparto mediale), come riportato dal sito ufficiale del Napoli. Le sue condizioni saranno rivalutate tra tre settimane. Il cannoniere della squadra di Gattuso ha già iniziato questo pomeriggio la riabilitazione che proseguirà in Belgio durante il periodo natalizio.

Emergenza attacco contro Lazio e Torino

Serie A
Inter-Napoli 1-0, 5 verità: per Conte tre punti d'oro, ma basta?
17/12/2020 A 09:03
L’assenza di Mertens assottiglia ancor più le scelte in attacco di Rino Gattuso, per le ultime due partite prima della sosta natalizia che vedranno il Napoli sfidare la Lazio e il Torino. Oltre a Mertens, infatti, l’infermeria conta anche Victor Osimhen: out da qualche settimana per un problema alla spalla che dovrebbe riconsegnarlo in campo non prima del 3 gennaio (dopo la pausa natalizia). Se a ciò aggiungiamo anche l'espulsione di Insigne, per il ‘vai a ca...” rivolta mercoledì all’arbitro Massa e che ha fatto indispettire Gattuso nel post partita di Inter-Napoli, domenica contro i biancocelesti di Inzaghi Gattuso potrà contare solo su Lozano, Petagna e Politano (visto che Milik dall'inizio della stagione è fuori rosa e già a gennaio potrebbe fare le valigie). La speranza a questo punto è che la squalifica ad Insigne sia solo di una giornata e che almeno il capitano possa essere a disposizione per l’ultimo match stagionale allo “Stadio Diego Maradona” contro il Toro di Marco Giampaolo.

Gattuso: “C’è amarezza: la sconfitta non ci stava”

Serie A
Lukaku: "Inter squadra di fratelli, orgoglioso di giocare qui"
2 ORE FA
Serie A
De Laurentiis: "Superlega? Dissi ad Agnelli che era un errore"
3 ORE FA