Napoli-Verona, match valido per la 38esima giornata di Serie A, si è concluso con il punteggio di 1-1. Gara arbitrata da Chiffi, in virtù di questo risultato la formazione di Gennaro Gattuso chiude al quinto posto in classifica, mentre i gialloblù di Ivan Juric concludono il campionato a quota 45 punti. A segno Rrhamani e Faraoni. Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match.
Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata

Le pagelle del Napoli

Calciomercato 2020-2021
Ufficiale: Frabotta lascia la Juve e va in prestito al Verona
6 ORE FA
Alex MERET 6 – Può poco sul gol di Faraoni. Prestazione positiva, con diverse uscite attente e un buon intervento su Dimarco.
Giovanni DI LORENZO 5 – Fa e disfa. Prova a proporsi con costanza davanti, ma senza essere efficace. E compie alcuni gravi errori di distrazione.
Kostas MANOLAS 6 – Non è sempre pulitissimo, soprattutto in impostazione. Ma in chiusura fa sempre il suo.
Amir RRHAMANI 6,5 – Segna nel momento più complicato e sembra spianare la strada alla qualificazione in Champions. La sua prova non si limita al gol: bene anche dietro. Può fare meglio in occasione del gol di Faraoni, ma l’errore più grave è quello di Hysaj.

Un contrasto aereo fra Rrhamani e Kalinic, Napoli-Verona, Serie A 2020-21, LaPresse

Credit Foto LaPresse

Elseid HYSAJ 4,5 – Dormita pesantissima in occasione del gol di Faraoni dopo una prestazione poco positiva: serata da incubo. (Dal 72’ Mario RUI 6 – Si presenta al match con una conclusione dalla trequarti: altissima.)
Fabian RUIZ 5 – Lavora bene in schermo, con un paio di recuperi importanti. Ma quando deve ribaltare l’azione è un mezzo disastro: lento, impreciso e con poche idee.
Tiemoue BAKAYOKO 4,5 – Prova deludente: tiene botta solo nel gioco aereo, per il resto è tra i punti nevralgici del Napoli. Lento e impreciso. E rischia il rosso. (Dal 81’ Andrea PETAGNA 6 – Per centimetri, all’ultimo secondo non trasforma la notte napoletana in trionfale).
Hirving LOZANO 5 – Il lavoro in fase di copertura è apprezzabile, ma davanti non riesce a incidere. Prova a mettersi in proprio nello stretto ma con poca efficacia: è un po’ slegato dai compagni. (Dal 67’ Matteo POLITANO 6,5 – Entra bene, creando diversi pericoli: si conferma tra i più positivi in rosa).
Piotr ZIELINSKI 5 – Prova a velocizzare l’azione, ma anche lui è poco preciso. Stecca nel momento più importante. (Dal 72’ Dries MERTENS 5,5 – L’unico lampo è il contatto con Udogie: dubbio, ma non c’è rigore.)
Lorenzo INSIGNE 5,5 – Nel primo tempo va a un passo da gol e spesso si abbassa per provare a inventare. Ma anche lui non riesce a fare la differenza.
Victor OSIMHEN 5 – Viene divorato da un super Gunter, sia per i meriti del difensore sia per proprie colpe: movimenti confusionari e pigri.
All. Gennaro GATTUSO 5 – Sembra non crederci, sarà per la tensione del momento: non trasmette energia ai suoi, che scendono in campo rassegnati pur avendo il destino nelle proprie mani.

Le pagelle del Verona

Ivor PANDUR 6 – Bada poco per il sottile: altro che costruzione dal basso, si va solo di lanci lunghi. Non deve compiere interventi. (Dal 63’ Alessandro BERARDI 6 – Juric gli dà fiducia a partita in corso e non sfigura: nessun miracolo, ma buone parate.)
Federico CECCHERINI 6,5 – Nel primo tempo compie un grandissimo intervento su Insigne, pronto a calciare a botta sicura in contropiede. Prestazione attenta. (Dal 76’ Matteo LOVATO S.V.)
Koray GUNTER 7 – Prestazione gigantesca in marcatura su Osimhen. L'attaccante del Napoli viene annullato dall'inizio alla fine: prova pazzesca del centrale dell'Hellas.
Federico DIMARCO 6,5 – Altra prova totale del ragazzo cresciuto nel vivaio dell’Inter. Nei tre dietro è molto attento, ma spesso si sgancia e crea pericoli: un paio di occasioni.
Davide FARAONI 7 – Scatenato sulla destra, sia in fase di non possesso (ottimi anticipi) sia in spinta: il gol ne è la dimostrazione. (Dal 76’ Kevin RUEGG S.V.)
Pawel DAWIDOWICZ 6 – Lascia il campo per un affaticamento dopo una prova ordinata: regia essenziale, senza strafare, e coperture attente. (Dal 41’ Destiny UDOGIE 6,5 – Gioca con intensità e in modo pulito: ottima energia nel centrocampo).
Ivan ILIC 6,5 – Fa bene la doppia fase: si abbassa per impostare ed è pronto a buttarsi negli spazi, ma non fa mancare il suo apporto in copertura.
Darko LAZOVIC 6,5 – Vince nettamente la sfida sulla fascia con Di Lorenzo: soprattutto nel primo tempo è un fattore.
Daniel BESSA 6 – Parte bene, mettendo in campo tutta la sua velocità e lo spirito d’iniziativa che non è mai mancato. Sparisce un po’ dalla partita nella ripresa.
Mattia ZACCAGNI 7 – Non crea occasioni, ma nonostante questo è tra i migliori del Verona: si carica i compagni sulle spalle, svaria ed è sempre presente.
Nikola KALINIC 6 – Ha poche occasioni per colpire: prova a inventarsi un tacco nel primo tempo, ma invano. Protegge bene palla. (Dal 63’ Kevin LASAGNA 6 – Come Kalinic: poche occasioni, tanto lavoro).
All. Ivan JURIC 7 – Il suo Verona non molla di una virgola e conclude alla grande un'altra ottima stagione: il modo migliore per onorare il campionato.

Conte: "Gattuso? Come me soggetto a critiche a volte ingiuste"

Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (30/07)
6 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (29/07)
IERI A 20:05