Ogni post giornata, analizziamo tutto quello che è successo e proviamo a stilare un Pagellone della partite appena andate in archivio. Chi è stato il protagonista principale? Quale squadra si è confermata con un trend positivo? E chi invece ha tradito qualche difficoltà e ha deluso le aspettative? Oppure chi l'ha combinata grossa, mettendo in difficoltà la propria squadra? Ecco il meglio e il peggio di ciò che ha prodotto la 37a giornata di Serie A.

Voto 10…all’Atalanta, che si conferma squadra da Champions League

Vittoria per 4-3 a Genova, 90 gol fatti, 78 punti in classifica e la matematica certezza di aver conquistato la terza partecipazione alla Champions League consecutiva. L’Atalanta di Gasperini si fa un grande regalo proprio alla vigilia della finale di Coppa Italia (in programma mercoledì contro la Juventus) e si prepara ad ospitare il Milan negli ultimi 90 minuti di un campionato che potrebbero vederla chiudere addirittura al secondo posto. Un’ennesima grande stagione della Dea, che si conferma “big” tra le “big” e si gode il suo continuo percorso di crescita. Niente nel calcio va dato per scontato: ecco perché rimanere così a lungo a questi livelli va applaudito e sottolineato.
Serie A
Pioli: "5° posto? Sarebbe delusione non fallimento"
16/05/2021 A 21:31
LEGGI ANCHE: Il report di Genoa-Atalanta 3-4 I Le pagelle di Genoa-Atalanta 3-4: Zapata-Malinovskyi show
  • I numeri dell'Atalanta 2020-21 di Gasperini alla 37ª giornata
Punti 78 (2° posto)
Gol fatti90 (miglior attacco)
Media gol partita2,43
Gol subiti45 (6ª miglior difesa)
Assist totali 64 (1° posto
Tiri in porta 278 (1° posto)
Tiri totali 570 (2° posto)
Calciatori in gol 16
Calciatori con più di 5 gol6 (Muriel 22, Zapata 15, Gosens 11, Malinovskyi 8, Ilicic e Pasalic 6)

Voto 9…al Napoli, che regge la pressione e sbanca Firenze

Il 3-2 della Juventus sull’Inter avrebbe potuto mettere eccesiva pressione agli azzurri di Gattuso, evocando anche i cattivi ricordi della Firenze di tre anni fa. E invece il Napoli non ha sbagliato, ha sbloccato grazie a un rigore nella ripresa una partita scorbutica e ha chiuso il match poco dopo, trovando una vittoria cruciale nella rincorsa alla qualificazione per la prossima Champions. Ora ai campani basterà battere l’Hellas per avere l’aritmetica certezza di chiudere tra le prime quattro. Un obiettivo sicuramente alla portata. Ci siamo quasi.
LEGGI ANCHE: Il report di Fiorentina-Napoli 0-2 I Fiorentina-Napoli 0-2, pagelle: Insigne domina, Milenkovic sbaglia

Lorenzo Insigne dopo il gol in Napoli-Crotone Serie A 2020-21

Credit Foto Getty Images

Voto 8…allo Spezia di Italiano e al Cagliari, squadre meritatamente salve

Voto alto a entrambe. Alla squadra ligure per il 4-1 al Torino che sancisce la permanenza nella categoria ed esalta il lavoro di Vincenzo Italiano, bravissimo a valorizzare con gioco e idee una rosa dai modesti contenuti tecnici. L’organizzazione fa la forza, allo Spezia come al Cagliari di Semplici che, dopo aver brindato nel pomeriggio al raggiungimento dell’obiettivo grazie al Crotone, ha onorato l’impegno di San Siro, pareggiando con il Milan e allungando sul Torino. La rimonta sarda è stata eroica e facilitata dai giocatori di esperienza, temperamento e valore presenti in rosa. Molto bene entrambe, felicemente squadre di Serie A.
LEGGI ANCHE: Il report di Spezia-Torino 4-1 I Le pagelle di Spezia-Torino 4-1: brillano Nzola e Saponara

L'esultanza collettiva dello Spezia, Spezia-Torino, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Voto 7…a bomber Simy e all’orgoglio del Crotone

La zampata nel finale del nigeriano blocca il Benevento e dá un meritato pareggio al Crotone di Cosmi, ridotto in 10 già dal primo tempo per l’espulsione di Golemic. Un prova di cuore e orgoglio per i calabresi, già ampiamenti retrocessi ma non per questo meno combattivi. Menzione d’onore per Nwankwo Simy, arrivato a quota 20 gol (l’unico altro calciatore africano ad aver raggiunto questa cifra in Serie A resta Samuel Eto’o) e autore di un grande girone di ritorno che potrebbe dargli una nuova occasione nel massimo campionato. Tante le squadre interessate a lui: apprezzamenti meritati.
LEGGI ANCHE: Il report di Benevento-Crotone 1-1 I Le pagelle di Benevento-Crotone 1-1: Lapadula non basta

Chi è Simy, il bomber che a marzo ha segnato più di CR7 e Benzema

Voto 6…alla Roma: perché questa prestazione solo nel derby?

2-0 secco alla Lazio, dominando una partita grazie al gioco, all’intensità, all’attenzione. La domanda sorge spontanea: perché proprio ora? Perché adesso la Roma ha offerto una prestazione del genere in un derby che non contava praticamente nulla ai fini della classifica? Perché ora questa fame improvvisa? La squadra giallorossa con ogni probabilità finirà al settimo posto, qualificata per la prossima Conference League. Ma in attesa che inizi l’era Mourinho qualche rimpianto c’é: con la rosa a disposizione c’erano i mezzi per fare qualcosa di più.
LEGGI ANCHE: Il report di Roma-Lazio 2-0 I Roma-Lazio 2-0, pagelle: Dzeko fa impazzire Acerbi

L'esultanza collettiva della Roma dopo il successo contro la Lazio, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Voto 5…alla Lazio, definitivamente sesta

Dall’altra parte della Capitale sono terminati i sogni di gloria. La Lazio è matematicamente sesta, a prescindere dai risultati con Torino e Sassuolo. Tre sconfitte nelle ultime sei, un po’ troppe per chi ambiva a raggiungere il treno Champions. Derby perso male, con qualche assenza e diversi giocatori acciaccati. Ora arriva il momento delle analisi, in cui il club biancoceleste deve organizzarsi e capire a cosa puntare nell’immimente futuro.
Roma-Lazio 2-0, 5 verità: Fonseca saluta da signore

Voto 4…al Milan, che si è messo in una brutta situazione

Dalla gloria alla paura. Il Milan di Stefano Pioli non va oltre lo 0-0 casalingo contro il Cagliari e si mette in una situazione davvero pericolosa alla vigilia dell’ultimo turno di campionato. I rossoneri dovranno vincere a Bergamo per staccare il pass per la Champions League: con un pareggio o una sconfitta e le contemporanee vittorie di Juventus (a Bologna) e Napoli (contro il Verona), il Diavolo si troverebbe clamorosamente quinto e ancora una volta escluso dalla competizione più prestigiosa per club. Un incubo che i tifosi rossoneri non si augurano e che potrebbe essere esorcizzato solo grazie a una grande prova finale contro l’Atalanta. 90 minuti tutti da vivere.
LEGGI ANCHE: Il report di Milan-Cagliari 0-0 I Milan-Cagliari, pagelle: Donnarumma miracoloso, Rebic bocciato
  • La rincorsa Champions a 90' dallo scadere
Posizione e squadraPunti
1. Inter *88
2. Atalanta **78
3. Milan 76
4. Napoli76
5. Juventus75

Voto 3…all’Udinese, che ha smesso di giocare

Veloci, ma incisivi: in un campionato dove squadre già salve lottano e si impegnano e squadre già retrocesse si dannano l’anima, stride l’atteggiamento dell’Udinese, che contro la Sampdoria infila in modo svogliato la terza sconfitta nelle ultime quattro e scivola al dodicesimo posto, a quota 40 punti. I friulani sono serenamente salvi e serenamente in vacanza. Un’abitudine tutta italiana che inizia a non piacere più.
LEGGI ANCHE: Il report di Udinese-Sampdoria 1-0 I Udinese-Sampdoria 0-1, pagelle: brilla Quagliarella

Voto 2…a un Parma non proprio dignitoso

Otto sconfitte di fila (record negativo nella storia del club) e ultimo posto che diventa sempre più probabile. Il Parma incassa altre tre reti dal Sassuolo e conferma di aver abbandonato totalmente l’idea di onorare questo campionato molto negativo. Perderle tutte, a maggior ragione in questo modo, non è molto dignitoso. Era auspicabile quantomeno una reazione d’orgoglio.
LEGGI ANCHE: Il report di Parma-Sassuolo 1-3 I Parma-Sassuolo, pagelle: Boga e Berardi top class

Roberto D’Aversa abbacchiato per il finale di stagione del Parma

Credit Foto Getty Images

Voto 1…all’arbitraggio di Calvarese in Juventus-Inter

Lo abbiamo già analizzato in modo approfondito (Juve-Inter 3-2, moviola: 3 rigori e 2 rossi, Calvarese non convince), ma merita un ulteriore voto a sé stante. Imbarazzante e inadeguata la prova offerta dalla squadra arbitrale in Juventus-Inter. Errori, decisioni sbagliate, decisioni mancate, richiami del VAR non proprio uniformi, cartellini risparmiati e cartellini dati in modo troppo affrettato. Un disastro su tutti i fronti, quello di Calvarese e dei suoi colleghi. Peccato, un match di quell’importanza avrebbe meritato sicuramente una direzione degna di essere chiamata tale.
LEGGI ANCHE: Il report di Juve-Inter 3-2 I Juve-Inter, pagelle: Cuadrado MVP, Darmian e Benta male

Stellini: "Calvarese? Episodi parlano da soli, tutti hanno visto"

Voto 0…al Torino, che deve far punti a Roma per evitare spareggi

Dopo i sette gol subiti dal Milan, eccone altri quattro dallo Spezia. Lo 0 lo meriterebbe anche il Benevento, incapace di battere il Crotone, ma lo diamo al Torino per il modo in cui stanno arrivando le ultime sconfitte. Una squadra scollegata, allo sbando, totalmente priva di coraggio. I granata devono conquistare almeno un punto contro la Lazio nel recupero per evitare di essere costretti a sudare freddo nell’ultima giornata contro il Benevento. Con un ko a Roma quello diventerebbe uno spareggio vero e proprio.
Lo Spezia è salvo! Secco 4-1 ad un Toro in crisi nera

Pirlo: "CR7? L'ho visto contento di uscire. Su Calvarese..."

Serie A
Inzaghi amaro: "Troppe occasioni sprecate, ma non è finita"
16/05/2021 A 16:03
Serie A
Milan, Scaroni lancia l'allarme: "Stadi? Ora basta, vanno riaperti"
IERI A 07:58