Roma-Lazio, match della 37esima giornata di Serie A andato in scena all'Olimpico, si è concluso con il risultato di 2-0. Gara arbitrata da Pairetto, in virtù di questo risultato i giallorossi si portano a +5 dal Sassuolo mentre i biancocelesti salutano il sogno Champions League. A segno Mkhitaryan e Pedro, nel finale espulso Acerbi. Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match, informazioni utili anche per farvi una prima idea se giocate a qualsiasi Fantacalcio.
Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata

Le pagelle della Roma

Calciomercato 2020-2021
Roma-Shomurodov, è fatta: operazione col Genoa da 20 milioni
10 ORE FA
Daniel FUZATO 7 – Compie due ottimi interventi, uno per tempo: prima su Luis Alberto, poi sul tacco di Immobile (partito però in fuorigioco). Le due parate rubano l’occhio, ma ci sono altre iniziative interessanti nell’arco del match.
Rick KARSDORP 6,5 – Nel primo tempo è protagonista di un grande salvataggio su Luis Alberto in area di rigore. Gioca con costanza e qualità in entrambe le fasi: una certezza.
Gianluca MANCINI 6,5 – Attento e puntuale, mai fuori tempo. Gioca con leadership.
Roger IBANEZ 5 – Da una sua dormita nasce l’occasione più grande del primo tempo per la Lazio, con la parata di Fuzato su Luis Alberto. Lascia il campo prima dell’intervallo per infortunio. (Dal 37’ Marash KUMBULLA 6,5 – Amministra bene la retroguardia e talvolta ha il pelo di buttarsi in avanti.
Bruno PERES 6,5 – Il giallo in avvio è pesante, ma il brasiliano non si lascia scalfire: in palla davanti e attento in fase di copertura. Fonseca non vuole rischiare e lo sostituisce all’intervallo. (Dal 46’ Davide SANTON 6 – Entra al posto dell’ammonito Bruno Peres e… dopo due minuti prende il giallo. Ma riesce a non farsi condizionare
Bryan CRISTANTE 6 – Nel primo tempo fatica a essere un fattore: si incaponisce in lanci perennemente fuori misura. Cresce con il passare dei minuti e nella ripresa ha l’occasione per colpire.
Ebrima DARBOE 7 – Gioca in modo pulito ed essenziale, ma dimostra ancora una volta di avere grandissima personalità. Primo nato negli anni 2000 a giocare un derby di Roma: esame superato.
Stefan EL SHAARAWY 6,5 – Da una sua bella palla in profondità per Dzeko nasce il gol del vantaggio di Mkhitaryan. Gioca a intermittenza. (Dal 72’ Gonzalo VILLAR 6 - Gioca pochi palloni dal suo ingresso in campo).
Lorenzo PELLEGRINI 6,5– Gioca come sempre tra le linee ed è un rebus per la difesa della Lazio. Procede a strappi, con qualità a tratti. (Dal 72’ PEDRO 7 - Il gol con cui chiude la partita è una perla, un capolavoro).
Henrikh MKHITARYAN 6,5 – Sblocca il match con il gol pesante nel finale di primo tempo. Davanti la sua prova si ferma alla rete, ma c’è anche tanto lavoro nella sua partita.
Edin DZEKO 7 – E' la notte del bonsiaco, che fa impazzire letteralmente Acerbi (anche in occasione del rosso), regala l'assist a Mkhitaryan e si prende la Roma sulle spalle. (Dal 89' Borja MAYORAL S.V.)
All. Paulo FONSECA 7 – A fine anno saluterà ma continua a guidare i suoi con professionalità: all'ultimo tentativo, è arrivata la prima vittoria in uno scontro diretto.

Le pagelle della Lazio

Pepe REINA 6 – Può poco in occasione dei due gol della Roma e non viene sottoposto ad altra pressione.
Adam MARUSIC 5 – Prestazione poco positiva, culminata con lo sfogo al momento del cambio: diverse imprecisioni. (Dal 73’ Mohamed FARES S.V.)
Francesco ACERBI 5 – Perde nettamente il costante duello individuale con Dzeko, che lo brucia in occasione del gol di Mkhitaryan e in un altro paio di occasioni. Viene espulso nel finale su fallo proprio sul bosniaco.
Stefan RADU 5,5 – E’ il meno peggio nei tre dietro della Lazio: bada poco per il sottile, anche se non è sicurissimo nemmeno lui. (Dal 73’ Felipe CAICEDO 5,5 - Non riesce a imprimere la svolta che Inzaghi si aspettava).
Manuel LAZZARI 6 – A pochi minuti dall’inizio della partita, si trova davanti Bruno Peres ammonito: lo punta con costanza. Fa ammonire Santon ma non ne approfitta. E’ comunque tra i migliori della Lazio, con qualche giocata importante anche dietro.
Sergej MILINKOVIC-SAVIC 6 – Nel primo tempo gioca con naturalezza in entrambe le fasi, coprendo con attenzione e buttandosi negli spazi appena possibile. Cala nella ripresa ma ha l’alibi della maschera al volto. (Dal 84' Jean-Daniel AKPA AKPRO S.V.)

Roma-Lazio - Derby

Credit Foto Getty Images

Lucas LEIVA 5 – Totalmente assente, sia come presenza sia mentalmente. Non riesce a fare filtro, in regia è scarico ed è distratto: troppi errori banali.
Luis ALBERTO 6 – Dalle sue imbucate nascono le principali occasioni per la Lazio. Ispirato, ma anche lui si perde un po’ con il passare dei minuti.
Sedan LULIC 5,5 – Poco presente nel match: viene coinvolto con poca costanza e qualche volta si prende dei rischi di troppo nella propria trequarti. (Dal 59’ Luiz FELIPE 5,5 - Ci mette sostanza, ma poco altro).
Vedat MURIQI 5 – Si conferma per l’ennesima volta un oggetto misterioso. Il lampo della sua partita è il gol in fuorigioco nel primo tempo: prova a muoversi tanto, ma spesso rallenta la manovra. (Dal 59’ Andreas PEREIRA 5,5 - Ci prova con più convinzione rispetto a Muriqi, ma non basta).
Ciro IMMOBILE 5,5 – Il suo highlight è l’occasione di tacco, viziata però da fuorigioco. Si sbatte sempre, però sbatte a sua volta contro la difesa della Roma.
All. Simone INZAGHI 5 – La Lazio sembra avere un po' perso la sua identità e deve salutare ufficialmente la Champions League. L'ossatura c'è, bisogna trovare qualcosa in più.

Mourinho torna in Italia, ma cosa succedeva nel 2010?

Serie A
Mancini gol e rissa sfiorata: Roma, col Porto è 1-1
IERI A 21:21
Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (28/07)
IERI A 18:46