In attesa che il Milan scenda in campo nel posticipo contro il Napoli, il Sassuolo si prende la vetta della classifica. E lo fa con una vittoria, quella per 2-0 sull'ostico campo del Verona, maturata con una prestazione sporca, ruvida, intensa. Il bel calcio dei neroverdi oggi si è visto a sprazzi ed è per questo che i tre punti del Bentegodi sono un ulteriore segnale della forza di questa squadra, imbattuta dopo otto giornate di Serie A. Roberto De Zerbi si gode il momento.

"Quella di oggi è una vittoria importante contro un avversario difficile e credo che la mia squadra abbia fatto vedere qualcosa di buono, nonostante le poche occasioni da rete prodotte. Stiamo crescendo perché stiamo imparando a fare tutto durante un match e oggi sono contento dei miei ragazzi. Adesso la nostra classifica è molto buona ma dobbiamo tenere i piedi per terra perché si deve sempre guardare alla realtà e molte delle nostre contendenti hanno più risorse di quelle di cui disponiamo. Sabato abbiamo l'Inter, spero sia una bella partita perche' noi dobbiamo cercare di giocare bene contro chiunque".

Serie A
La Serie A omaggia Diego: da "Live is life" al lutto al braccio
UN' ORA FA
Il primato? Non cambia nulla, dobbiamo rimanere noi stessi, cercando di avere solo l'ansia di giocare bene.

Sul contratto in scadenza nel giugno 2021

"Ho scelto di avere un contratto di un solo anno perchè amo essere libero e senza vincoli. Questo non significa però che io pensi ad altro che non sia il Sassuolo".

Su Locatelli

"E' cresciuto molto e sta facendo molto bene. Ha tante buone qualità, come il tiro dalla distanza o l'inserimento offensivo, e a mio parere è un centrocampista completo. Penso possa raggiungere buoni obiettivi nella sua carriera".

De Zerbi: "Sassuolo al 60%? Vi spiego perché ne sono convinto"

Serie A
Inter: rosso di 102 milioni. Zhang: "Conte leader"
UN' ORA FA
Serie A
Juventus: Ronaldo a riposo, salta il Benevento
2 ORE FA