Lo Scudetto in tasca con quattro giornate d’anticipo, un 2021 portentoso in Italia e la sicurezza di partecipare alla prossima Champions League. L’Inter di Antonio Conte si gode questo finale di stagione con la massima tranquillità, in attesa di pianificare, anche in base agli sviluppi societari, l’imminente futuro. Il lavoro della dirigenza e dello staff tecnico ha però già dato i suoi frutti. L’Inter, infatti, nel tempo è migliorata, è progredita, grazie soprattutto alla crescita di diversi suoi giocatori che ora hanno anche acquisito una mentalità vincente. E in attesa che la vetrina dell’Europeo possa aumentare ulteriormente il prezzo del cartellino di qualche calciatore, si può già calcolare quanto sia salito il valore complessivo della rosa nerazzurra in questo ottimo biennio Conte.

Zhang: "Grazie a Conte e ai giocatori. Scudetto è per i tifosi"

Valore della rosa cresciuto del 10% in due anni

Serie A
Zanetti: "Suning avrebbe potuto vendere. Scudetto? Merito di Conte"
05/05/2021 A 16:08
Innanzitutto, vincere il campionato ha già portato nelle casse nerazzurre 23,4 milioni di euro, come premio per il primo posto stabilito dalla Lega Calcio. Cifra a cui si aggiungerà anche una maggiore fetta dei ricavi dalla prossima edizione della UEFA Champions League derivanti dal cosiddetto market pool UEFA, più ulteriori 10 milioni dalla stessa UEFA per la qualificazione alla Champions 2021/22 da prima classifica nel campionato italiano. Soldi freschi ai quali potrebbe aggiungersi qualche cessione per migliorare il bilancio.
https://i.eurosport.com/2021/05/06/3127251.png
In ogni caso tutti gli elementi della rosa dell’Inter, come detto, hanno visto aumentare il proprio valore di mercato. Transfermarkt certifica che dai 557 milioni del maggio 2019 (prima che arrivasse Conte) adesso la quotazione totale del gruppo nerazzurro è di 618 milioni di euro. Un più 10,9%, che ha permesso anche di accorciare (e quasi azzerare) in questo senso il gap con la Juventus.

L’11 titolare vale tantissimo: arriverà un sacrificio?

In questo momento l’11 titolare dell’Inter di Conte vale oltre 500 milioni di euro. Ad inizio stagione 2019/20 ne valeva circa 100 in meno. Bastoni, ad esempio, è passato da 35 a 50 milioni. Barella da 45 a 60, Lukaku da 80 a 90. E tra l’altro, ben otto di questi 11 valgono più di 40 milioni di euro sul mercato. Una rivalutazione al rialzo che permetterà attente valutazioni durante la sessione estiva.
  • Da Handanovic a Lukaku, quanto valeva e quanto vale oggi l'11 titolare dell'Inter
GiocatoreValore attualeValore al 30/6/2019
HANDANOVIC0 mln5 mln
SKRINIAR50 mln30 mln
DE VRIJ55 mln50 mln
BASTONI50 mln35 mln
HAKIMI50 mln45 mln
BARELLA60 mln45 mln
BROZOVIC40 mln25 mln
ERIKSEN35 mln30 mln
PERISIC10 mln15 mln
LAUTARO70 mln70 mln
LUKAKU90 mln80 mln
Se come dichiarato da Beppe Marotta e dallo stesso Javier Zanetti, l’Inter è obbligata a trovare il modo di sistemare le proprie finanze, potrebbe anche essere necessario un sacrificio. Una cessione dolorosa che dia anche liquidità per rimpolare le alternative a disposizione dei titolari. Condizionale d’obbligo, visto che l’idea di base rimane prima quella di generare possibili plusvalenze con elementi non centrali nel progetto futuro. Staremo a vedere, ma già adesso il club meneghino può godersi questo vertiginoso potenziamento. Un’ossatura forte, apprezzata, valorizzata, abbastanza giovane, che permette di guardare con fiducia alla prossima stagione.

L'Inter è campione d'Italia. Scudetto n° 19, 11 anni dopo

Serie A
Inter, Conte e la rosa: gli errori post Mourinho da non ripetere
05/05/2021 A 11:12
Calciomercato 2020-2021
Inter: ufficiale la rescissione con João Mario; andrà al Benfica
12/07/2021 A 20:54