Tre giorni dopo la bruciante sconfitta in finale di Coppa Italia contro la Juventus, l’Atalanta – già certa della qualificazione in Champions League, ha ancora un traguardo a cui ambire il 2° posto solitario e il record di punti in Serie A. Per riuscire in questa impresa la Dea dovrà battere il Milan che ha molte motivazioni in più avendo la possibilità di acciuffare la qualificazione in Champions League che manca dalla stagione 2013-14 ma Luca Percassi, amministratore delegato della compagine bergamasca che ha sostituito Gasperini per fare un po’ il bilancio della stagione alla vigilia degli ultimi 90’, ha spiegato che l’Atalanta non farà il benché minimo sconto al Diavolo.
Domani daremo il massimo, giocheremo contro una squadra forte. Ma l'Atalanta domani farà l'Atalanta.

Classifiche e risultati

Serie A
Quale futuro per Gasperini, l'Atalanta ha raggiunto il suo culmine?
20/05/2021 A 19:55
Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata

"Mister, giocatori e staff sono stati straordinari"

Ho chiesto personalmente al mister di fare io la conferenza al nome della società, dopo la gara di Genova e quella con la Juve non avevamo parlato. Ci sembrava farlo oggi, di fronte a un'ennesima stagione giocata a livello straordinario. Vogliamo ringraziare tutti di cuore per quanto fatto, mister, giocatori. Hanno fatto qualcosa di straordinario. Lo stato d’animo dopo Atalanta-Juve? Parlare di ciliegina sulla torta è riduttivo, se faccio il ragionamento di cosa abbiamo vissuto nell'ultimo anno, in un anno solare si è giocata una stagione e mezza. Siamo arrivati ai quarti col PSG, siamo arrivati in finale di coppa Italia contro la Juventus facendo una gara importante, vedo tanti motivi di festeggiare, siamo una medio-piccola realtà del calcio europeo. Tutto quello che stiamo facendo è frutto del lavoro, non dobbiamo mai dare per scontato. Sappiamo cosa vuol dire competere in serie A, l'obiettivo che dichiara mio papà, la salvezza, è un obiettivo vero. Siamo orgogliosi di quello che stiamo facendo, non vediamo cose negative. Partecipare alla Champions League vale come un trofeo, i nostri tifosi sono molto contenti”.

Il presidente Antonio Percassi insieme a Gian Piero Gasperini, Atalanta, Imago

Credit Foto Imago

Gasperini resta assolutamente anche l’anno prossimo

Gasperini sarà l’allenatore dell’Atalanta anche nel 2021-22? Assolutamente. La nostra certezza è il mister, abbiamo un vissuto talmente importante che decidiamo di ripartire da lui ogni stagione. Ci dà molti stimoli, ripartiamo da lui. Ci parliamo tutti i giorni, non sarà necessario fare un punto a fine stagione, avendo viaggiato tanto ci sono stati momenti di confronto. Abbiamo un rapporto lungo e duraturo. Credo che il mister, in cuor suo, sappia benissimo quanto vale l'Atalanta, cosa l'Atalanta abbia rappresentato anche per lui. Ma questo è un matrimonio, non c'è uno più o meno felici. I matrimoni se si fanno vuol dire che tutti sono contenti e felici. L'Atalanta ha la fortuna di vivere in un contesto di lavoro che è quello che è. Bergamo fa del lavoro la sua prima caratteristica, l'Atalanta vuole rappresentare al meglio la propria città. Si deve lavorare, punto. Non ci sono scorciatoie, l'Atalanta deve lavorare tutti i giorni, abbiamo nel nostro allenatore la perfetta guida”.

"Ecco cosa penso degli episodi di Atalanta-Juve"

Le decisioni di Massa mercoledì? Sono due episodi che purtroppo hanno condizionato la gara, al di là del valore dell'avversario. La Juve è una squadra di grandi campioni, abbiamo pareggiato a Torino, vinto in casa e perso mercoledì. Sono gare equilibrate. Sono due episodi che hanno pesato sul risultato, ma non è nostra abitudine sbraitare. Se ci sono degli errori si commentano da soli”.

"Rigiocherei la semifinale col Real"

Il momento più emozionante dell’anno riguarda martedì sera, quando i tifosi sono venuti a salutarci a Reggio Emilia. Abbiamo avuto da parte di tutta la nostra tifoseria una responsabilità incredibile. Sappiamo quanto l'Atalanta ha portato felicità nelle case dei bergamaschi. Martedì sera è stato un momento significativo, la tifoseria ci manca tantissimo ma ha rispettato le vittorie più belle con l'atteggiamento più bello. Vederli l'altra sera per me è stato un momento toccante. La speranza, per il prossimo campionato, è quello di tornare alla normalità. Momenti brutti? Non ne ricordo. Ricordo solo momenti di responsabilità da parte della società per ottenere ciò che abbiamo ottenuto. Sappiamo chi siamo. Gara che rigiocherei? Forse l'andata col Real Madrid, è stata la partita più condizionata. Ma ti rendi conto che quando giochi contro queste squadre un dettaglio fa la differenza. Col Real alla fine abbiamo preso un gol un po' infelice”.

Gasperini: "Scudetto Inter strameritato, la squadra più continua"

Serie A
Atalanta 2021: l'ultimo miracolo di Gasperini
18/05/2021 A 09:44
Calciomercato 2020-2021
Ilicic lascia l'Atalanta, lo conferma Gasperini: Milan pronto
13 ORE FA