Urlava e si sgolava dalla tribuna Serse Cosmi. Il tecnico del Crotone, squalificato, ha commentato così in conferenza stampa la sconfitta all'Olimpico contro la Lazio per 3-2: "Usciamo con molto rammarico perché abbiamo rimontato due volte la Lazio. E se escludiamo l'occasione di Immobile, non abbiamo subito niente. Si dovevano fare gli ultimi dieci in maniera diversa. Bisognava stare attenti sulle palle alte, ma stare in tribuna e comunicare con la panchina non è facile: non devono punire gli allenatori per situazioni assurde. Se fossi stato in campo due minuti prima del 3-2 avrei fatto due cambi. Non ho avuto la possibilità di farlo: in caso contrario non so se sarebbe finita così. Prendiamo dei gol evitabili: l'1-0 è elementare, ci può stare che uno possa anche fare la sponda ma non che calci completamente da solo. Se poi c'è Milinkovic finisce che vai sotto. Alla mia squadra comunque non posso rimproverare nulla, ero convinto di pareggiarla".

Cosmi non ci sta

"Il fatto che tu, anche rientrando nel tuo spogliatoio, non possa lasciarti andare, significa che si è stravolto completamente tutto. Mi auguro che si ritorni presto a prendere in considerazione questo tipo di normativa per quello che riguarda la parola blasfema. Fino a prova contraria, viviamo in uno stato laico. Ci sarebbe da parlare anche del contenuto della norma, non lo voglio fare altrimenti entrano in gioco tutte le associazioni clericali dell'universo. O modificano le norme o modificano le persone che stanno vicino o dentro gli spogliatoi".
Serie A
Le pagelle di Lazio-Crotone 3-2: Luis Alberto illumina
12/03/2021 A 16:25

Cosmi al Crotone: il tecnico-motivatore torna in A

Serie A
Caicedo rilancia la Lazio all'84': 3-2 al Crotone
12/03/2021 A 13:50
Serie A
Crotone-Torino 4-2, pagelle: Simy e Ounas super
07/03/2021 A 16:47