Super Lega?Roberto De Zerbi non l'ha presa bene. Il mister del Sassuolo ha dato il via alla conferenza stampa pre-Milan esprimendo, senza peli sulla lingua, quello che è il suo pensiero in merito a questa nuova competizione europea. "Decidono loro chi partecipa, cancellano l'essenza. Sono dei prepotenti. Io domani non avrei piacere a giocare la partita perché il Milan fa parte di queste tre squadre e l'ho detto ai giocatori e a Carnevali. Se Carnevali mi obbligherà ad andare chiaramente ci vado".

Tutta la rabbia

"Questo episodio equivale un colpo di stato nel calcio, nei contenuti e nella modalità. Nei contenuti perché il calcio è di tutti ed è meritocratico. Nella modalità perché si poteva fare alla luce del sole, invece comunicati congiunti a mezzanotte, il sito nuovo, come se qualcuno dovesse porre le bandiere in un posto che aveva sottratto a qualcun altro. È un comportamento che va a ledere un diritto che non è solo circoscritto al calcio, il diritto che il più debole possa farsi strada, come se non potesse sognare un futuro più bello di quello che dice la sua provenienza, come se un figlio di un operaio non possa sognare di fare il chirurgo, l'avvocato, il dottore. È una cosa che mi urta i nervi.
Serie A
Milan-Sassuolo: probabili formazioni e statistiche
20/04/2021 A 05:24

E ancora

"Io credo che il calcio abbia un ruolo sociale diverso dagli altri sport, è così per l'Italia e l'Europa, giusto o non giusto che sia. Fare una SuperLega dove loro decidono chi deve entrare e decidono chi sta fuori, va a togliere l'essenza del calcio. Io sono partito quest'anno spingendo il sogno del quarto posto, del quinto, del sesto. Forse io e la mia società siamo coglioni perché ancora sogniamo ma qualche risultato lo abbiamo fatto e qui si tratta di metterci la faccia. Se questo è il calcio moderno è una roba che non rispetta l'uomo prima del calciatore e del tifoso. Noi facciamo parte di un ambiente ricco, dove girano tanti soldi, e allora devono farsi delle domande loro. Non mi interessa se tutte queste squadre sono indebitate. Io sono orgoglioso di far parte del Sassuolo perché ragiona come ragiono io".

Cosa cambia adesso?

"Cambia che noi stiamo puntando a divertirci sempre, a vincere tutte le partite, però noi abbiamo fatto un anno pieno di ambizioni. Magari abbiamo sbagliato noi a porre l'asticella più alta di quello che avremmo dovuto. Io sono stato sempre tifoso del Brescia e da piccolo lo sognavo in Serie A, perché quasi sempre era in B, poi lo sognavo arrivare in Coppa Uefa, una volta si chiamava così, poi capisco che il calcio cambia, che il mondo va veloce ma non è una giustificazione che se il mondo va veloce bisogna calpestare i più deboli o bisogna venir meno a dei diritti leggittimi o bisogna venir meno a dei diritti delle persone che formano società e in questo caso squadre di calcio".

Il Milan?

"Ha fatto un campionato strepitoso. La partita d'andata l'avremmo potuta perdere lo stesso ma dà fastidio prendere quel gol dopo 6 secondi. È una cosa che ha bruciato per tanto tempo perché prepari la gara stando attenti a ogni tipo di dettaglio ma il Milan ha battuto tante squadre quest'anno, ci può stare la sconfitta. Spero che sia una partita nella quale se dovessimo subire gol sarà più per merito dell'avversario che per disattenzioni nostre".

La gara?

"Il Milan è aggressivo, si gioca la partita con tutti e noi uguale. Noi cerchiamo di andare per cercare di fare il solito Sassuolo, per cercare di giocare per quanto ci è concesso perché ci sono avversari forti, cercando di vincere chiaramente".

Banco di prova?

"Dopo 3 anni abbiamo già dimostrato chi siamo, nel bene e nel male. Il male possiamo cercare di portarlo a bene perché possiamo migliorare tanti aspetti, ma noi questi siamo. A 7 partite dalla fine, avere 6 punti di vantaggio (5 più uno dello scontro diretto) sul Verona - in campo otto, perché il Verona ha preso 2 punti a tavolino con la Roma - e averne 7 sulla Sampdoria, che sta facendo un campionato importante, vuol dire che stiamo facendo bene, potevamo fare meglio di sicuro".

De Zerbi: "Superlega colpo di Stato. Forse al Sassuolo siamo cog*****"

Calciomercato 2020-2021
Milan, idea Brandt. Derby di Genova per Jovic?
4 ORE FA
Serie A
Il Milan si diverte contro il Modena: 5-0
18 ORE FA