È già tempo di preparare la gara contro l'Inter e Filippo Inzaghi precisa che non sarà un Benevento 'da barricate' quello che vedremo a San Siro. Ok la fase difensiva, ma se i campani si difendessero soltanto, beh arriverebbero grandi delusioni, aggiunge il tecnico delle Streghe. Inzaghi tiene anche i piedi per terra: il girone di ritorno è tutto da giocare e l'obiettivo resta quello della salvezza.

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Serie A
Inter-Benevento: probabili formazioni e statistiche
28/01/2021 A 18:55

Come difendere su Lukaku?

Parliamo di calciatori in grado di fare a differenza. Lukaku come Ibrahimovic, è un calciatore in grado di spostare gli equilibri. Non penso ai giocatori dell’Inter, hanno una rosa che può competere in Champions e a mio avviso sono i grandi favoriti per lo Scudetto. Siamo consapevoli della difficoltà che ci aspettano. Servirà una partita perfetta, senza snaturarci. Siamo convinti di potercela giocare a San Siro

Come arginare l'Inter?

Se andassimo a Milano solo per difenderci, andremmo incontro a enormi delusioni. L’Inter è una squadra da Scudetto, ma la storia di questo campionato ci ha insegnato che siamo stati in grado di impensierire avversari e fare punti in partite dove sembravamo spacciati. Certo, osservando la rosa a disposizione di Conte sembra una “mission impossible”, ma lo era anche contro la Juventus. Ho già detto ai ragazzi di godersi l’esperienza a San Siro, ripensando a dove eravamo 18 mesi fa. Non c'è bisogno di aggiungere altro. Certe partite si preparano da sole. Ricordi di San Siro? San Siro mi ha regalato serate magiche e delle sensazioni uniche, purtroppo però perde il suo fascino con gli spalti vuoti. Resta comunque un ricordo indelebile

Gaetano Letizia - Benevento-Juventus Serie A 2020-21

Credit Foto Getty Images

La salvezza resta l'obiettivo?

Il nostro obiettivo resta quello di raggiungere il prima possibile i 40 punti. E siamo ancora piuttosto lontani dall’obiettivo. Ci sono 8 punti di vantaggio, ma chi sta dietro di noi ha un organico di altissimo livello. Personalmente, continuo a guardarmi dentro casa, con la consapevolezza che il girone di ritorno è un altro campionato. E sappiamo bene che chi oggi si complimenta, sarà pronto a contestarci quando e se perderemo due partite di fila. Se arriveranno momenti difficili, e può accadere, servirà sostegno

Top 11 Girone d'andata: CR7-Ibra i totem, Zaccagni sorpresa

Calciomercato 2020-2021
Inter-Lautaro: vicino il rinnovo fino al 2024 con adeguamento
28/01/2021 A 18:19
Calciomercato 2020-2021
Scambio Sanchez-Dzeko: chi ci guadagna tra Inter e Roma?
28/01/2021 A 17:39