La Roma dichiara guerra alla Serie A. Sabato sera la società giallorossa ha inviato una lunga lettera alla Lega chiedendo chiarimenti sul recupero della gara di campionato Juventus-Napoli, in un primo momento previsto il 17 marzo e poi spostato, in accordo con i due club, il prossimo 7 aprile. La motivazione? La squadra di Paulo Fonseca (che aveva già abbozzato la protesta in conferenza stampa nel pomeriggio) giocherà giovedì 18 a Kiev il ritorno degli ottavi di Europa League contro lo Shakhtar Donestk e quindi avrà poco tempo per recuperare in vista di Roma-Napoli di domenica 21, mentre i partenopei avranno la settimana libera da impegni e potranno dunque riposare in vista della delicata sfida Champions. Questo il testo della missiva con destinatari il presidente, Paolo Dal Pino, l'ad, Luigi De Siervo e l'head of competitions, Andrea Butti e firmata dall'ad della Roma, Guido Fienga:
"Gentili signori, apprendiamo con stupore della pubblicazione del vostro comunicato ufficiale con il quale è stato predisposto il rinvio di Juventus-Napoli, originariamente programmato per il giorno 17 marzo. Dallo stesso comunicato ufficiale abbiamo appreso che la decisione del rinvio è stata dottata dal presidente della Lega Serie A, 'su richiesta delle società Juventus e Napoli'. Siamo consapevoli che il presidente può disporre la variazione della data di una gara ufficiale a seguito di richiesta di una o entrambe le società coinvolte. Tuttavia le richieste devono essere formulate per iscritto almeno 15 giorni prima del data in cui dovrebbe disputarsi la gara di campionato. Vi chiediamo pertanto di conoscere quando sono state inoltrate tali richieste onde accertare la regolarità degli adempimenti. Vi chiediamo soprattutto si renderci edotti delle idonee motivazioni di interesse sportivo che, come noto, devono essere alla base della vostra disposizione di rinvio in deroga. Allo stato, infatti, essa è del tutto priva di adeguata giustificazione salvo quella implicita di favorire il calendario del Napoli che avrebbe dovuto incontrare la scrivente società la successiva domenica 21 marzo. Vi è evidente, essendo voi responsabili della gestione del calendario del campionato, che con la vostra decisione state sollevando il Napoli dall'impegno di giocare la partita contro la Juventus, già ufficialmente calendarizzata il 17 marzo, consentendogli un maggior tempo di preparazione della successiva partita contro la Roma e un risparmio dei suoi calciatori (alcuni dei quali peraltro sotto diffida), mentre come vi è noto, la stessa Roma è impegnata il giorno 18 marzo nella partita di Europa League a Kiev in Ucraina con ritorno previsto nella tardissima notte tra giovedì e venerdì".
Serie A
Dybala fa 115 con la Juventus: raggiunto Roberto Baggio al 9° posto
06/05/2022 ALLE 20:35

Roma: "Senza correttivi chiediamo il rinvio di Roma-Napoli"

Secondo la Roma, dunque, lo spostamento della partita tra bianconeri e partenopei è privo di giustificazione, salvo quella di "favorire il calendario del Napoli". Il club capitolino chiude così la lettera alla Lega che, dal canto suo, sostiene di aver fatto tutto nel pieno rispetto dello Statuto:
"Confidiamo dunque nella vostra comprensione e nell'urgente adozione da parte vostra dei più opportuni provvedimenti correttivi. In caso contrario, ci riserviamo ogni azione a tutela della scrivente società e degli azionisti e dei nostri tifosi, nelle sedi e giurisdizioni che si renderanno più opportune. In via subordinata, stante la prossimità con la gara di ritorno degli ottavi di finale di Europa League Shakhtar Donestk-Roma che si terrà in data 18 marzo alle 18.55 formuliamo sin d'ora formale richiesta di posticipazione, a data da destinarsi, della gara della 28ª giornata del campionato di Serie A Tim, Roma-Napoli, attualmente in programma per il giorno 21/03/2021 alle ore 20:45. Cordiali saluti".

Fonseca: "Partita preparata bene, ma non è ancora finita"

Serie A
DAZN, stop alla doppia utenza per abbonamento?
09/11/2021 ALLE 10:32
Serie A
Atalanta-Milan, 5 verità: Diavolo forte, Dea senza Gosens è dura!
04/10/2021 ALLE 08:46