HELLAS VERONA

Marco SILVESTRI 6: Poco impegnato dagli attaccanti del Genoa, si limita all'ordinaria amministrazione.
Matteo LOVATO 6: Non subisce l'esperienza di Pandev, si fa valere senza correre troppi rischi.
Serie A
Ora è ufficiale: il Genoa passa a 777 Partners
9 ORE FA
Federico CECCHERINI 6,5: E' lui il perno difensivo del Verona di Juric. Sempre al posto giusto, al momento giusto per sventare i pericoli.
Alan EMPEREUR 5,5: Soffre l'uno contro uno dei due terminali offensivi rossoblu e le iniziative di Shomurodov spalle alla porta.
dal 67' Federico DIMARCO 6,5: Prova a dare la scossa ai suoi spingendo sulla fascia sinistra, i suoi cross spaventano il Genoa.
Davide FARAONI 6,5: Attento in fase difensiva, pericoloso quando si getta all'attacco: è lui l'uomo in più dell'Hellas Verona.
Ronaldo VIEIRA 6: Guadagna falli e lotta a centrocampo. Pecca in fase di impostazione.

Radovanvic contro Vieira in Verona-Genoa

Credit Foto Getty Images

Ivan ILIC 6: Frizzante nel primo tempo, poco incisivo nella ripresa. Serve solo maggiore costanza.
Darko LAZOVIC 5,5: I pericoli del Verona dovrebbero passare dai suoi piedi. Oggi è poco lucido nell'ultimo passaggio.
Adrien TAMEZE 6: Sostanza e fisicità in mezzo al campo. Serve solo maggiore freddezza negli ultimi 25 metri.
dall'81' Eddie SALCEDO 6: Entra e prova a cambiare la partita. E' sua l'occasione più ghiotta dell'intero match: a negargli la gioia del gol c'è solo un super Perin.
Ebrima COLLEY 6,5: Non sente la pressione dell'esordio dal primo minuto. Lascia intravedere l'ottimo potenziale che lo ha guidato negli ultimi anni nel settore giovanile dell'Atalanta.
dall'81' Mattia ZACCAGNI S.V.
Andrea FAVILLI 5,5: La prima da ex dopo il suo arrivo al Verona. Spreca troppo sotto porta e non riesce a concretizzare le occasioni create.
dal 60' Nikola Kalinic 5,5: Deve ritrovare la condizione migliore, entra ma non dà il contributo sperato. Gli serve tempo...
All. Ivan JURIC 6,5: In assenza di pubblico, è lui il primo a incitare i suoi per gli interi 90 minuti. Cambi giusti quando la squadra inizia a calare, gli manca solo il guizzo dell'attaccante.

Ivan Juric in Verona-Genoa

Credit Foto Getty Images

GENOA

Mattia PERIN 7: E' lui il man of the match. Parate salva risultato che gli permettono di mettersi definitivamente alle spalle le ultime vicende extra campo.
Andrea MASIELLO 5,5: Non sempre attento in chiusura sui tentativi del Verona. Poco reattivo sugli inserimenti di Favilli prima e Kalinic poi.
Cristian ZAPATA 6,5: Guida il trio di difesa da marinaio esperto. Fa pesare la sua fisicità sui calci piazzati.
Mattia BANI 6: Fa il compitino, non concedendo troppo e allontanando il pallone senza troppi fronzoli quando possibile.
dal 69' Edoardo GOLDANIGA 5,5: La troppa foga gli costa anche l'ammonizione, serve maggiore lucidità.
Lennart CZYBORRA 6: Ha il compito di arginare le offensive di Faraoni, ci riesce senza mai andare in difficoltà. Da migliorare solamente l'apporto in fase offensiva.
Ivan RADOVANOVIC 6: Cresce con il passare dei minuti, l'affanno iniziale lascia spazio all'esperienza del veterano.
Milan BADELJ 5: L'ammonizione dopo 11 minuti poteva costare cara. Impreciso in fase di impostazione, non è certo il suo giorno migliore.
dal 78' Valon BEHRAMI S.V.
Nicolò ROVELLA 6,5: Di incoraggiamento. Ha del potenziale e la personalità non gli manca. Ne sentiremo parlare...
dal '78 Steve EBONGUE S.V.
Paolo GHIGLIONE 6,5: Onnipresente nel primo tempo, cala - ovviamente - nel corso della ripresa ma comunque sbaglia davvero poco.
Goran PANDEV 5,5: Passa dai suoi piedi l'unica vera occasione pericolosa del Genoa nel corso degli interi 90 minuti. Silvestri gli nega la gioia.
dal 78' Vittorio PARIGINI S.V.
Eldor SHOMURODOV 5,5: Sa tenere palla spalle alla porta, meno lucido in fase di conclusione. La prima apparizione in Serie A, comunque, non è da dimenticare.

Shomurodov in Verona-Genoa

Credit Foto Getty Images

dal 64' Gianluca SCAMACCA 6: Sfrutta le assenze per mettersi in luce. Tocca pochi palloni ma sbaglia poco, sufficienza raggiunta.
All. Rolando MARAN 6,5: Fa il massimo considerando le tante assenze e le settimane non certo tranquille vissute dall'intero gruppo. Il pareggio, in questo caso, ha il sapore di vittoria.

Lavagna tattica: jolly Leao, Re Ibra, Inter ko

Serie A
Le pagelle di Salernitana-Verona 2-2: Kalinic ritrovato
IERI A 19:18
Serie A
Cuore Salernitana: da 0-2 a 2-2, il Verona è ripreso
IERI A 16:12