Prendere l'esempio del Milan: è questa la filosofia di BC Partners, il nuovo fondo d'investimento che sta per rilevare la proprietà dell'Inter da Suning. I nerazzurri hanno bisogno di una ripartenza, che tradotta sul terreno da gioco vuol dire no ai mega acquisti e si ai giocatori giovani. Tanti ragazzi di prospettiva, selezionati da uno scouting attento, che possano crescere all'interno del club. Con l'implementazione del vivaio, l'obiettivo è quello di proseguire sulla linea tracciata dall'acquisto di Alessandro Bastoni (classe 1999) provando a crearne altri, di Bastoni, all'interno del proprio settore giovanile.

Serie A
Cessione Inter, Bc Partners chiede consulenza a Vialli
26/01/2021 A 09:34

Volente o nolente è questo l'orizzonte della nuova Inter, secondo quello che riporta il Corriere dello Sport. I fondi come BC Partners, solitamente, hanno un orizzonte temporale di 5 anni - 1825 giorni per sistemare le finanze del club e trovare un nuovo acquirente - ma nel caso dei nerazzurri non è da escludere che possano soffermarsi per qualche tempo in più (7 anni invece di 5). Il debito dei milanesi, secondo i calcoli riportati dal CorSport, arriverebbe a 800 milioni per cui il percorso sarà lungo e difficile.

In più, nemmeno lo stadio riuscirebbe ad accelerare il processo. In primis bisogna costruirlo, e poi deve diventare operativo. Per tutto il resto, BC Partners cercherà di operare sull'area commerciale creando una rete di sponsor indipendenti, in modo tale da resistere ad un nuovo cambio societario che, prima o poi, avverrà.

Conte: "Eriksen? È timido, gli vogliamo bene"

Serie A
Orsato: "Mancato rosso a Pjanic in Inter-Juve? Fu un errore"
15 ORE FA
Serie A
Conte: "Alzato il livello dopo l'uscita dalla Champions"
17 ORE FA