Turno spalmato su tre giorni che vede la giusta quantità di sfide scudetto e match delicatissimi in zona salvezza. Si parte sabato pomeriggio con uno Spezia-Benevento molto importante. Le due compagini sono ancora messe bene, ma guai a distrarsi. Sabato sera Juve-Lazio: i bianconeri possono ancora lottare per lo scudetto? La sfida è complicata e l'avversaria è scorbutica. Crotone-Torino e Hellas Verona-Milan arricchiscono una domenica pomeriggio da testacoda. I rossoneri devono ancora scoprire cosa c'è oltre a Ibra, mentre Cosmi e Nicola lottano per togliersi dal pantano. Si chiude lunedì sera: Inter-Atalanta. Se Conte vince, ha in mano lo scudetto.

Juve-Lazio, ultimo bivio per Pirlo

Ci siamo, finalmente. Dopo tanto viaggiare, la Juve arriverà all’ultimo bivio stagionale. Tra sabato e martedì, Pirlo si gioca tutto. Con due vittorie, la stagione sale di livello. Con due sconfitte, si apre il baratro sul futuro juventino. Il vero crocevia sarà comunque il Porto, poiché con la Lazio basterebbe anche un pari per rimanere nella top4, però è anche vero che un possibile -12 dall’Inter (con una partita in meno) sarebbe un netto segnale di resa.
Serie A
Probabili 26ª, emergenza Milan: dopo Rebic, out Theo e Tonali
05/03/2021 A 13:10
I bianconeri hanno perso una sola volta nelle ultime 5, ma anche nelle vittorie l’impressione è stata quella di una squadra insicura. La Lazio, al contrario, si è riposata nell’infrasettimanale e arriva a Torino vogliosa di vittorie e punti Champions. È il cosidetto coin flip, 50/50. Fortuna, bravura, intuito: c’è dentro tutto.
Juventus-Lazio, la diretta minuto per minuto

Pirlo: "Siamo contati, Ronaldo deve stringere i denti"

L'Atalanta può battere questa Inter?

Guardando alla classifica, tra Atalanta e Inter sembra esserci un distacco piuttosto importante. Con 13 giornate da giocare, 10 punti sono un bottino di tutto rispetto. Però, il campionato non è ancora finito, e quello di lunedì potrebbe essere un posticipino keystone (chiave di volta).
Se stiamo a guardare i freddi numeri, su 25 impegni di campionato Conte ne ha persi solo due (8%), e non viene sconfitto in Serie A dal 6 di gennaio. Tuttavia, l’Atalanta non va tanto peggio - 4 vinte nelle ultime 5 -, ed è l’unica squadra che tiene testa ai nerazzurri sotto la voce "gol segnati". FiveThirtyEight da fiducia ai milanesi, ma Gasperini può ampiamente giocarsela.
Inter-Atalanta, la diretta minuto per minuto

Conte: "È la prima volta che vedo il vero Sanchez"

Il Milan, senza Ibra, eviterà la "fatal" Verona?

Nella storia del campionato italiano, la città di Romeo e Giulietta è stata fatale due volte ai rossoneri. Nel 1973 e nel 1990, l’Hellas fu in grado di bloccare la corsa del Milan facendogli perdere scudetto e sogni di gloria. La partita in programma domenica non avrà la stessa potenza dei due precedenti, però, il momento ci porta a pensare che questa contesa vada messa sotto la lente d’ingradimento.
I rossoneri sono in caduta libera, con l’Inter che scappa a +6 e le inseguitrici che sopraggiungono a -4, e senza Ibra mancherà la capanna sotto cui rifugiarsi. Il Verona sta facendo il solito miracolo di classifica, ed è coraggioso da tentare l'assalto. Pioli rimane favorito, ma Juric conosce tutti i segreti. Avanti solo i coraggiosi.
Hellas Verona-Milan, la diretta minuto per minuto

Pioli: "Abbiamo giocato con poca qualità, potevamo fare di più"

Napoli-Bologna, un passo fasso può mettere in discussione Gattuso?

Forse, per quello che abbiamo visto finora, il Napoli rimane la squadra meno intellegibile in tutto il campionato. Come può la quarta miglior difesa e il terzo miglior attacco singhiozzare così tanto? Ok, c’è una partita in meno e ci sono stati tantissimi infortuni, però questo continuo su e giù sembra un trattato su come sia impossibile raggiungere la tranquillità.
Gattuso è in discussione? Lo sarà fino alla fine dell’anno, e la partita contro il Bologna è un altro bell’esame nella sua rincorsa alla Champions. Sulla carta è un impegno ampiamente alla portata, ma se oltre alla mancanza di continuità anche i leader tecnici ed emotivi iniziano a bucare le prestazioni, allora si fa dura. Occhio alle trappole di Mihajlovic.
Napoli-Bologna, la diretta minuto per minuto

Gattuso: "Napoli abituata bene. Ora mettiamoci i tappi"

Crotone-Torino e Spezia-Benevento: chi sprofonda?

All’interno di un turno che, tolte Juventus-Lazio e Inter-Atalanta, non offre grandi spunti di alta classifica, nei bassifondi si lotta gomito a gomito. Domenica è tempo dall’Ezio Scida (dejavù per Nicola), dove andrà in onda una partita schiacciata dalla pressione. Se nemmeno Cosmi riesce a produrre una reazione, il Crotone è spacciato. In caso contrario, il Toro deve ricominciare a preoccuparsi.
Più in alto, invece, c’è una simmetria degna di Wes Anderson. Spezia e Benevento sono due neopromosse, hanno gli stessi punti e hanno disputato un girone d’andata favoloso. In quello di ritorno la salita è diventata più ripida, ma i presupposti per raggiungere l’obiettivo ci sono tutti. Ad oggi, vedo meglio lo Spezia. Più compatto e sicuro dei suoi principi. Il Benevento ha preso una brutta piega, ed è per questo che una vittoria potrebbe ridare sprint. Per ora sprofondano le altre, ma guai a farsi tirare sotto.
Crotone-Torino, la diretta minuto per minuto
Spezia-Benevento, la diretta minuto per minuto

Davide Nicola, Crotone

Credit Foto Getty Images

Le altre partite

Udinese-Sassuolo, la diretta minuto per minuto
Roma-Genoa, la diretta minuto per minuto
Fiorentina-Parma, la diretta minuto per minuto
Sampdoria-Cagliari, la diretta minuto per minuto

Fantacalcio: i consigli per la 26a giornata di Serie A

Serie A
Atalanta-Inter 0-0, pagelle: Handanovic fenomenale, Dzeko flop
3 ORE FA
Serie A
Handanovic e Musso decisivi: 0-0 tra Atalanta e Inter
5 ORE FA