Due squilli in un amen. Con i cambi, con un jolly; inaspettato, come Federico Bernardeschi. Il succo, il sunto supremo, di uno Juventus-Spezia terminato 3-0 a favore della squadra di Pirlo, ma in cui i bianconeri hanno sofferto tanto. Forse troppo. Sicuramente per 60 minuti. Il calcio è però di chi vince e dunque, almeno per una serata, la Juventus nasconde la polvere sotto il tappeto, rifilando tre gol a una squadra che meglio dei bianconeri si era in realtà per più di un’ora espressa sul campo. Alla Juventus però servivano solo i tre punti, per cancellare un’emergenza di organico che anche stasera si è presentata come tale, con l’aggravante del ko di de Ligt nel riscaldamento che ha dovuto dare spazio inaspettato a Frabotta. Insomma, Pirlo mette una pezza in una serata che a un certo punto aveva davvero dato la sensazione di poter finire male e che invece un 3-0 rende fin troppo amara per lo Spezia, almeno per i valori visti in campo. Decisivo Bernardeschi dunque, con le due fughe che rompono la gara per i gol di Morata prima e Chiesa poi; buono per i record personali – a cui tiene sempre – il sigillo finale di Ronaldo, così come il rigore parato da Szczesny a Gabinov nel recupero del recupero.

Il tabellino

Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Demiral, Alex Sandro, Frabotta (61’ Bernardeschi); Chiesa (71’ Ramsey), Bentancur, Rabiot, McKennie (61’ Morata); Ronaldo, Kulusevski (88’ Di Pardo).
Calciomercato
Di Maria ha detto sì alla Juventus: "Ultimi dettagli"
10 ORE FA
Spezia (4-3-3): Provedel; Vignali, Erlic, Terzi, Marchizza (86’ Bastoni); Estevez, Leo Sena (86’ Agoume), Maggiore (72’ Acampora); Farias (73’ Verde), Nzola (72’ Galabinov), Gyasi.
Gol: 64’ Morata, 71’ Chiesa, 89’ Ronaldo.
Assist: Bernardeschi, Bentancur.
Note – Ammoniti: Frabotta, Demiral.
CLASSIFICA SERIE A

Il momento social

La cronaca in 8 momenti chiave

30’ MARCHIZZA! SPEZIA PERICOLOSO! Altra bell'azione dello Spezia, Marchizza si libera al limite col sinistro e calcia potente: Demiral devia in corner. Sempre Spezia in avanti.
38’ KULUSEVSKI! In contropiede la Juve aveva trovato uno spazio, con Ronaldo a servire lo svedese: il pallone è però sul piede dentro e la conclusione è rivedibile. Era una chance per i bianconeri. La prima, reale.
42’ PALO DELLA JUVENTUS! RONALDO! Uno squillo, dal nulla, come sempre a opera di Ronaldo, che prova a tenere a galla la Juve: azione personale, entra in area e tiro sul secondo palo. Provedel è battuto ma il palo dice di no ai bianconeri.
47’ DOPPIA OCCASIONE IN UN MINUTO. Prima la Juve rischia con un'uscita sbagliata di Alex Sandro, poi si ribalta l'azione e Vignali quasi fa la frittata sul retropassaggio per Provedel intercettato da Mckennie.
64’ GOL! MORATA! JUVENTUS AVANTI! Dopo lunghi minuti di controllo VAR il gol inizialmente cancellato per fuorigioco è convalidato: Bernardeschi scappa a sinistra, palla dentro, sul primo palo taglio di Morata che attacca lo spazio e brucia Terzi: la sblocca la Juventus con l'azione dei due nuovi entrati.
71’ GOL! IL RADDOPPIO DELLA JUVENTUS! Ancora Bernardeschi a sinistra, vince l'uno contro uno e serve una bella palla a Chiesa: Provedel si supera sulla prima conclusione, ma sulla seconda, da terra, mette dentro il 2-0.
89’ GOL! RONALDO! E SONO TRE! LA CHIUDE LA JUVE. Ripartenza, palla rubata, assist di Bentancur per Ronaldo che controlla e infila il 3-0 che punisce oltremodo lo Spezia.
96’ SZCZESNY PARA UN RIGORE. Fallo ingenuo di Demiral, che rivisto al VAR regala il rigore allo Spezia. A tempo super scaduto però Galabinov si fa ipnotizzare da Szczesny che tiene così il clean sheet.

MVP

Bernardeschi. Entra e cambia la gara come mai aveva fatto prima nella sua storia alla Juventus. E’ nella fuga immediata per l’assist a Morata sul primo pallone toccato; così come è nell’uno contro uno che serve il pallone a Chiesa. Tanto criticato – spesso a ragione – stasera si prende una piccola rivincita.

Le pagelle

Clicca qui per i voti a tutti i protagonisti di Juventus-Spezia.

Fantacalcio

PROMOSSO: Szczesny. Tiene il clean sheet parando il rigore a tempo scaduto. Capolavoro.
BOCCIATO: Galabinov. Si fa parare il rigore.

Pirlo: “Grande Juventus sul piano difensivo”

Calciomercato
Dybala: l'estero sarebbe un salto nel buio, non solo una sfida
18 ORE FA
Calciomercato
C'è vita oltre De Ligt? I nomi della Juve in caso di addio
25/06/2022 A 08:23