Atalanta-Udinese, match della 29a giornata andato in scena al Gewiss Stadium di Bergamo, si è concluso col punteggio di 3-2. Doppietta di Muriel e gol di Zapata, la Dea vola al 3° posto in classifica a -2 dal Milan. Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match, informazioni utili anche per farvi una prima idea se giocate a qualsiasi Fantacalcio.

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Serie A
Muriel+Zapata, l'Atalanta va ancora: 3-2 all'Udinese
03/04/2021 A 12:35

Le pagelle dell’Atalanta

Pierluigi GOLLINI 6 – Incolpevole sui gol, non si macchia di particolari errori o fatti degni di nota.
Rafael TOLOI 5,5 – Reduce dall’esordio in nazionale, come terzino a destra, oggi, gioca un primo tempo generoso ma cala non poco alla distanza. E sul secondo gol ha qualche colpa.
Cristian ROMERO 6,5 – Si conferma come il migliore del reparto in una stagione per lui dietro da vero dominatore.
José Luis PALOMINO 6 – Partita ordinata, di buon controllo. Si adatta bene a tutte le situazioni tattiche che Gasperini cambia nel corso della partita.
Robin GOSENS 5,5 – Decisamente meno brillante del solito, paga probabilmente anche lui l’impegno in nazionale e un assetto tattico che non ne premia, evidentemente, la doti di grande incursore. Dal 46’ Berat DJIMSITI 6 – Ha ovviamente meno qualità tecniche di Gosens, ma gioca una partita ordinata.
Marten DE ROON 6,5 – Preziosissimo lì in mezzo. Gioca a specchio su De Paul e finisce con l’annullarlo.
Remo FREULER 6,5 – Come De Roon è uno dei veri insostituibili dello scacchiere tattico di Gasperini. Tanta intelligenza tattica lì in mezzo, enorme pulizia nelle giocate.
Matteo PESSINA 6,5 – Anche lui cambia un paio di funzioni nel corso della partita. Le incursioni restano il suo forte. Sfiora un gol, sforna un assist. Promosso, insomma. Dal 77’ Mario PASALIC 6 – Finale senza particolari sussulti.
Ruslan MALINOVSKYI 7,5 – Muriel fa due gol, ma Malinoskyi è in forma e sforna assist per tutto il pomeriggio. Per due volte mette in gol i compagni; in altre due situazioni sfiora l’identica giocata. Illuminato. Dal 77’ Joakim MAEHLE 6 – Ingresso onesto in partita.
Luis MURIEL 8 – Un tempo da dominatore. Si piazza largo a sinistra e parte facendo i danni. Uno slalom che semina il panico, poi due gol. Non c’è guaio che tenga, quest’anno è semplicemente un giocatore di un altro livello. Ha raggiunto la piena maturità e si fa bastare un tempo per piazzare lì, nonostante i problemi fisici, la doppietta. Devastante. Dal 46’ Josip ILICIC 5 – Brutto ingresso in partita. Ancora una volta un po’ svogliato. Si mangia un’incredibile occasione nel finale.
Duvan ZAPATA 7 – Nel primo tempo non sembra un granché in partita, con qualche pasticcio pallone tra i piedi anche dal punto di vista tattico. Poi però, di fatto, mette dentro il gol che decide la gara. Dall’85’ Alexei MIRANCHUK – sv.
All. Gian Piero GASPERINI 6,5 – La sua è forse un’Atalanta meno brillante, meno impressionante rispetto a quella della passata stagione. Ma più matura. Matura nel senso che può variare, che sa cambiare interpreti e soprattutto moduli. Oggi l’abbiamo vista mutare nelle posizioni in almeno 3 momenti. E il risultato per ora non cambia: -2 dal secondo posto del Milan.

Le pagelle dell’Udinese

Juan MUSSO 5,5 – Non del tutto convincente sul primo gol di Muriel. Nel finale rischia qualcosina. Impreciso.
Rodrigo BECAO 5,5 – Un buon inizio di gara, ma poi Pessina e Muriel iniziano a dare fastidio.
Kevin BONIFAZI 5,5 – All’inizio tiene bene su Zapata, ma quando la sostanza si fa vera va in difficoltà.
Bram NUYTINCK 5,5 – Vale il discorso fatto per gli altri due compagni di reparto: quando l’Atalanta cambia ritmo, l’Udinese dietro balla. Dal 69’ SAMIR 6 – Venti minuti finali senza sbavature.
Nahuel MOLINA 7 – A destra da fastidio a Gosens prima e Djimsiti poi. Due assist pregevoli, per una giornata ampiamente positiva nella prestazione al di là del risultato finale della sua squadra.
Rodrigo DE PAUL 5 – Tenuto sotto scacco da De Roon, l’argentino non si accede mai e incappa in una giornata anonima.
WALACE 5,5 – Corre, è generoso. Ma spesso si ritrova a girare a vuoto in una mediana dominata dalla Dea. Dall’81’ ARSLAN – sv.
Roberto PEREYRA 6 – Si salva solo grazie al gol, messo dentro per altro sull’unico pallone toccato – o quasi – nel primo tempo. La verità è che quello resta il suo unico squillo.
Marvin ZEEGELAAR 5,5 – Non affonda dal punto di vista offensivo e sebben soffra un po’ meno dei compagni in fase difensiva, non convince del tutto. Dal 59’ Jens STRYGER-LARSEN 7 – Ingresso di spessore: entra e trova il gol che accede il finale.
Jayden BRAAF 5 – Semplicemente non pervenuto. Acerbo. Dal 69’ Fernando FORESTIERI 6,5 – Ancora una volta buon impatto, con 20 minuti finali di qualità nelle sue giocate.
Stefano OKAKA 5 – Come Braaf ne vede veramente poche. Dal 59’ Fernando LLORENTE 6 – Entra e prova a lottare, mettendoci il fisico e conquistando qualche buona giocata come una punizione in attacco che De Paul spreca.
All. Luca GOTTI 6 – Incassa la seconda sconfitta consecutiva, ma anche oggi poco da dire. Affrontava una squadra più forte e nonostante il dominio a tratti della Dea è rimasto in partita fino al 93°. La salvezza non è matematica, ma l’Udinese è una squadra preparata e che sa cosa fare.
Calciomercato 2020-2021
Lukaku-Chelsea: si tratta? Nandez: "Non so nulla dell'Inter"
32 MINUTI FA
Serie A
Formazioni tipo: ecco come giocheranno le 20 squadre di A
20 ORE FA