L'Inter ottiene in maniera sofferta e rabbiosa l'11a vittoria consecutiva battendo 1-0 un Cagliari ordinato e molto chiuso: decide la rete a 13 minuti dalla fine di Darmian su assist del neoentrato Hakimi. Nerazzurri che tornano a +11 sul Milan, vittorioso sabato a Parma, e vedono sempre più vicino lo scudetto. Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match, informazioni utili anche per farvi una prima idea se giocate a qualsiasi Fantacalcio.

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Serie A
Adriano: "La società Inter? La migliore. Moratti una leggenda"
11 ORE FA

Le pagelle dell’Inter

Samir HANDANOVIC 6 – Sostanzialmente inoperoso quest’oggi. Clean sheet di ordinaria amministrazione.
Milan SKRINIAR 6 – Prestazione senza macchie del centralone slovacco.
Stefan DE VRIJ 6,5 – Domina là in mezzo e svernicia pure la traversa quando “sale”.
Alessandro BASTONI 6 – Ordinaria amministrazione anche per lui, gli avanti cagliaritani creano zero grattacapi.
Matteo DARMIAN 7 – Spinge parecchio sulla destra e sa rendersi pericoloso al tiro già nel primo tempo: nella ripresa si mette in proprio e a autografa il gol-vittoria con inserimento perfetto da “quinto”. Eroe di giornata.
Christian ERIKSEN 6,5 – Costringe Vicario alla “paratona” nel primo tempo e in generale è il più lucido in distribuzione palla. (81’ GAGLIARDINI sv)
Marcelo BROZOVIC 6,5 - Skipper instancabile, moto dell'Inter come ogni singolo match quest'anno. Che stagione per il croato, quella della consacrazione assoluta!
Stefano SENSI 6 – Discreta prova del centrocampista centrale nerazzurro intermini di qualità/quantitàè. Segnali incoraggianti dopo il lungo calvario. (81’ VECINO sv)
Ashley YOUNG 5,5 – Non è un fattore sulla sua corsia di competenza e Conte giustamente lo leva quando bisogna “passare alle cose formali” (HAKIMI 7 – E’ lui l’uomo della provvidenza: da un suo poderoso scatto seguito da assist al baci nasce il gol vittoria. Dominante)
Romelu LUKAKU 6 – Oggi si prende una pausa da gol e assist per mettersi (pienamente) a servizio della squadra. Fino all’ultimo respiro.
Alexis SANCHEZ 5,5 – Il più vivo dei suoi in avvio: a lungo andare generoso ma inconsistente. (69’ LAUTARO 5,5 – Ingresso un po’ appannato del “Toro”.)
All. Antonio CONTE 6,5 – La risolve coi cambi, gettando nella mischia al momento giusto il fuoriclasse Hakimi. Buone risposte da Eriksen e Sensi e in generale c’è la sensazione che quest’Inter proceda col pilota automatico.
https://i.eurosport.com/2021/04/11/3028138.jpg

Le pagelle del Cagliari

Guglielmo VICARIO 7 – Prestazione eroica al Meazza, vola dappertutto a lungo ma sulla sortita di Darmian non può davvero nulla. Il migliore dei suoi.
Daniele RUGANI 6 – Regge l’urto degli avanti nerazzurri, con tenacia. (85' SIMEONE sv)
Diego GODIN 6 – Si fa valere contro gli ex compagni di squadra, stringendo i denti
Andrea CARBONI 6 – Vedi sopra, efficace anche lui, il più giovane.
Gabriele ZAPPA 5 – Inconsistente sulla fascia, non proprio il massimo nemmeno in fase difensiva.
Razvan MARIN 6 - Prova di sostanza in mezzo, ha il piede per tenere e distribuire palloni.
Radja NAINGGOLAN 6 – Porta la croce per tutto il match da faro della manovra. Con qualche passaggio a vuoto, ma di personalità.

Nainggolan a duello con Sanchez

Credit Foto Getty Images

Alfred DUNCAN 5,5 – Anello debole in avvio del Cagliari lì in mezzo, nella ripresa la situazione non migliore. (72' ASAMOAH 5,5 - Entra nel momento di maggior pressione dell'Inter)
Nahitan NANDEZ 5 – Si fa bruciare da Hakimi in occasione del gol-partita e la sua valutazione non può che risentirne (90’ PEREIRO sv)
Leonardo PAVOLETTI 5,5 – Le sportellate non bastano, ci vorrebbe un poì di qualità in più. (90’ CERRI sv)
JOAO PEDRO 6 - Compito arduo quello di raccordo, ma al solito lo fa con sacrificio e abnegazione. C'è poca gloria per il capitano oggi.
All. Leonardo SEMPLICI 6 - Il suo Cagliari fa quel che può ma quando Conte inserisce l’artiglieria pesante non c’è ne può essere per nessuno.

Conte: "L'errore da non fare è parlare. Zitti e pedalare"

Serie A
Marotta chiude le porte alla Superlega: "È un tema archiviato"
12 ORE FA
Serie A
Conte: "La vittoria deve essere fissa nel nostro cervello"
13 ORE FA