Roma-Inter, match della 17a giornata della Serie A 2020-2021 andato in scena allo stadio Olimpico di Roma si è concluso col punteggio di 2-2. L'Inter di Antonio Conte in virtù di questo risultato è costretto a vedere i cugini del Milan allungare a +3, mentre la Roma di mister Paulo Fonseca sale a quota 34 punti. Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match, informazioni utili anche per farvi una prima idea se giocate a qualsiasi Fantacalcio..

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Serie A
La Roma acciuffa l’Inter con Mancini: 2-2, il Milan allunga
10/01/2021 A 11:12
Champions League, classifiche e risultati gironi | Europa League, classifiche e risultati gironi

Le pagelle della Roma

Pau LOPEZ 7 – Miracoli pazzeschi prima di “capitolare”. Incolpevole sui gol, provvidenziale altrove.
Gianluca MANCINI 7 – Salva la Roma con un avvitamento aereo clamoroso. Gol da attaccante di razza.
Chris SMALLING 6,5 – Molto bene in marcatura su Lukaku; duello scintillante tra i due marcantoni.
Roger IBANEZ 5,5 – Malino in marcatura, spesso sovrastato da Lautaro. Si riprende nel finale.
Rick KARSDORP 6,5 – Disinvolto sulla destra, a conferma di una condizione psicofisica ottimale.
Jordan VERETOUT 6 – Un po’ appannato ma comunque capace di propiziare la rete del momentaneo 1-0. (79’ CRISTANTE 6,5 – Benissimo dal momento del suo ingresso in campo. Sta bene e si vede)
Gonzalo VILLAR 7 – Ottima prestazione del giovane regista giallorosso. Di classe, visione di gioco periferica e personalità. Chapeau. Suo l’assist per il 2-2.
Leonardo SPINAZZOLA 5 – (Ancora) fuori condizione e incapace di arginare le avanzate di Hakimi. Mismatch da quella parte. (73’ BRUNO PERES 6 – Meglio del suo “collega”)
Henrikh MKHITARYAN 6,5 – Si accende a intermittenza, ma quando lo fa i suoi strappi mettono in difficoltà la difesa nerazzurra.
Lorenzo PELLEGRINI 7 – Gran gol e super finale a illuminare la manovra giallorossa.
Edin DZEKO 5,5 – Riferimento avanzato ben contenuto dai centrali nerazzurri. Pomerggio da attore non protagonista (89’ Borja MAYORAL sv)
All. Paulo FONSECA 6,5 – Bellissima Roma al netto di una pausa a inizio ripresa, “corretta” da un finale superlativo. Realtà.
https://i.eurosport.com/2021/01/10/2968545.jpg

Le pagelle dell’Inter

Samir HANDANOVIC 5,5 – Guarda il gol di Pellegrini insaccarsi, senza provare l’intervento. Non proprio l’immagine più confortante.
Milan SKRINIAR 7 – Sempre più al centro del progetto "contiano": impeccabile dietro, davanti firma l’inzuccata della riscossa.
Stefan DE VRIJ 6 - Tiene bene dietro, senza fronzoli.
Alessandro BASTONI 5,5 – Ancora qualche errore in fase di impostazione di troppo.
Achraf HAKIMI 7 – Gara in crescendo rossiniano: sbaglia tanto in avvio, poi comincia a seminare il panico sulla destra. Si inventa un gol da cineteca: applausi. (82' KOLAROV sv)
Nicolò BARELLA 5,5 – Meno impattante del solito: Veretout non a caso gli borseggia il pallone nell’azione che indirizza il match. Cartolina di un pomeriggio da dimenticare.
Arturo VIDAL 6 – Mezzo voto in meno per i due lisci clamorosi in area, ma oggi è stato un fattore tra le linee con i suoi proverbiali inserimenti. Lampi di Arturo. (82' GAGLIARDINI SV)
Marcelo BROZOVIC 7 – Skipper senza macchie, vero architetto della rimonta nerazzurra. I due assist sono le diapositive di una performance autoritaria anziché no.
Matteo DARMIAN 6 – Sfortunato, subisce un colpo che lo mette ko nelle fasi iniziali: Conte lo aveva selezionato per tenere a bada il guizzante Karsdorp (34’ Ashley YOUNG 6 – Qualche cross interessante sfornato dalla sinistra: fa il suo).
Lautaro MARTINEZ 5,5 – Dialoga bene con il compagno di reparto, ma non è sufficientemente “cattivo” sottoporta. (77' PERISIC 5,5 – Pessimo impatto in un ruolo comunque non suo)
Romelu LUKAKU 6 – Stra potere fisico stavolta non accompagnato da lucidità sotto porta.
All. Antonio CONTE 5,5 – Tra la sufficienza stiracchiata e l’insufficienza: non riesce a evitare di andar sotto nel finale con una gestione cambi discutibile.

Conte: "Cambi? Volevo mettere fisicità"

Champions League
Inzaghi: "Sfida non decisiva, ma molto importante"
6 ORE FA
Champions League
Inzaghi: "Con lo Shakhtar non sarà decisiva"
9 ORE FA