Giulini senza freni e peli sulla lingua. Il presidente del Cagliari, nel corso della conferenza stampa di presentazione dei due nuovi acquisti Rugani e Asamoah, si è lasciato andare ad un duro sfogo nei confronti dell'ormai ex ministro dello sport Vincenzo Spadafora. Le scelte e le politiche intraprese in questi ultimi mesi - soprattutto quelle relative all'assenza di pubblico negli stadi - non sono andate certo giù al numero uno rossoblu:
"Sono contento che Spadafora non ci sia più e che ora arrivi il governo Draghi, spero proprio che almeno i vaccinati li facciano entrareComunque anche se gli stadi dovessero rimanere chiusi - ha aggiunto Giulini - mi sembra che ci stiamo preparando al meglio per la prossima stagione. I segnali sono buoni anche per i diritti tv, si intravede una luce. Un po' di ottimismo per il Paese e per il mondo del calcio"
Sono contento che Spadafora non ci sia più e che ora arrivi il governo Draghi, spero proprio che almeno i vaccinati li facciano entrare
Serie A
Dybala fa 115 con la Juventus: raggiunto Roberto Baggio al 9° posto
06/05/2022 ALLE 20:35

Sul mercato del Cagliari

"Sono arrivati giocatori che avevano voglia di venire a Cagliari per combattere: non era il caso di insistere per altri che nicchiavano. Il regista? Abbiamo già Nainggolan. Ma anche Deiola o Marin all'occorrenza possono cavarsela in quel ruolo"

Sulla posizione di Di Francesco

"Siamo partiti con diversi equivoci - commenta il presidente -, da Joao Pedro che rende meglio in mezzo dietro la prima punta a Marin che fa bene la mezzala, ma noi credevamo potesse fare il play. Ora non contano moduli e progetto, conta salvarci. Bisogna entrare in campo, sputare sangue e toglierci da questa situazione. Questa è una rosa che è ridicolo che si trovi in questa situazione, ha tutto per salvarsi"
Non contano moduli e progetto, conta salvarci. Bisogna entrare in campo, sputare sangue e toglierci da questa situazione

Di Francesco: "Arbitro non all'altezza, serve rispetto"

Serie A
DAZN, stop alla doppia utenza per abbonamento?
09/11/2021 ALLE 10:32
Serie A
Atalanta-Milan, 5 verità: Diavolo forte, Dea senza Gosens è dura!
04/10/2021 ALLE 08:46