E' tempo di Inter-Hellas Verona a San Siro, ma è inevitabile una battuta su quello che sta accadendo fuori dal campo tra il naufragio della Superlega (con la richiesta di sanzioni per Juventus, Inter e Milan da parte di 11 club della Serie A) e il futuro societario in casa Inter. L'amministratore delegato nerazzurro, Beppe Marotta, non si tira indietro.

Sulla Superlega e la richiesta di sanzioni

“Ufficialmente non ne sappiamo niente e per questo non ne conosciamo il contenuto, lo abbiamo appreso dagli organi di informazione. Siamo in un momento tragico e di litigiosità che nasconde il problema della sostenibilità. Questo sistema non funziona, anche per colpa della pandemia. Auspico che si possa parlare di riforma del calcio attraverso un professionismo diverso che possa ridurre anche i costi”.
Serie A
DAZN, stop alla doppia utenza per abbonamento?
09/11/2021 A 10:32

Sul futuro dell'Inter

“Condivido i due concetti espressi da Conte: il primo è quello della massima concentrazione su questo finale di campionato. Il secondo, quello sulla chiarezza, è una richiesta onesta come quella di tutti gli allenatori che chiedono alle società i programmi una volta arrivati a fine stagione. A tempo debito è giusto che ci si ritrovi e che la società esponga i programmi futuri”.

Conte: "Zhang e futuro? Non mi interessa, non ho piacere a rispondere"

Serie A
Atalanta-Milan, 5 verità: Diavolo forte, Dea senza Gosens è dura!
04/10/2021 A 08:46
Serie A
Atalanta-Milan 2-3, pagelle: Tonali totale, Kjaer autorevole
03/10/2021 A 20:52