Mister Stefano Pioli è stato intervistato ai microfoni di DAZN al termine di Milan-Benevento, finita con incoraggiante 2-0 pro Diavolo: "Senza spirito di squadra non si va da nessuna parte, non possiamo permetterci di non fare la corsa in più e di correre fino alla fine. Stasera ho visto cose positive".

Su Ibrahimovic

"Stiamo parlando di un campione, fa crescere il valore di una squadra e la qualità dei compagni. Non averlo avuto per tanto tempo ci ha penalizzato, ora l'importante è che stia bene. Ora era difficile a livello mentale, le due sconfitte le avevamo subite ed è normale che sia così. Abbiamo reagito, la squadra maturerà e crescerà molto. Io credo che spesso non dare punti di riferimenti ad una difesa può essere un vantaggio. Svuotare lo spazio centrale per favorire gli inserimenti dei calciatori è più difficile per gli altri. Zlatan ha un'intelligenza superiore, gli piace fare il regista offensivo. È un'opzione che ci sta dando dei vantaggi".
Serie A
DAZN, stop alla doppia utenza per abbonamento?
09/11/2021 A 10:32
https://i.eurosport.com/2021/02/21/2999843.jpg

Sulla vicinanza della dirigenza

L'area tecnica ci sostiene quotidianamente, siamo messi nelle condizioni di poter far bene e questo ci permette di dare il 100%. Parliamo di gente di calcio, sa quando intervenire e come intervenire e che parole usare

Su Calhanoglu

"Non ha ancora raggiunto il suo potenziale. Mi piace tantissimo perché abbina quantità e qualità, lavora per la squadra, deve trovare ancora un po' più di precisione negli assist ma sta trovando quella consapevolezza che non ha avuto in passato. Per me è un giocatore da doppia cifra, per la tecnica che ha ha tutte le qualità per riuscirci, ma non solo per i gol, anche per gli assist".

Pioli: "Milan più forte di tutti tranne che dell'Inter"

Serie A
Atalanta-Milan, 5 verità: Diavolo forte, Dea senza Gosens è dura!
04/10/2021 A 08:46
Serie A
Atalanta-Milan 2-3, pagelle: Tonali totale, Kjaer autorevole
03/10/2021 A 20:52