Intervistato da Sky Sport a due giorni dal cruciale Derby di Milano, Gigio Donnarumma ha rilasciato queste dichiarazioni, a tutto campo: dalla sfida stra cittadina Milan-Inter al rinnovo di contratto del portierone milanista, passando per le ambizioni scudetto della banda Pioli.

Sul derby

"Sarà una bella emozione, era da tanto che non si vedeva un derby con questa classifica. Siamo tutti entusiasti e consapevoli, proveremo a fare una grandissima partita per provare a portare a casa il risultato. Credo che faremo una grande partita e se chiudo gli occhi spero che Ibra decida questa gara".
Europa League
Stella Rossa-Milan, pagelle: Theo-Tonali ok, male Romagnoli
18/02/2021 ALLE 20:20

Sul momento del Milan

"Dopo il lockdown, dopo la gara con la Juve, abbiamo capito che potevamo svoltare e da lì è nato tutto. Con mister Pioli lavoriamo bene, stiamo bene in campo, lavoriamo tanto sulla fase difensiva che è stata uno degli aspetti principali in questo anno, adesso dobbiamo continuare a lavorare perché non abbiamo fatto ancora nulla, manca ancora tanto e speriamo di continuare a divertirci".

Sul suo momento

"Se è il momento più bello della mia carriera? Dopo la Supercoppa contro la Juve, sì. Quello è stato un momento incredibile, il primo trofeo con il Milan, indimenticabile. Ma questo è uno dei momenti più belli".

Sul Milan attuale

"Sicuramente siamo più squadra. Non so se è il Milan più forte ma ora siamo più squadra, stiamo bene insieme, ci divertiamo e siamo un grande gruppo. Penso che questa sia la cosa fondamentale per puntare in alto"

Sullo scudetto

"È un Milan che può lottare per lo scudetto, che non si deve accontentare. Il nostro obiettivo è la Champions, però i calcoli li faremo alla fine".

Sulla Champions

"È un sogno giocarla, tornare lì significherebbe portare il Milan dove merita".

Su Ibrahimovic

"Ibra è un campione, non molla mai, aiuta tutti. È il primo a venire al campo e l’ultimo ad andare via. È un esempio per tutti, ci sta dando una grande mano anche su questo".

Sulla sua crescita

"A volte sbagliavo negli atteggiamenti in campo, ma fa parte dell’esperienza, ero ancora ragazzino. Ora sono molto più maturo, miglioro partita dopo partita. Più si va avanti e più si matura e penso che sono sulla strada giusta".

Sul rinnovo

"Come vivo questa fase? Serenamente, come ho sempre vissuto gli anni qui al Milan. Sono tranquillo, cerco di dare sempre il massimo e dare sempre una mano ai miei compagni, allenandomi al 100% e dando tutto per questa maglia".

Milan-Inter: numeri, statistiche, curiosità

Serie A
La svolta di Brozovic: da discontinuo a skipper-scudetto
18/02/2021 ALLE 17:26
Serie A
Le pagelle di Spezia-Milan 2-0: Dalot, che incubo
13/02/2021 ALLE 22:08