Andrea Pirlo ha presentato in conferenza stampa Milan-Juventus, gara valida per la sedicesima giornata del campionato di Serie A, in programma domani alle 20:45 allo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano. Nella sala stampa dell’Allianz Stadium il tecnico bresciano ha parlato delle condizioni fisiche di Dybala, di Ronaldo, del suo passato da milanista e di tanto altro: ecco gli stralci più significativi.

Sul Covid

"Abbiamo fatto gli esami sta mattina e adesso stiamo aspettando gli esiti. Nel pomeriggio sapremo se ci saranno altre situazioni".
Serie A
Orchestra contro tenore, al Diavolo il pronostico
04/01/2021 A 20:52

Rimonta

"Stiamo lavorando per quello, abbiamo iniziato il 2021 con una vittoria e un atteggiamento positivo. Pensiamo partita dopo partita, poi la classifica la valuteremo fra un paio di mesi".

Partita da dentro o fuori?

"No però è sicuramente una partita importante, non decisiva. Giocare Milan-Juventus è sempre affascinante, lo è stato da giocatore e lo sarà da allenatore. Giocheremo la apritta per fare il nostro meglio, sarà importante ma non decisiva".

Dybala gioca?

"Ieri Paulo aveva qualche linea di febbre ma oggi stava meglio."

Sul "suo" Milan?

"Il Milan è una squadra con la quale ho giocato tanto e vinto tanto. Per me è un partita importante, anche se la società è cambiata molto".

Novità a centrocampo?

"Valuteremo domani chi avremo del tutto a disposizione. Arthur e Rabiot sono recuperati però vediamo cosa succederà dopo l'esito dei tamponi".

Tattica anti-Milan

"Dobbiamo stare attenti, loro sono molto bravi nel recuperare la palla e attaccare velocemente. Arrivano in porta con due-tre passaggi, dobbiamo essere bravi tecnicamente".

Su Quagliarella

"Ho in testa la partita di domani. Fabio lo conosco, è un grande attaccante però avremo modo di parlarne nei prossimi giorni".

Ronaldo-dipendenza

"Abbiamo intravisto una buona cosa in lui nella posizione in cui farlo giocare e magari fallo stancare meno. Lui è stato decisivo ovunque, è normale quando hai un campione così che ne dipenda. Ibra è fondamentale anche per loro perché gli cambia il modo di giocare però hanno sfruttato le caratteristiche degli altri in sua assenza".

Su Morata

"Sta facendo fisioterapia, valuteremo nei prossimi giorni. Vedremo quando sarà il tempo per riaverlo".

Chiellini e Demiral?

"Hanno recuperato, stanno abbastanza bene. magari non hanno il ritmo per giocare 90 minuti però sì potrebbero giocare in caso di emergenze".

Pirlo: "Tra 3 mesi vedremo dove saremo, Dybala è più brillante"

Calciomercato 2020-2021
Kaio Jorge, la mossa della Juve per averlo a gennaio
8 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
Inter, Nainggolan moneta di scambio per Nandez. Varane allo United
11 ORE FA