Ogni post giornata, analizziamo tutto quello che è successo e proviamo a stilare un Pagellone della partite appena andate in archivio. Chi è stato il protagonista principale? Quale squadra si è confermata con un trend positivo? E chi invece ha tradito qualche difficoltà e ha deluso le aspettative? Oppure chi l'ha combinata grossa, mettendo in difficoltà la propria squadra? Ecco il meglio e il peggio di ciò che ha prodotto nella 27a giornata di Serie A.

Voto 10...all'Inter che fa il vuoto

+9 sul Milan, +10 sulla Juventus, che ha una partita in meno. L'Inter non brilla a Torino, fatica, crea poco, ma grazie al bellissimo colpo di testa in torsione di Lautaro Martinez nel finale trova un'altra vittoria fondamentale nella strada verso lo Scudetto. La squadra di Conte centra l'ottavo successo consecutivo in Serie A e guadagna un ampissimo vantaggio in classifica. Ora l'ultimo mini ostacolo Sassuolo, poi una sosta per ricarcarsi e preparare la volata finale. Sembra davvero improbabile che questa Inter, diventata vincente anche nella mentalità, possa farsi sfuggire questo campionato.
Serie A
Pioli: "Le assenze pesano, provate a togliere all'Inter Lukaku"
14/03/2021 A 22:37

Stellini (vice-Conte): "Queste vittorie hanno peso doppio"

Torino-Inter 1-2, pagelle: Bremer annulla Lukaku. Lautaro che gol!

Voto 9...a Dusan Vlahovic, tripletta da urlo di un ventunenne

Tre gol, uno più bello dell'altro: di rapina, di precisione, da fuori area. Potente e affamato, il classe 2000 serbo sta mettendo in mostra tutte le sue doti. Bravo Prandelli a dargli fiducia, bravo lui a non perdersi d'animo anche nei momenti più complicati. Con questo colpaccio in casa del Benevento, la Fiorentina trova finalmente ossigeno e guarda con più serenità al finale di stagione. Dusan Vlahovic, attaccante vero, è una risorsa importante e il primo a saperlo è proprio il presidente Commisso.

Dusan Vlahovic

Credit Foto Getty Images

Benevento-Fiorentina 1-4, pagelle: oltre a Vlahovic c'è Eysseric

Voto 8...al successo pesante del Napoli

Lo 0-1 di San Siro rilancia le ambizioni Champions del Napoli di Gattuso. È bastata la zampata di Politano a piegare il Diavolo, ridando morale e vigore al gruppo azzurro. Al di lá degli episodi, una prestazione solida quella dei campani, che ora sono quinti, a due punti dall'Atalanta e con il recupero da giocare contro la Juventus, terza e avanti cinque punti in classifica. Tre vittorie nelle ultime quattro e lo scontro diretto con una rivale come la Roma da giocare prima della sosta: ci sarà da divertirsi.
Le pagelle di Milan-Napoli 0-1: Politano decisivo, Leao spreca

Voto 7...alla reazione della Juventus (e di CR7)

Non c'è stato il contraccolpo psicologico post eliminazione. La Juventus ha archiviato la dolorosa eliminazione con il Porto e ha liquidato in poco più di mezz'ora la pratica Cagliari. Grande protagonista del match Cristiano Ronaldo, autore di una tripletta e protagonista di un episodio molto discusso con Cragno (lo abbiamo analizzato QUI). Anche il "7" ha reagito alle tante critiche piovute dopo l'opaca prova di martedí. La domanda che tutti i tifosi della Juve si pongono rimarrà la stessa: ma perché questo tipo di partite il portoghese non l'ha offerta qualche giorno prima?

Cristiano Ronaldo - Cagliari-Juventus - Serie A 2020-2021

Credit Foto Getty Images

Le pagelle di Cagliari-Juventus 1-3: CR7 decide, male Nandez

Pirlo: "Ronaldo? I campioni parlano sul campo"

Voto 6...al successo del Parma, che ora deve trovare continuità

Un 6 che sarebbe almeno 6,5. Finalmente il Parma ritrova il sorriso e conquista una vittoria fondamentale per alimentare le speranze salvezza. La squadra ducale, trascinata dai rumeni Man e Mihaila, ha battuto una Roma troppo incerta e ha ridotto il gap con chi è davanti in classifica. Le speranze per D'Aversa e per i suoi ragazzi aumentano e sarà fondamentale dare continuità già nel prossimo match di venerdì contro il Genoa per non rendere vana questa gioia domenicale.
Parma-Roma 2-0, pagelle: male Pedro, Mihaila il migliore

Voto 5...a un Milan troppo decimato per essere vero

Troppi assenti e troppi giocatori fuori condizione e appena rientrati dagli infortuni. Sono cortissime da tempo le rotazioni di Pioli. Non è una giustificazione, ma una buona attenuante per spiegare la poco convincente prestazione dei rossoneri contro il Napoli. Il Milan ha faticato ad imporre il suo gioco e ha pagato lo sforzo di giovedì a Manchester. Tralasciando le decisioni arbitrali, ora per il Diavolo la priorità è ritrovare la forma dei suoi elementi chiave, da Ibrahimovic a Kjaer, da Calhanoglu a Bennacer. Ora ritorno con lo United, Fiorentina e poi una quantomai tempestiva sosta.
Le 5 verità di Milan-Napoli: AAA Leão cercasi

Pioli: "Non abbiamo mai pensato allo scudetto"

Voto 4...a Juric, che perde ancora con De Zerbi

La sfida tra due dei tecnici più rampanti d'Italia la vince quello alla guida del Sassuolo. Un altro ko contro il collega per Ivan Juric, che non è riuscito a sfatare il tabú. Il Verona non ha giocato male, ha creato diverse occasioni da gol, ma è stato colpito tre volte e ha incassato la seconda sconfitta consecutiva. Un brutto passo falso nel duello per l'ottavo posto, lo "Scudettino delle altre".

Filip Djuricic - Sassuolo-Verona - Serie A 2020-2021

Credit Foto Getty Images

Sassuolo-Verona 3-2, pagelle: ottimo Lazovic, Djuricic ritrovato

Voto 3...alla Samp, che ora subisce troppo

Terza sconfitta nelle ultime cinque giornate (due pareggi) e altri tre gol subiti. La Sampdoria di Ranieri si è un attimo disunita e anche a Bologna ha palesato alcuni problemini organizzativi. Insoliti un mese fa, abbastanza comuni oggi. In casa blucerchiata si devono cercare soluzioni a questo momento negativo, anche e soprattutto per non "rovinare" quanto di buono fatto nei mesi precedenti.
Bologna-Sampdoria 3-1, pagelle: Svanberg a tutto spiano

Voto 2...a una Roma stanca, priva di uomini chiave e distratta

Il risultato a sorpresa della 28esima giornata arriva dal Tardini. La distratta Roma di Fonseca crolla in casa del Parma e mette a referto un ko fastidioso nella corsa al quarto posto. Oltre alla stanchezza per l'Europa League, per i giallorossi pesano le assenze di Mkhitaryan, Smalling e Veretout, giocatori troppo esperti e determinanti per essere ignorati. La sfida di domenica prossima con il Napoli diventa un bivio cruciale.
Fonseca: "Gli arbitri non ci trattano come le altre squadre"

Voto 1... allo Spezia, che ora è in difficoltà

Niente da fare. All'andata lo Spezia era riuscito ad arginare l'Atalanta, imponendole uno 0-0 inaspettato. A Bergamo nessuna storia a lieto fine: tre gol dei bergamaschi e liguri ancora sconfitti. La vittoria manca dal 13 febbraio contro il Milan e i soli due punti conquistati negli ultimi cinque turni fanno scattare un campanello d'allarme abbastanza inquietante. Sabato la sfida clou contro il Cagliari: un ulteriore ko metterebbe la squadra di Italiano in una situazione decisamente rischiosa.
Le pagelle di Atalanta-Spezia 3-1: Pasalic top, Muriel eccezionale

Voto 0...al Benevento, in picchiata verso zone pericolose

Quattro gol in casa dalla Fiorentina. Nella serata horror del Benevento è andato tutto storto. Il problema è che dietro ci sono tre squadre più blasonate e in questo momento anche abbastanza agguerrite. Il calendario dopo la sosta non pare impossibile, ma Inzaghi ha bisogno di scuotere il suo gruppo. Il maestoso girone d'andata pare un lontano ricordo e adesso il Benevento ha bisogno disperato di punti per evitare brutti scherzi.

Mihajlovic show: "Vi racconto come Caniggia fregava Boskov"

Serie A
Rinvio Juve-Napoli, la Lega risponde alla Roma: "Tutto regolare"
14/03/2021 A 22:18
Serie A
Ronaldo non salta in barriera, Pirlo: "Valuteremo cosa fare"
13 ORE FA