Ogni post giornata, analizziamo tutto quello che è successo e proviamo a stilare un Pagellone della partite appena andate in archivio. Chi è stato il protagonista principale? Quale squadra si è confermata con un trend positivo? E chi invece ha tradito qualche difficoltà e ha deluso le aspettative? Oppure chi l'ha combinata grossa, mettendo in difficoltà la propria squadra? Ecco il meglio e il peggio di ciò che ha prodotto la 33a giornata di Serie A.

Voto 10...all'Atalanta, seconda forza del campionato

Sei vittorie e un pareggio nelle ultime sette giornate. E un ritmo nel girone di ritorno che è lo stesso dell'Inter capolista e imminente scudettata. La Dea di Gasperini rifila cinque sberle al Bologna, si gode le solite super prestazioni di Muriel, Zapata e Malinovskyi, allunga sulla Juventus e si erge in seconda posizione solitaria. I bergamaschi continuano nel trend delle ultime stagioni, quando nella seconda parte dell'anno si trasformano e diventano inaffrontabili per chiunque. L'Atalanta non teme nessuno e al momento pare davvero la principale candidata per chiudere questa Serie A alle spalle della sola squadra di Conte.
Serie A
Corsa Champions: si decide tutto all'ultima giornata
09/04/2021 A 11:48
Atalanta-Bologna 5-0, pagelle: Malinovskyi e Muriel super

Voto 9...a Lazio e Napoli, in piena corsa per la Champions

La squadra di Inzaghi batte con un netto 3-0 il Milan di Pioli. Quella di Gattuso vince in scioltezza a Torino, con un 2-0 ai granata di Nicola che avrebbe potuto essere ben più rotondo. Gran colpo per i biancocelesti, che ora vedono la zona Champions a soli cinque punti e avranno da recuperano il match con il Torino proprio prima della fine. Ottimo successo per il Napoli, che conferma lo stato di forma eccellente e si candida al terzo posto. Due squadre che se la giocheranno fino alla fine e che potrebbero creare brutte sorprese a Milan e Juventus.
Le pagelle di Torino-Napoli 0-2: Bakayoko domina

Voto 8...a Darmian e ai gregari di Conte

0-1 a Bologna, 2-1 al Sassuolo, 1-0 al Cagliari, doppio 1-1 con Napoli e Spezia, 1-0 al Verona. L'Inter, col fiatone e in contemporanea gestione, vince ancora, mette le mani sullo Scudetto, dal quale è separata solo dalla matematica. Conte, invece, si gode il suo lavoro, anche su gregari come Darmian, ancora decisivo come contro il Cagliari. Nelle ultime quattro giornate la Lu-La è rimasta a secco, l'Inter ha segnato quattro gol con Darmian (2), Perisic ed Eriksen, e ha guadagnato altri otto punti. Dimostrazione di forza, di compattezza del gruppo e di unità di intenti. Ormai ci siamo...
Inter-Verona 1-0, pagelle: Darmian provvidenza, Handanovic flop

Conte: "Zhang e futuro? Non mi interessa, non ho piacere a rispondere"

Voto 7...ai punti pesanti del Cagliari: la salvezza è possibile

Eccola la terza vittoria di fila. Dopo Parma e Udinese, arriva il 3-2 alla Roma, che rianima i sardi e gli permette di agganciare il trenino composto da Torino e Benevento, con Spezia e Fiorentina poco più avanti. Semplici ha rigenerato una squadra, che ha ritrovato fiducia, guidata oltre che dalla solita classe di Joao Pedro, anche dalla verve di Marin, letteralmente esploso in questo girone di ritorno. Tra chi deve mantenere la categoria, il Cagliari sembra la formazione più pimpante, più decisa, più attrezzata. La salvezza è davvero alla portata ora.
Cagliari-Roma, pagelle: Marin, Joao e Lykogiannis top class

Voto 6...al Crotone di Simy, che si toglie una soddisfazione

Un 3-4 tanto inutile quanto meritato. Il Crotone batte il Parma al Tardini, grazie all'ennesima doppietta di Simy e alla prestazione monstre di Ounas. Soddisfazione per Cosmi e per tutto il gruppo calabrese, che allontana la matematica retrocessione in attesa del confronto con l'Inter di sabato pomeriggio. Menzione ovviamente speciale per il centravanti nigeriano, che con 19 reti si è preso la scena e, probabilmente, si è guadagnato la conferma nella categoria (tante squadre di A si sono già interessate a lui).
Parma-Crotone 3-4, le pagelle: brilla Ounas, Simy implacabile

Voto 5...allo Spezia di Italiano, che non è messo bene

Sconfitta per 2-0 nel derby ligure col Genoa. Un ko che non ha effetti immediati, ma che potrebbe togliere serenità a una squadra che ogni tanto incappa in pericolosi momenti di pausa. Lo Spezia ha due punti di vantaggio sul terzetto che insegue. Ma deve trovare Verona fuori casa, Napoli in casa e Sampdoria fuori prima del confronto diretto col Torino. Non è un percorso così agevole, non è una situazione totalmente tranquilla.
Le pagelle di Genoa-Spezia 2-0: Zappacosta vola!

Voto 4...al gioco della Juventus, squadra in continua involuzione

1-1 a Firenze in altre fasi della stagione potrebbe anche venir considerato un risultato positivo. Il problema, per la squadra di Pirlo, è il modo in cui è arrivato questo punto. E cioè con un'ennesima prova corale deludente. Una squadra che fatica enormemente contro difese schierate, che crea poco, con un Ronaldo in un periodo nero e un Dybala ancora troppo incerto. I bianconeri devono ricompattarsi alla svelta, perché mai come ora la qualificazione alla prossima Champions è in bilico. La prossima trasferta di Udine diventa già decisiva.
Fiorentina-Juve 1-1, pagelle: Dybala e Ronaldo steccano

Pirlo: "Primo tempo brutto, l'avevamo preparata in altro modo"

Voto 3...al Milan, che rischia di rovinare tutto

Pioli deve evitare uno psicodramma. La miglior squadra del 2020 e della prima parte di questa stagione rischia di vedere tutto compromesso proprio nel finale. Finita la benzina, due sconfitte consecutive e tanti problemi da risolvere, a partire dall'incerta fase difensiva. I rossoneri hanno il Benevento prima dello scontro diretto allo Stadium contro la Juve. Nelle prossime due settimane il Milan si giocherà l'accesso alla prossima Champions League. Fallire un'altra volta significherebbe deprimere un ambiente che si era da poco rasserenato.
Lazio-Milan 3-0, pagelle: Correa straripante, Tomori disastroso
Lazio-Milan, 5 verità: Diavolo svuotato senza Ibra, flop Mandzukic

Voto 2...al girone di ritorno dell'Hellas

Juric continua a sostenere che il Verona gioca bene e non merita le sconfitte. I dati dicono che solo Parma, Crotone e Benevento hanno collezionato meno punti dei veneti nel girone di ritorno. La squadra ha mollato e rischia di veder sfumare una top-10 che sarebbe stata meritata per quanto mostrato fino a gennaio. Tre volte nelle ultime sei giornate l'Hellas ha mancato l'appuntamento col gol. Con lo Spezia un unico obiettivo: reagire e tornare a far punti.
De Laurentiis ha deciso: Juric prenderà il posto di Gattuso

Voto 1...al Parma, che saluta ogni flebile speranza

Non che prima ci fossero grandi aspettative. Ora però la bandiera è definitivamente ammainata e i Ducali devono prepararsi mentalmente alla discesa in Serie B. Quattro gol subiti dall'ultima in classifica, quattro ko di fila, 11 punti di distacco dalla zona salvezza a cinque giornate dalla fine. Chiudere degnamente prima di prepararsi a una nuova risalita: questo l'obiettivo di D'Aversa e di tutti i ragazzi della squadra emiliana.
Il Crotone rimanda la Serie B e affonda il Parma: finisce 3-4

Voto 0...al Benevento, che si sta buttando via

Una vittoria nelle ultime 17 partite giocate. Escluso il colpaccio a Torino con la Juventus, il girone di ritorno del Benevento è da film horror. E infatti dilapidato tutto il vantaggio sulle inseguitrici e reale preoccupazione di vivere una nuova retrocessione. Il 2-4 interno subito dall'Udinese fotografa lo status mentale della squadra di Inzaghi, che pare aver perso ogni residua sicurezza. Cestinare l'ottimo girone d'andata giocato è un vero peccato, ma il calendario non aiuta: Milan, Cagliari, Atalanta, Crotone e Torino. Due squadre superiori, due scontri diretti e una retrocessa. Serve una mezza impresa per rimanere in Serie A.
Benevento-Udinese 2-4, pagelle: De Paul show, Lapadula lotta

Gravina: "Superlega? Chi ne fa parte fuori dalle nostre competizioni"

Serie A
DAZN, stop alla doppia utenza per abbonamento?
09/11/2021 A 10:32
Serie A
Atalanta-Milan, 5 verità: Diavolo forte, Dea senza Gosens è dura!
04/10/2021 A 08:46