"Arrabbiato per le espulsione? Per quella, ma soprattutto per le occasioni sprecate. Per 70’ l’abbiamo condotta e sembrava potessimo chiuderla, ma gli ultimi 20’ sono stati complicati dall’espulsione di Gosens". Così Gian Piero Gasperini a DAZN dopo il pari dell'Atalanta in casa della Roma. "D’accordo con Calvarese? Non so, lui era vicino e io non ho visto, oggi ci sono stati un po’ di cartellini così… E' sempre molto rischioso quello che può succedere. Purtroppo non è sempre scontata la prestazione, l’espulsione ha cambiato tutto e la Roma che tecnicamente è brava ha approfittato della situazione. Magari prima di Juve e Roma avremmo firmato per fare quattro punti e ad ogni modo ora abbiamo gli scontri diretti a favore, ma è innegabile che questa partita poteva e doveva essere chiusa".
E ancora: "Zona Champions? Ogni partita ha una sua storia, basta guardare quella di oggi e non avremmo mai pensato di poterla anche perdere, bisogna giocare tutte le gare e oggi per certi aspetti abbiamo fatto un’ottima gara, ma senza raccogliere quello che era alla nostra portata e siamo rammaricati. Sei partite non sono poche e la classifica è cortissima, due su cinque staranno fuori dalla Champions e quindi la battaglia è serrata. Stasera sono due punti persi, se alla vigilia poteva essere un buon risultato adesso non lo è, ma mi preme portare tutti alla condizione massima: c’è bisogno di tutti i calciatori". "Anche questa sera abbiamo fatto errori clamorosi negli ultimi sedici metri sciupando l'impossibile nella scelta dell'ultimo passaggio. Bene globalmente nel gioco, ma non negli ultimi metri. Il gol di Cristante? Siamo usciti tardi, c'è stato un qui pro quo causato dall'inferiorità numerica e lui ha approfittato dello spazio, sappiamo che ha un tiro importante e abbiamo pareggiato a causa di questo gol" ha concluso Gasperini.

Gasperini: "Certi episodi accadono anche col Var"

Serie A
Le pagelle di Roma-Atalanta 1-1: Zapata, una belva!
22/04/2021 A 18:53

Fonseca: "Troppi errori"

La Roma vede allontanarsi la zona Champions, ma ha ancora la carta Europa League per arrivarci. Paulo Fonseca è comunque soddisfatto per la reazione della sua squadra contro un'Atalanta a tratti irresistibile. "Giocare contro questo tipo di squadre - attacca il tecnico giallorosso - è sempre molto difficile. Penso che la Roma abbia fatto anche grandi partite contro queste squadre, ma ha perso delle occasioni. Oggi abbiamo giocato una buona partita contro un'Atalanta che aveva vinto nove delle ultime dieci gare, sapevamo che sarebbe stato difficile affrontarla, ma abbiamo comunque deciso di rischiare, pressando alto, per non lasciare a loro la possibilità di costruire il gioco. Però, in contropiede hanno avuto tante occasioni per segnare. Noi abbiamo commesso errori sulle seconde palle e nelle marcature preventive. Meglio nel secondo tempo, quando la squadra ha dimostrato personalità. Poi ci sono i meriti dell'Atalanta. Non ho visto nessuna squadra giocare contro di loro e tenere palla; marcano bene, è difficile uscire dalla loro forte pressione. La Roma ci ha provato, anche se nel primo tempo non abbiamo avuto molte occasioni, ma per merito loro".
Paulo Fonseca ha messo Cristante su Malinovskyi, in posizione ibrida. "Buona partita, la marcatura preventiva non vale solo per Cristante, qui abbiamo sbagliato tutti. Più spazio a Dzeko-Mayoral? Abbiamo già provato questa soluzione, anche se non dall'inizio, e non ha dato risultati. La squadra non è preparata per giocare con due punte, ci abbiamo provato e non mi è piaciuto. Con due attaccanti deve cambiare anche il modo di giocare della squadra, la sua identità, e abbiamo sempre pochi giorni per provare, è difficile cambiare in questo momento". Fonseca sta lavorando sul possesso palla, in vista del Manchester United: "Sì, nel primo tempo abbiamo tenuto più palla dell'Atalanta, e non era facile. Come ho detto più volte, per me è molto importante controllare la partita. Ci stiamo lavorando".

Fonseca: "Crediamo nella finale. Mio futuro? Conta la Roma"

Serie A
Cristante risponde a Malinovskyi: 1-1 all'Olimpico
22/04/2021 A 16:17
Europa League
Roma-Ajax, le ufficiali: Mkhitaryan e Calafiori dal 1'
15/04/2021 A 17:45