Sassuolo-Juventus, match cruciale per le speranze europee degli uomini di Pirlo, si è concluso col punteggio di 1-3 in favore dei bianconeri. Gara arbitrata da Piero Giacomelli. Nella settimana dell’annuncio dell’addio alla Juve, Buffon si regala una nottata da ricordare, parando un rigore a Berardi. L’attaccante neroverde spreca troppo. Ronaldo e Dybala tornano a trascinare i bianconeri verso l’obiettivo Champions, raggiungendo quota 100 gol in maglia bianconera.
Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match. Informazioni utili anche per farvi una prima idea se giocate a qualsiasi Fantacalcio.

Classifiche e risultati

Serie A
Juventus, reazione-Champions! 3-1 al Sassuolo
12/05/2021 A 18:24
Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata

Le pagelle del Sassuolo

Andrea CONSIGLI 5,5: imparabile il tiro di Rabiot, crolla a tu per tu con Ronaldo e Dybala.
Jeremy TOLJAN 6: una delle armi preferite di Berardi. Infierisce sui soliti buchi difensivi bianconeri, con sgroppate e sovrapposizioni velenose. (dal 56’ CHIRICHES 6,5: si propone sulla fascia con costanza).
MARLON 5: il più aggressivo della linea difensiva, ma si fa bruciare da CR7 in contropiede.
Gian Marco FERRARI 5: la mole di gioco sviluppata dai suoi compagni di squadra là davanti gli sgrava il peso di marcare stretto le stelle bianconere.
Georgios KYRIAKOPOULOS 5,5: sulla sua fascia imperversa Chiesa, lui tentenna su un paio di scorribande, ma alla fine se la cava. (dal 76’ ROGERIO 5,5: non riesce a tappezzare l’emorragia neroverde).
Pedro OBIANG 5,5: De Zerbi gli urla contro per tutto il primo tempo, qualche difficoltà nell’eseguire le volontà del tecnico, che lo vorrebbe posizionato più vicino alla difesa, da play. (dal 56’ LOPEZ 5,5: non incide).
Manuel LOCATELLI 7: assist di tacco per il gol di Raspadori, attestato di classe e lucidità.
Domenico BERARDI 5,5: è anima e corpo dell’attacco neroverde, nel bene e nel male. Più volte pericoloso sotto porta, si fa ipnotizzare da Buffon dal dischetto.
Hamed Junior TRAORE’ 5,5: si divora un gol da ottima posizione dopo soli 4’ di gara. (dal 56’ DEFREL 5,5: si propone ma spreca a tu per tu con Buffon).
Jeremie BOGA 6,5: imprendibile. Slalom e sprint che fanno girare la testa a Danilo per tutta la serata. (dal 76’ DJURICIC 5,5: si nasconde nel momento peggiore).
Giacomo RASPADORI 8: elettrico, crea non pochi grattacapi a Bonucci, che non riesce a prendergli le misure. Si guadagna il calcio di rigore fallito da Berardi, poi riapre la gara con un tiro affilato.
All. Roberto DE ZERBI 6: la sua formazione domina il possesso palla, ma spreca troppo. C’è rammarico per una squadra che ha dimostrato di saper competere al livello dei bianconeri.

Cristiano Ronaldo festeggia con Rabiot, Sassuolo-Juventus, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Le pagelle della Juventus

Gianluigi BUFFON 8: a 43 anni gode di un fitness che molti altri portieri della Serie A possono solo invidiare. Due colpi di reni impressionanti, prima sul rigore di Berardi, poi sulla sciabolata di Obiang. Un congedo dolcissimo, il suo.
DANILO 5,5: non trova sempre il giusto tempo di intervento sulle scorribande neroverdi.
Matthijs DE LIGT 6,5: ottima partita senza palla: ermetico, come sempre, arpiona palloni tutta la serata, non concede i centimetri vitali a Berardi e compagni. Quando invece si tratta di impostare, commette qualche ingenuità.
Leonardo BONUCCI 5: troppe sviste in marcatura su Raspadori, che gli sguscia via in più di un’occasione. Ingenuità nel primo tempo, quando concede un rigore.
ALEX SANDRO 6,5: toglie un gol dalla rete di Buffon, con una scivolata perentoria sull’inserimento di Berardi.
Dejan KULUSEVSKI 7: qualche scatto in profondità, poi l’assist chirurgico per Dybala.
ARTHUR 5,5: troppo tenero in certi frangenti. E’ anche a causa delle sue mancanze in fase di copertura che si aprono varchi in difesa. (dal 61’ BENTANCUR 6: serra le fila con attenzione).
Adrien RABIOT 7: lui è un equilibratore pazzesco: fa una cosa giusta e una sbagliata senza soluzione di continuità. Tragico in fase di disimpegno, la sua leggerezza propizia il calcio dal dischetto fallito da Berardi nel primo tempo. Poi estrae dal cilindro un colpo da biliardo che porta in vantaggio i suoi.
Federico CHIESA 6,5: partenza contratta, con poche palle giocabili. Nella ripresa il Sassuolo concede varchi, e lui si scatena, diventando una delle armi più pericolose a disposizione di Pirlo. (dal 80’ CUADRADO sv).
Cristiano RONALDO 8: ruggisce più volte in fase di pressing, imbecca i suoi compagni con dei cross. Si mette a disposizione della squadra e il destino lo premia col gol numero 100 in maglia bianconera.
Paulo DYBALA 7,5: nel primo tempo la Juve imposta una partita di ripartenza e attesa, sicuramente il tipo di gioco che non gli si addice. Poi nella ripresa sale in cattedra con uno sprint che rasserena Pirlo e compagni. (dal 80’ MCKENNIE sv).
All. Andrea PIRLO 7: il Sassuolo è una delle squadre col possesso palla più alto di questa Serie A, e lui si adegua. Imposta una gara d’attesa e contropiedi, che ripagano. Partita cinica, filosofia minimal, vagamente “allegriana”.
IL REPORT DEL MATCH

Buffon, addio Juve: una storia d'amore lunga 20 anni

Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (29/07)
11 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
Locatelli distante dalla Juve; Romero-Barça? La Dea vuole 60 milioni
13 ORE FA