Gasperini un po' ironico e un po' furioso. Il tecnico dell'Atalanta dice tanto nel post gara dopo il pareggio contro la Salernitana. Un 1-1 che allontana un piazzamento europeo, anche se si può ancora sperare nella Conference League, più difficile l'Europa League. Ma è un Gasperini che riflette anche sul suo futuro. Con il cambio di proprietà ci saranno tante questioni da prendere in esame. Sarà un'Atalanta nuova o che avrà come sogno massimo quello di qualificarsi alla Champions? Poi Gasp torna sui tanti episodi arbitrali che hanno condizionato, a suo dire, la stagione dell'Atalanta.
Serie A 2021-2022, la classifica aggiornata | Serie A 2021-2022, calendario e risultati | Serie A 2021-2022, la classifica marcatori aggiornata

È la fine di un ciclo?

Campionato ucraino
De Zerbi-Shakhtar, aria di addio. I giocatori: "Vorremmo rimanesse ma..."
02/05/2022 ALLE 21:23
È una riflessione normale, che si fa. Io lavoro per l'Atalanta e se si ripartirà, come spero, sarò con un rinnovato entusiasmo. Ma queste decisioni non le prendiamo noi allenatori. Speriamo di non perdere altre partite o mi cacciano anche. Conta sempre dopo, il passato no...
Bisogna anche capire gli obiettivi. Se l'Atalanta deve vincere, come ci è stato chiesto anche quest'anno. Ora è cambiata proprietà e succedono cose straordinarie. La cosa più probabile da vincere è la Coppa Italia. Difficile lo Scudetto, la Champions o l'Europa League. Noi abbiamo ottenuto i migliori successi, all'estero siamo conosciuti. Io farei la firma per continuare ad avere risultati così. Non c'è limite al meglio, non c'è limite al peggio

Ma adesso l'Atalanta è 7a in campionato

Siamo ancora lì a giocarci qualcosa. Il secondo anno era una cosa straordinaria. Adesso bisogna riflettere...

Con gli arbitri è stato un disastro, perdiamo credibilità

È stato un disastro quest'anno, avete le immagini e lo potete vedere. Poi vedi l'episodio di La Spezia, viene fuori un polverone, ma sono mesi che io ne parlo. Sono contento l'abbia fatto la società, ma quello che è successo è di una gravità assoluta. Per quanto riguarda noi, è stato esagerato quello che abbiamo subito, ma adesso dobbiamo finire bene il campionato
Finché gli episodi venivano valutati a velocità reale, potevano nascere delle polemiche, ma finiva lì. Ora invece non c'è uniformità. Il problema è che ci sono state tante interpretazioni sbagliate, e se le sbagli sul campo è un conto, ma farlo davanti a una tv è qualcosa di assurdo. Pur di giustificare questi errori, sono stati travisati regolamenti, e il rischio è quello di perdere credibilità, soprattutto se continui a lavorare sui fotogrammi, dove puoi dire tutto e il contrario di tutto

Forse io sono da Medioevo

Qualcuno dice che quest'anno non si può pensare che sia stato un campionato da malafede perché è da Medioevo, ma nel Medioevo c'erano valori e io forse sono da Medioevo. Non potevamo giocarci lo Scudetto, ma siamo stati notevolmente penalizzati. Una serata come stasera dipende solo da noi, ma ci sono anche squadre che nel ritorno hanno cambiato marcia. Vedere la Salernitana o chi è a metà classifica ora fa pensare, se iniziassimo il campionato ora non so se saremmo lì in alto

Gasperini: "Sui falli di mano c'è confusione assoluta"

Serie A
Atalanta-Salernitana 1-1, pagelle: delusione Zapata
02/05/2022 ALLE 21:07
Serie A
La Salernitana sogna, l'Atalanta si salva all'88': 1-1
02/05/2022 ALLE 18:30