Dusan Vlahovic sarà uno dei protagonisti più attesi di Fiorentina-Inter, big match della quinta giornata di campionato che andrà in scena questa sera all’Artemio Franchi di Firenze. Il classe 2000 serbo – oggetto del desiderio di mezza Serie A, quella più abbiente – sa come far male a Samir Handanovic, lo ha dimostrato nel dicembre 2019 quando autografò un eurogol proprio contro i nerazzurri. Intervistato dai microfoni di DAZN per il programma Piedi per Terra il gioiello della Viola ha parlato di scelte, idoli e avversari. Ecco qualche passaggio significativo:
CLASSIFICA | CALENDARIO | MARCATORI | NOTIZIE

Sulla scelta di rimanere

Calciomercato 2020-2021
Vlahovic convinto dalla Viola, rinnovo in arrivo
12/09/2021 A 07:02
“Perché sono rimasto a Firenze? Tutti noi che veniamo dai Balcani siamo abituati a fare le cose più con il cuore che con il cervello. Mi sentivo di rimanere, era la mia scelta. Parlando con la mia famiglia e i miei amici ho convenuto che qui posso crescere ancora, fare tanti gol e tanti assist.”

L’idolo Ibra

“Mi piace Ibra per il suo carattere, tutto quello che ha fatto lo ha fatto da solo. Ci ho parlato con Ibra, volevo approfittare della situazione per avere la sua maglia dopo un Fiorentina-Milan in cui avevamo perso. L’ho aspettato dopo la partita, mi ha firmato la maglia e abbiamo fatto la foto. Mi ha scritto la dedica nella nostra lingua, mi ha parlato nella mia lingua e mi ha detto di continuare così. Riuscivo a rispondere solo sì sì, ero troppo emozionato”
https://i.eurosport.com/2021/09/21/3223960.jpg

Su Haaland

“Haaland è una macchina da gol, un robot! È sicuramente più veloce di me, per il resto ce la giochiamo!”

Simy, Vlahovic, Dybala: i Top e i Flop del Fantacalcio

Serie A
Sarri: "Il calcio sta diventando uno show, non mi appartiene"
13 ORE FA
Serie A
Inzaghi: "La Lazio è stata casa mia per 22 anni, sarà speciale"
13 ORE FA