Sinisa Mihajlovic e José Mourinho: due personalità molto forti che si ritrovani di nuovo l'uno di fronte all'altro a distanza di anni, in occasione di Bologna-Roma di mercoledì 1 dicembre. Ecco le parole di Mihajlovic in conferenza stampa.
Lui è un grande allenatore e una grande persona. Siamo amici, ogni tanto ci sentiamo e sono molto contento di vederlo domani. Mi è quasi sempre stato simpatico, solo all’inizio abbiamo bisticciato. Mi è sempre stato vicino, anche nel momento della malattia e questo non lo dimentico. Veniamo da due paesi in cui la furbizia e la lealtà la fanno da padrone nei caratteri della gente, quindi qualcosa in comune c’è".

Prima il litigio poi la pace

Serie A
Abraham e Zaniolo lanciano la Roma: Empoli steso 2-4
9 ORE FA
"Mi ricordo che col Catania contro l’Inter del triplete vincemmo noi. Poi quando arrivò a Roma lui disse qualcosa contro di me e io risposi che non potevo parlare con uno che non aveva mai giocato a calcio ad alti livelli. Alla fine però ci siamo chiariti, siamo rimasti amici. Quando sono diventato nonno mi ha scritto che non vedeva l’ora capitasse anche a lui e io gli ho risposto che per diventare nonno c’è sempre tempo".
CLASSIFICA | CALENDARIO | MARCATORI | NOTIZIE

Le nuove maglie della Serie A 2021-2022

Calciomercato
Mourinho: "Con l'Empoli servono i dettagli. Mercato? Tutto aperto"
IERI A 15:07
Serie A
Verona-Bologna 2-1, pagelle: Caprari, che perla
21/01/2022 A 22:06