Milan-Cagliari, match della seconda giornata della Serie A 2021-2022 andato in scena allo stadio San Siro di Milano, si è concluso col punteggio di 4-1. Reti di Tonali, Deiola per il pari momentaneo, Leao e Giroud, autore della doppietta. Cosa pensano a caldo allenatori e giocatori del match appena andato in archivio? Ecco le loro valutazioni prese dai microfoni delle televisioni che hanno trasmesso l’evento.

Classifiche e risultati

Serie A 2021-2022, la classifica aggiornata | Serie A 2021-2022, calendario e risultati | Serie A 2021-2022, la classifica marcatori aggiornata
Serie A
Giroud: "Il Milan lotta per lo Scudetto, Ibra un esempio per noi"
11/10/2021 A 17:16

Pioli: "Rivedere i tifosi ci ha emozionato"

Sulla gioia di riavere i tifosi allo stadio e sulla prestazione
"Li avevamo rivisti a Genova, rivederli sul nostro campo ci ha emozionati. Siamo stati bravi a prendere energie da loro. È vero che prima i ragazzi mi sentivano di più, forse sono più contenti così. L'importante è che la squadra abbia trovato continuità e fatto bene".
Sulla crescita di Tonali e sulla possibilità di giocare a due punte
"Sandro ha lavorato tanto. Nel calcio succedono cose strane perché nel primo giorno di raduno ho trovato Tonali, Leao e Krunic maturati e cresciuti tantissimo. Hanno avuto bisogno di qualche lezione passata per imparare nel futuro. Tonali ha tutto: ha gamba, posizionamento e qualità. Ora bisogna continuare così. Due punte? Sono aperto a tutte le soluzioni, cercherò di schierare la squadra migliore. Bakayoko non ha ancora firmato ma sarà uno di noi. Spero di recuperare tutti i giocatori importanti perché avremo tantissimi impegni importanti con 7 partite in 20 giorni. Dovremo stare bene e lavorare con questa volontà".
Sul gestire un gruppo così giovane
"Credo che se vogliamo avere un futuro positivo, tutti i giocatori devono sentirsi titolari. Sto facendo fatica a fare delle scelte anche perché poi rientreranno giocatori importanti, forse arriveranno altri due calciatori. Il girone di Champions sarà difficile ma stimolante con avversari complicati e sarà importante per crescere senza avere paura di sbagliare e imparare dai nostri errori".
Sulla prestazione della trequarti
"In tutte le amichevoli c'è stata una situazione che si è ripetuta. Abbiamo fatto grandi prestazioni, però abbiamo segnato pochi gol. Oggi segnare tanto significa che ci siamo mossi con qualità, lucidità e siamo stati più concreti. Ci saranno partite difficili ma le squadre forti devono vincere anche giocando male".
Su cosa ha detto a Leao
"Leao voleva giocare tutta la partita e gli ho detto di continuare a lavorare così. Sono sicuro che farà una grande stagione".

Giroud: "Numero 9? Non sono superstizioso"

Sulla partita
"Sono molto orgoglioso di giocare per il Milan e di giocare nello stadio di San Siro. E' una grande emozione. Sono molto felice della prestazione della squadra perché abbiamo cominciato la partita giocando il nostro calcio. Abbiamo avuto un'ottima connessione in campo, avremmo potuto segnare di più ma il supporto dei tifosi è stato incredibile".
Sulla maglia numero 9
"Ho sentito che c'è qualcosa di speciale con la maglia numero 9 ma non sono superstizioso. Credo in me stesso e nelle mie capacità. Da piccolo guardavo Van Basten, Papin e Inzaghi e indossare questa maglia mi rende felice".
Sul rigore segnato
"Nel foglio in spogliatoio sono io il rigorista. Avevo già segnato e avrei potuto lasciarlo segnare a lui (Theo, ndr) ma sono un'attaccante e avevo voglia di segnare ancora".
Su Ibrahimovic
"Ibrahimovic è un grande campione e una grande personalità. E' molto importante nello spogliatoio. Voglio giocare con lui in campo ma sono felice di giocare anche con i miei compagni. Abbiamo giocato molto bene e spero che possa essere lo stesso con Ibrahimovic. Non importa chi giocherà ma sarà importante rispettare le scelte del mister".

Milan, Giroud atterra a Linate: pollice in su e prime foto

Serie A
Ramsey, Sanchez e Ibra: quanto costano ogni minuto giocato?
09/10/2021 A 08:16
Calciomercato 2020-2021
L'Inter pensa a Jovic e Nandez, ma il Milan sonda Brozovic
09/10/2021 A 06:55